Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Everything Bad is Good for You

How Today's Popular Culture is Actually Making Us Smarter

By Steven Johnson

(0)

| Paperback | 9780739462072

Like Everything Bad is Good for You ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

44 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Argomento interessante quello trattato in questo libro, ma a mio avviso esposto in maniera noiosa, l'autore si sofferma troppo su esempi e differenze, che mi hanno fatto socchiudere gli occhi durante la lettura.

    Is this helpful?

    Novacaineoverthetrip said on May 7, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    for wired italia, only

    datato, approssimativo, generico, pieno zeppo di contro-luoghi comuni e non sostenuto da adeguati riscontri nelle ricerche: lo scrittore ideale per la redazione di wired italia.

    Is this helpful?

    Bluginz said on Apr 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le cinque stelle non vogliono necessariamente dire che io condivida al 100% il profondo entusiasmo che Johnson manifesta nei confronti dei videogiochi, della TV o di Internet. Tuttavia, anche come genitore, devo ammettere che su tutta una serie di ma ...(continue)

    Le cinque stelle non vogliono necessariamente dire che io condivida al 100% il profondo entusiasmo che Johnson manifesta nei confronti dei videogiochi, della TV o di Internet. Tuttavia, anche come genitore, devo ammettere che su tutta una serie di manifestazioni dell'intelligenza le ultime generazioni sono nettamente meglio dotate della mia e delle precedenti (più quelle che ricorrono ad abilità spaziali e logiche che a quelle emotive, secondo me). Però, tutto ha un prezzo, e secondo me ciò che i nuovi media hanno fatto guadagnare ai loro fruitori principali è stato pagato con una estrema povertà di valori e contenuti. Penso ad esempio che chi visse l'esperienza della guerra e dell'estrema indigenza abbia avuto una palestra altrettando valida dal punto di vista dell'intelligenza, e in aggiunta abbia potuto formare quella coscienza di uomo e cittadino che nel mondo di oggi è sempre più una rarità.

    Is this helpful?

    Boris said on Jan 20, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    我不太肯定這本書到底有沒有掀起歐美文化界熱烈論戰,不過這本「翻案」書籍還不錯,也許以後做一些事的時候可以理直氣壯一點。

    Is this helpful?

    達康 said on Jul 2, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Los ereaders se inventaron para libros como este.

    Is this helpful?

    Rucoma said on Feb 5, 2012 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro “scoperto” grazie ad Anobii e poi trovato alla fiera del libro “Portici di carta” a metà prezzo.

    Molto interessante. Un’appassionata difesa della cultura di massa e delle sue forme, sulle quali sparare e sputare è ritenuto da molti assai in ...(continue)

    Libro “scoperto” grazie ad Anobii e poi trovato alla fiera del libro “Portici di carta” a metà prezzo.

    Molto interessante. Un’appassionata difesa della cultura di massa e delle sue forme, sulle quali sparare e sputare è ritenuto da molti assai intelligente. L’autore parla di videogiochi, di televisione (soprattutto di telefilm e reality show), di cinema, per rivelare, dati alla mano, che nulla di tutto questo ottunde l’intelligenza, anzi piuttosto la coltiva.
    Sono d’accordo quasi su tutto. Penso che ormai solo qualche povero mentecatto completamente avulso dalla realtà potrebbe ancora sostenere che i videogiochi friggano il cervello; quanto ai telefilm, dopo anni e anni di latitanza televisiva tempo fa mi procurai i DVD di L Word, incuriosito per il fatto che se ne parlava – più male che bene – su un blog di lesbiche, e mi cadde letteralmente la mascella a vedere la complessità, la qualità degli intrecci e dei dialoghi e anche l’erotismo tutt’altro che sottinteso che quei telefilm veicolavano, e sì che molti li considerano qualcosa di riuscito nemmeno troppo bene… se quella era la tendenza, non mi stupisce che l’autore del libro contraddica appassionatamente la vulgata della cultura televisiva semplificatoria e narcotizzante; e peraltro quando scriveva non erano uscite nemmeno cose come Lost o il Dott. House, che comunque cito per sentito dire, dato che non li ho mai visti. Sull’intelligenza dei reality show, peraltro, credo di avere qualche pregiudizio – e me lo tengo, dato che non ci tengo particolarmente ad approfondire. Infine, penso che sia difficile assolvere vari esempi di tv-spazzatura tipicamente italiani, che di certo non hanno corrispettivi né in USA – da dove viene questo libro – né altrove.

    Bellissima, poi, l‘ironica stroncatura del libro come strumento di cultura, che Millericcioli aveva già riportato nella sua recensione, e che probabilmente è stato il principale stimolo che mi ha fatto leggere questo libro.

    Is this helpful?

    Svalbard said on Nov 3, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book