Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fahrenheit 451

By Ray Bradbury

(3708)

| Others | 9788804320258

Like Fahrenheit 451 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il protagonista di Fahrenheit 451 è un Milite del fuoco - Guy Montag - che ha il compito di rintracciare chi si è macchiato del reato di lettura, di eliminarlo e di bruciarne i libri. In questo futuro alternativo tutte le case sono costruite con tecn Continue

Il protagonista di Fahrenheit 451 è un Milite del fuoco - Guy Montag - che ha il compito di rintracciare chi si è macchiato del reato di lettura, di eliminarlo e di bruciarne i libri. In questo futuro alternativo tutte le case sono costruite con tecnologie che le rendono ignifughe e quindi il solo compito dei vigili del fuoco è quello di eliminare i libri e i loro possessori. Infatti è un reato sia leggere che possedere qualsiasi tipo di volume e, spesso, i proprietari decidono di essere bruciati vivi insieme alle loro biblioteche segrete.

In questa società viene assicurato l'ordine sociale con regole ben precise. Tutti i cittadini rispettosi della legge devono utilizzare la televisione per istruirsi, informarsi e per vivere serenamente al di fuori di ogni inutile forma di comunicazione. La televisione come elemento ossessivo della società viene utilizzata dal governo per definire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Montag, che per anni è stato un vigile del fuoco modello, un giorno commette un'improvvisa infrazione: decide di leggere un breve trafiletto di un libro che dovrebbe bruciare. In seguito, attirato dalla sua prima fugace lettura, salva alcuni libri e inizia a leggerli di nascosto. La decisione di infrangere le regole gli viene suggerita dalla conoscenza di Clarisse, una ragazzina sua vicina di casa, che mostra un modo di vivere anomalo. Infatti Montag ha notato che i familiari di Clarisse alla sera non guardano la televisione, che non possiedono, ma trascorrono il tempo parlando tra di loro e tutti dimostrano di possedere un'allegria e spensieratezza difficile da comprendere e facilmente invidiabile.

La famiglia di Clarisse sembra felice a differenza di quella di Montag, che non ha figli e la cui moglie, che ha appena tentato il suicidio ingerendo barbiturici, non ne vuole. Montag, dopo aver riflettuto a lungo, prende coscienza di non amare né realmente conoscere quella donna e capisce che nella sua vita c'è qualcosa di profondamente sbagliato. La lettura dei libri che ha sottratto lo conducono a scoprire un nuovo mondo, ma lo spingono inesorabilmente verso la rovina sociale. Sua moglie lo abbandona e i suoi ex colleghi lo cercano per punirlo.

Nella parte finale del libro il protagonista è braccato dagli abitanti della città che, tramite la televisione, scrutano le strade attendendo il suo passaggio per poterlo denunciare alla polizia. Montag riesce a fuggire e si rifugia in campagna dove incontra dei vagabondi che come lui amano i libri e sperano un giorno di poter far risorgere la cultura dalle ceneri di quella società.

Il libro si chiude con un bombardamento atomico, che distrugge le città: la nazione di Montag ha iniziato infatti a combattere una guerra con una nazione avversaria, ma i cittadini non si erano preoccupati del conflitto, dato che la televisione non li aveva mai informati sul suo effettivo andamento e sulle possibili catastrofi ad esso collegate.

Montag e i suoi amici si incamminano verso una nuova città ove poter tramandare le loro conoscenze e i libri che hanno imparato a memoria.

1747 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Visionario e a tratti delirante. E' un testo rivoluzionario per il suo tempo e che ha precorso i tempi che sono. Non è il mio genere prediletto ma non si può non riconoscerne il valore e la bellezza.

    Is this helpful?

    Lore said on Jul 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo voglio associare a 1984 di George Orwell. Le storie sono diverse, ma l'idea di base è la stessa: una società nella quale ci si crede liberi, ma non lo si è affatto. E ci viole coraggio, molto coraggio per scoprirlo.

    Is this helpful?

    Martina Preti said on Jul 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Sapete perchè i libri come questo siano tanto importanti?Perchè hanno sostanza. Che cosa significa in questo caso "sostanza"?Per me significa struttura, tessuto connettivo. Questo libro ha pori, ha caratteristiche sue proprie, è un libro che si potr ...(continue)

