Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fahrenheit 451

(34)

| Others | 9780783255354

Like Fahrenheit 451 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Movie

1748 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    A volte leggere dei classici aiuta molto. Leggendo questo, ho ritrovato nel messaggio che lancia molto di quello che accade oggi. Pensare che è stato scritto 60 anni fa, quando l'economia di mercato era agli albori, mette inevitabilmente in evidenza ...(continue)

    A volte leggere dei classici aiuta molto. Leggendo questo, ho ritrovato nel messaggio che lancia molto di quello che accade oggi. Pensare che è stato scritto 60 anni fa, quando l'economia di mercato era agli albori, mette inevitabilmente in evidenza la lungimiranza di Bradbury, che dipinge una società in cui gli individui sono forzati a non pensare, a non ragionare, semplicemente ad assistere allo scorrere di immagini che distorcono la realtà e allontanano dalla essenza e dalla gioia delle cose e delle persone.
    Sicuramente consigliatissimo.

    Is this helpful?

    Mirkodiaz said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    bello ma...

    Con 1984 di George non c’è paragone. Un libro breve che non mi ha particolarmente entusiasmato, complice anche la traduzione attempata in cui sono incappato. Bella e significativa la scena in cui il protagonista si rende conto del tesoro che racchiud ...(continue)

    Con 1984 di George non c’è paragone. Un libro breve che non mi ha particolarmente entusiasmato, complice anche la traduzione attempata in cui sono incappato. Bella e significativa la scena in cui il protagonista si rende conto del tesoro che racchiudono le parole dei libri che gli tocca bruciare, così come straordinaria quella della donna che non vuole abbandonare la propria casa neanche sotto tortura. Il personaggio della moglie è odioso, ma mi rendo conto che è funzionale a rendere l’istupidimento indotto dai mezzi di comunicazione (lo schermo in questo senso aveva lo stesso significato anche in 1984); bello invece il rapporto tra il protagonista e il professore. Nel complesso do 3 stelle, ma 1984 è due spanne sopra questo.

    Is this helpful?

    Germano Dalcielo said on Aug 9, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Visionario e a tratti delirante. E' un testo rivoluzionario per il suo tempo e che ha precorso i tempi che sono. Non è il mio genere prediletto ma non si può non riconoscerne il valore e la bellezza.

    Is this helpful?

    Lore said on Jul 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo voglio associare a 1984 di George Orwell. Le storie sono diverse, ma l'idea di base è la stessa: una società nella quale ci si crede liberi, ma non lo si è affatto. E ci viole coraggio, molto coraggio per scoprirlo.

    Is this helpful?

    Martina Preti said on Jul 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Sapete perchè i libri come questo siano tanto importanti?Perchè hanno sostanza. Che cosa significa in questo caso "sostanza"?Per me significa struttura, tessuto connettivo. Questo libro ha pori, ha caratteristiche sue proprie, è un libro che si potr ...(continue)

    "Sapete perchè i libri come questo siano tanto importanti?Perchè hanno sostanza. Che cosa significa in questo caso "sostanza"?Per me significa struttura, tessuto connettivo. Questo libro ha pori, ha caratteristiche sue proprie, è un libro che si potrebbe osservare al microscopio. Trovereste che c'è della vita sotto il vetrino, una vita che scorre come una fiumana in infinita profusione.(...)I buoni scrittori toccano spesso la vita. I mediocri la sfiorano con una mano fuggevole.Capite perchè i libri sono odiati e temuti?Perchè rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive.
    Scopo dei libri è di ricordarci quanto siamo dissennati. Sono i pretoriani di Cesare, i quali mormorano, mentre il corteo trionfale passa rombando:"Ricordati, Cesare, che anche tu sei mortale".La maggior parte di noi non può correre quà e là notte e giorno, parlare con tutti, conoscere tutte le città della terra, non abbiamo tempo,denaro,nemmeno tanti amici.Le cose che voi cercate, Montag, sono su questa terra, ma il solo modo per cui l'uomo medio potrà vederne il novantanove per cento sarà un libro."

    Is this helpful?

    Frida85 said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Perché un mondo senza libri non può esistere

    Ho comprato questo libro perché avevo visto il film di François Truffaut, e mi incuriosiva leggere la storia dopo averla vista.
    La storia è ambientata in un futuro ipotetico nel quale il protagonista, Guy Montag, è un vigile del fuoco: il suo compit ...(continue)

    Ho comprato questo libro perché avevo visto il film di François Truffaut, e mi incuriosiva leggere la storia dopo averla vista.
    La storia è ambientata in un futuro ipotetico nel quale il protagonista, Guy Montag, è un vigile del fuoco: il suo compito però, come quello dei suoi colleghi, non è spegnere incendi, ma andare in cerca di libri e, distruggerli. Infatti nel mondo raccontato da Bradbury la lettura è considerata un reato grave da punire, e l'unico mezzo che i cittadini hanno a disposizione è la televisione, strumento che viene usato per manipolare le menti ed indirizzare la gente verso ciò che il Governo ritiene giusto o sbagliato. Un giorno però Guy trasgredisce alle regole e viola egli stesso la legge, leggendo parte di un libro che avrebbe dovuto bruciare; capisce così che, in fin dei conti, i libri non sono così pericolosi come si vuole far credere alla gente, e che invece sono strumenti importanti per trasmettere la memoria storica ai posteri.
    "Fahrenheit 451" è un romanzo che fa riflettere e che, per alcuni aspetti, può essere accostato a grandi opere come "1984" di Orwell o "Il Mondo Nuovo" di Huxley, ma che alla fine lascia aperta una speranza: Guy infatti evade da quella realtà distopica della quale sente di non poter e di non voler più fare parte per rifugiarsi sulla riva di un fiume, insieme ad un gruppo di uomini che da quel mondo è già riuscito a fuggire, e che si è impegnato ad essere la memoria letteraria dell'umanità.
    Il titolo si riferisce al numero sull'elmetto di Guy, anche se secondo alcuni critici quelli sarebbero i gradi Fahrenheit a cui brucia la carta.
    "Fahrenheit 451" è un romanzo che ho trovato facile da leggere e abbastanza piacevole, che ha al centro temi molto importanti e sui quali riflettere: un mondo dominato dai mezzi di comunicazione, e in particolare dalla televisione, che viene utilizzata per veicolare il pensiero degli uomini, i quali vengono privati della loro libertà e ridotti ad automi, rinunciando così a qualsiasi contatto con la realtà esterna e vivendo rinchiusi in sé stessi.

    Is this helpful?

    alisa said on Jul 12, 2014 | Add your feedback

Improve_data of this book