Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Procurar Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Expiação

Por

Editor: Gradiva Publicações

4.2
(6695)

Language:Português | Number of Páginas: 352 | Format: Softcover and Stapled | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , Chi traditional , French , Chi simplified , German , Italian , Spanish , Swedish , Catalan , Latvian , Polish , Slovenian , Finnish

Isbn-10: 9726628229 | Isbn-13: 9789726628224 | Data de publicação:  | Edition 1

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like Expiação ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
No dia mais quente do Verão de 1935, Briony Tallis, de 13 anos, vê a irmã Cecilia despir-se e mergulhar na fonte que existe no jardim da sua casa. <br />É também observada por Robbie Turner, um amigo de infância que, à semelhança de Cecilia, voltou há pouco tempo de Cambridge. Depois desse dia, a vida das três personagens terá mudado para sempre. Robbie e Cecilia terão ultrapassado uma fronteira que, à partida, nem sequer imaginavam e tornar-se-ão vítimas da imaginação da irmã mais nova. Briony terá presenciado mistérios e cometido um crime que procurará expiar ao longo de toda a sua vida. <br />Expiação é, porventura, a melhor obra de Ian McEwan. Descrevendo de forma brilhante e cativante a infância, o amor e a guerra, a Inglaterra e a situação de classes, contém no seu âmago uma exploração profunda - e muito comovente - da vergonha, do perdão, da expiação e da dificuldade da absolvição. <br />Nomeado para o Booker Prize e para o Whitbread Award 2001
Sorting by
  • 5

    "Non c'è espiazione per Dio, né per il romanziere, nemmeno se fossero atei. È sempre stato un compito impossibile, ed è proprio questo il punto. Si risolve tutto nel tentativo"

    Detesto quella ragazzina maledetta di nome Briony Tallis. Ma è senza ombra di dubbio un personaggio straordinario.

    E il romanzo è di un'intensità travolgente.

    dito em 

  • 4

    La scena si apre su di una lunga ed afosa giornata estiva, di quelle in cui gli oggetti, inondati di luce, appaiono deformati ed il mondo circostante sembra muoversi con indolenza a rallentatore. È l’ ...continuar

    La scena si apre su di una lunga ed afosa giornata estiva, di quelle in cui gli oggetti, inondati di luce, appaiono deformati ed il mondo circostante sembra muoversi con indolenza a rallentatore. È l’estate della vita per i tre protagonisti, che passano il tempo a pianificare l’avvenire, a fare progetti per il solo gusto di disfarli e farne di nuovi, sognando ad occhi aperti. Robbie insegue le tracce del suo futuro tra le pagine di un atlante di anatomia, Cecilia immagina di essere già lontana da casa, libera ed indipendente, mentre la piccola Briony ha ancora tempo a sufficienza per crogiolarsi nelle sue fantasie di grandezza. Che si tratti di diventare una scrittrice di successo piuttosto che di vincere la medaglia d’oro in una nuova specialità olimpica, le idee di Briony riguardo al domani sono abbastanza chiare: il compito di scrivere la sua storia spetterà a lei, ed a lei soltanto. Quello che ancora Briony non sospetta è che proprio sul finire di quel lungo pomeriggio estivo inizierà ad imbastire non solo la trama della sua vita, ma anche quella di altre due persone, segnandone inesorabilmente le esistenze.
    Egocentrica, viziata, ambiziosa e ricca di immaginazione, Briony è in fondo una ragazzina che commette uno sbaglio in buona fede, o quasi, e non ha alle spalle una famiglia abbastanza presente e vigile per indurla a rimediare quando ancora sarebbe in tempo per farlo. Se alla Briony tredicenne si può concedere un pizzico di indulgenza, è difficile fare altrettanto con la Briony più matura, che vive il suo percorso di espiazione come se fosse il ruolo assegnato ad uno dei protagonisti delle sue amate storie.
    Complesso, ambiguo, sfaccettato, il personaggio di Briony è sicuramente quello che mentalmente mi ha affascinato di più, anche se non peggio delineati sono quelli di Robbie e di Cecilia, che invece vincono sul piano emotivo.
    Al di là dell’aspetto psicologico dei vari protagonisti però, quello che rende davvero particolare il romanzo è la raffinatezza della sua architettura che si presenta come una sorta di racconto ad incastro, dove il fil rouge è la mano che tutto decide.

    dito em 

  • 5

    "Espiazione" di Ian McEwan. Una ragazzina con troppa fantasia commette un errore imperdonabile. La sua vita e quelle di chi la circonda ne saranno sconvolte. Non c'è redenzione, gli innocenti pagan ...continuar

    "Espiazione" di Ian McEwan. Una ragazzina con troppa fantasia commette un errore imperdonabile. La sua vita e quelle di chi la circonda ne saranno sconvolte. Non c'è redenzione, gli innocenti pagano fino in fondo.

    dito em 

  • 5

    Metanarrativa. Avete presente Conversation with myself di Bill Evans, in cui il maestro incide sopra se stesso? Lo stesso effetto straniante e affascinante.

    dito em 

  • 4

    Ho adorato infinitamente la prima parte: un McEwan estremamente introspettivo e minuzioso, ma mai noioso; la seconda parte invece non mi ha catturato quanto la prima... davvero un peccato.

    dito em 

  • 5

    La colpa e l'espiazione

    La violenza non esige il colpevole, la violenza esige un colpevole. La colpa va espiata, ma da chi non importa. Bisogna salvaguardare l'onore e il buon nome, ci sarà sempre qualcuno contro cui puntare ...continuar