    "Sapete perchè i libri come questo siano tanto importanti?Perchè hanno sostanza. Che cosa significa in questo caso "sostanza"?Per me significa struttura, tessuto connettivo. Questo libro ha pori, ha caratteristiche sue proprie, è un libro che si potrebbe osservare al microscopio. Trovereste che c'è della vita sotto il vetrino, una vita che scorre come una fiumana in infinita profusione.(...)I buoni scrittori toccano spesso la vita. I mediocri la sfiorano con una mano fuggevole.Capite perchè i libri sono odiati e temuti?Perchè rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive.
    Scopo dei libri è di ricordarci quanto siamo dissennati. Sono i pretoriani di Cesare, i quali mormorano, mentre il corteo trionfale passa rombando:"Ricordati, Cesare, che anche tu sei mortale".La maggior parte di noi non può correre quà e là notte e giorno, parlare con tutti, conoscere tutte le città della terra, non abbiamo tempo,denaro,nemmeno tanti amici.Le cose che voi cercate, Montag, sono su questa terra, ma il solo modo per cui l'uomo medio potrà vederne il novantanove per cento sarà un libro."

    Is this helpful?

    Frida85 said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Perché un mondo senza libri non può esistere

    Ho comprato questo libro perché avevo visto il film di François Truffaut, e mi incuriosiva leggere la storia dopo averla vista.
    La storia è ambientata in un futuro ipotetico nel quale il protagonista, Guy Montag, è un vigile del fuoco: il suo compit ...(continue)

    Ho comprato questo libro perché avevo visto il film di François Truffaut, e mi incuriosiva leggere la storia dopo averla vista.
    La storia è ambientata in un futuro ipotetico nel quale il protagonista, Guy Montag, è un vigile del fuoco: il suo compito però, come quello dei suoi colleghi, non è spegnere incendi, ma andare in cerca di libri e, distruggerli. Infatti nel mondo raccontato da Bradbury la lettura è considerata un reato grave da punire, e l'unico mezzo che i cittadini hanno a disposizione è la televisione, strumento che viene usato per manipolare le menti ed indirizzare la gente verso ciò che il Governo ritiene giusto o sbagliato. Un giorno però Guy trasgredisce alle regole e viola egli stesso la legge, leggendo parte di un libro che avrebbe dovuto bruciare; capisce così che, in fin dei conti, i libri non sono così pericolosi come si vuole far credere alla gente, e che invece sono strumenti importanti per trasmettere la memoria storica ai posteri.
    "Fahrenheit 451" è un romanzo che fa riflettere e che, per alcuni aspetti, può essere accostato a grandi opere come "1984" di Orwell o "Il Mondo Nuovo" di Huxley, ma che alla fine lascia aperta una speranza: Guy infatti evade da quella realtà distopica della quale sente di non poter e di non voler più fare parte per rifugiarsi sulla riva di un fiume, insieme ad un gruppo di uomini che da quel mondo è già riuscito a fuggire, e che si è impegnato ad essere la memoria letteraria dell'umanità.
    Il titolo si riferisce al numero sull'elmetto di Guy, anche se secondo alcuni critici quelli sarebbero i gradi Fahrenheit a cui brucia la carta.
    "Fahrenheit 451" è un romanzo che ho trovato facile da leggere e abbastanza piacevole, che ha al centro temi molto importanti e sui quali riflettere: un mondo dominato dai mezzi di comunicazione, e in particolare dalla televisione, che viene utilizzata per veicolare il pensiero degli uomini, i quali vengono privati della loro libertà e ridotti ad automi, rinunciando così a qualsiasi contatto con la realtà esterna e vivendo rinchiusi in sé stessi.

    Is this helpful?

    alisa said on Jul 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ho letto perchè mi incuriosiva questa storia in cui si bruciavano i libri. Avevo paura fosse un riferimento al gesto nazista e niente di più, invece scopro un racconto che è stato scritto negli anni '60 e che ancora oggi è perfettamente contestuali ...(continue)

    L'ho letto perchè mi incuriosiva questa storia in cui si bruciavano i libri. Avevo paura fosse un riferimento al gesto nazista e niente di più, invece scopro un racconto che è stato scritto negli anni '60 e che ancora oggi è perfettamente contestualizzabile e sembra scritto ieri. Molti passaggi fanno riflettere su di noi e sulla società che corre, corre, corre e non ti concede il tempo di pensare. La lettura di questo libro è stata una bella compagnia.

    Is this helpful?

    el Mariachi said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fahrenheit 451

    << Un libro è un fucile carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l'arma. Castriamo la mente dell'uomo>>.

    Un libro che ha molto da dire, soprattutto oggi, e come lo dice efficacemente :)

    4 stelline per lo ...(continue)

    << Un libro è un fucile carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l'arma. Castriamo la mente dell'uomo>>.

    Un libro che ha molto da dire, soprattutto oggi, e come lo dice efficacemente :)

    4 stelline per lo stile che non ho trovato convincente al 100%

    Is this helpful?

    Francesca Carconi said on Jul 3, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book

Margin notes of this book