    La violenza non esige il colpevole, la violenza esige un colpevole. La colpa va espiata, ma da chi non importa. Bisogna salvaguardare l'onore e il buon nome, ci sarà sempre qualcuno contro cui puntare il dito. Briony è una bambina e tutto questo non lo sa. Vede ciò che vorrebbe e non sa che le sue azioni non resteranno le battute di un personaggio sul palcoscenico, ma distruggeranno tutto come bombe a orologeria. Bombe di guerra, la guerra che spazza via le colpe e ne ricopre le coscienze di nuove, più pesanti, più ingombranti.
    Questo romanzo è l'immagine di un tempo, un tempo di valori e disvalori. La guerra arriva come una punizione divina di fronte all'indifferenza. Robbie e Cecilia sono emozione, vita, brividi, tutto ciò che gli altri si vergognano di essere, non verranno compresi nello squallore dei loro pochi metri quadrati.
    Il dolore trasuda dalle pagine, come il silenzio, ciò che si riesce a pronunciare non racconta nulla, sono frasi di circostanza, sono le battute di un copione che i bambini si divertono a recitare e che ancora non sanno che sarà sempre la loro condanna.

    Federica D'Angelantonio

    dito em 

  • 5

    Nell'estate del 1935 la tredicenne Briony Tallis organizza il suo spettacolo teatrale, a casa sua. Vari personaggi affollano casa Tallis in questa giornata: Cecilia Tallis e Robbie, il figlio della ca ...continuar

    Nell'estate del 1935 la tredicenne Briony Tallis organizza il suo spettacolo teatrale, a casa sua. Vari personaggi affollano casa Tallis in questa giornata: Cecilia Tallis e Robbie, il figlio della cameriera, che è tornato dal college con ottimi voti, college che frequenta grazie alla generosità del signor Tallis; Leon Tallis e il suo amico industriale tornano a casa proprio in questa giornata e infine sono attesi anche i cugini Tallis, Lola e i gemelli Jackson e Pierrot, vittime dei continui litigi dei genitori, che pensano bene di mandarli in vacanza dalla zia.
    In questa giornata apparentemente normale, ognuno di loro è protagonista e parteciperà, volente o nolente, a qualcosa che cambierà la vita di ciascun abitante della casa.
    Briony Tallis è testimone di un fatto che la turba molto e che la sua giovane mente da scrittrice interpreta in un modo sbagliato. Briony ha una fervida immaginazione, ancora più fervida di un normale bambino/adolescente e le servono solo pochi attimi per costruire una storia che per lei rappresenterà la verità per molto tempo.
    Questa è sola la prima parte del romanzo, mentre la seconda e la terza parte sono rispettivamente dedicate a Robbie e a Briony, un paio d'anni dopo quella fatidica giornata. La guerra è la protagonista di queste due parti, direttamente, grazie a Robbie, soldato dell'esercito inglese che si trova in Francia, e indirettamente, grazie a Briony, infermiera tirocinante, che si trova per la prima volta in contatto con quello che la guerra può compiere.
    La mia parte preferita è quella incentrata su Briony. E pensare che dopo la visione del film l'avevo odiata e mi aveva fatto rimandare la lettura di questo libro per anni, perché sapevo che avrei sofferto. Con le parole di McEwan penso di aver capito meglio questa ragazzina, animata dal sogno di diventare una grande scrittrice e desiderosa di proteggere la sorella da quel ragazzo che si comporta in modo così strano. In realtà Briony non si è mai perdonata e, per tutta la vita, ha cercato di espiare la sua colpa dando il lieto fine alle due persone alle quali l'aveva negato.

    dito em 

  • 5

    wonderful!

    Nonostante mi sia accostata a questo libro dopo aver visto il film, tempo fa, aver adorato l'ultimo libro di McEwan e apprezzato altri due suoi romanzi, questo libro secondo me è a dir poco sorprenden ...continuar

    Nonostante mi sia accostata a questo libro dopo aver visto il film, tempo fa, aver adorato l'ultimo libro di McEwan e apprezzato altri due suoi romanzi, questo libro secondo me è a dir poco sorprendente. Ritengo stupefacente il modo in cui l'autore gioca con le parole, rendendo un granello di polvere interessante come un quadro in continuo movimento. Avendo già visto il film, alcune piccole sorprese mi erano già note ma nonostante ciò l'emozione nel leggere è stata altissima, tanto da perdere il sonno di notte. So che non leggerò molti libri altrettanto ben riusciti ma sono felice di aver voluto leggere questo. Personaggi ben delineati, terribilmente e meravigliosamente reali. Inevitabile fare il tifo per Cee e Robbie e provare un po' di fastidio per Briony ma a mio avviso il personaggio più antipatico è Lola, sebbene anche la mamma di Cecilia non mi sembra così positiva. Bravo bravo bravo

    dito em 

  • 4

    Ho finalmente rivalutato l'autore, che con i primi due libri non mi aveva convinto particolarmente. Espiazione è una storia sofferta, intricata e commovente. L'abilità narrativa di McEwan è fuori disc ...continuar

    Ho finalmente rivalutato l'autore, che con i primi due libri non mi aveva convinto particolarmente. Espiazione è una storia sofferta, intricata e commovente. L'abilità narrativa di McEwan è fuori discussione: è abile, bravo e capace, anche se a volte un po' prolisso. In questo libro, a mio parere bellissimo, sfiora il capolavoro senza però toccarlo. Consigliato!

    dito em 

Sorting by