Fahrenheit 451

Di

Editore: Mondadori (Oscar Classici moderni, 16)

4.2
(18420)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 196 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Chi tradizionale , Portoghese , Tedesco , Finlandese , Olandese , Catalano , Turco , Ungherese , Sloveno , Svedese , Galego , Giapponese , Russo , Basco , Polacco , Chi semplificata , Greco

Isbn-10: 8804320257 | Isbn-13: 9788804320258 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giorgio Monicelli ; Illustrazione di copertina: Alberto Burri

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Politica , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Fahrenheit 451?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il protagonista di Fahrenheit 451 è un Milite del fuoco - Guy Montag - che ha il compito di rintracciare chi si è macchiato del reato di lettura, di eliminarlo e di bruciarne i libri. In questo futuro alternativo tutte le case sono costruite con tecnologie che le rendono ignifughe e quindi il solo compito dei vigili del fuoco è quello di eliminare i libri e i loro possessori. Infatti è un reato sia leggere che possedere qualsiasi tipo di volume e, spesso, i proprietari decidono di essere bruciati vivi insieme alle loro biblioteche segrete.

In questa società viene assicurato l'ordine sociale con regole ben precise. Tutti i cittadini rispettosi della legge devono utilizzare la televisione per istruirsi, informarsi e per vivere serenamente al di fuori di ogni inutile forma di comunicazione. La televisione come elemento ossessivo della società viene utilizzata dal governo per definire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Montag, che per anni è stato un vigile del fuoco modello, un giorno commette un'improvvisa infrazione: decide di leggere un breve trafiletto di un libro che dovrebbe bruciare. In seguito, attirato dalla sua prima fugace lettura, salva alcuni libri e inizia a leggerli di nascosto. La decisione di infrangere le regole gli viene suggerita dalla conoscenza di Clarisse, una ragazzina sua vicina di casa, che mostra un modo di vivere anomalo. Infatti Montag ha notato che i familiari di Clarisse alla sera non guardano la televisione, che non possiedono, ma trascorrono il tempo parlando tra di loro e tutti dimostrano di possedere un'allegria e spensieratezza difficile da comprendere e facilmente invidiabile.

La famiglia di Clarisse sembra felice a differenza di quella di Montag, che non ha figli e la cui moglie, che ha appena tentato il suicidio ingerendo barbiturici, non ne vuole. Montag, dopo aver riflettuto a lungo, prende coscienza di non amare né realmente conoscere quella donna e capisce che nella sua vita c'è qualcosa di profondamente sbagliato. La lettura dei libri che ha sottratto lo conducono a scoprire un nuovo mondo, ma lo spingono inesorabilmente verso la rovina sociale. Sua moglie lo abbandona e i suoi ex colleghi lo cercano per punirlo.

Nella parte finale del libro il protagonista è braccato dagli abitanti della città che, tramite la televisione, scrutano le strade attendendo il suo passaggio per poterlo denunciare alla polizia. Montag riesce a fuggire e si rifugia in campagna dove incontra dei vagabondi che come lui amano i libri e sperano un giorno di poter far risorgere la cultura dalle ceneri di quella società.

Il libro si chiude con un bombardamento atomico, che distrugge le città: la nazione di Montag ha iniziato infatti a combattere una guerra con una nazione avversaria, ma i cittadini non si erano preoccupati del conflitto, dato che la televisione non li aveva mai informati sul suo effettivo andamento e sulle possibili catastrofi ad esso collegate.

Montag e i suoi amici si incamminano verso una nuova città ove poter tramandare le loro conoscenze e i libri che hanno imparato a memoria.

Ordina per
  • 1

    Sarà un classico, ma a me non è piaciuto. Né la storia, né la scrittura che ho trovato pesante e noiosa. Anche i personaggi per me non sono accattivanti. Pesantissimo, noioso e anche un po' senza sens ...continua

    Sarà un classico, ma a me non è piaciuto. Né la storia, né la scrittura che ho trovato pesante e noiosa. Anche i personaggi per me non sono accattivanti. Pesantissimo, noioso e anche un po' senza senso

    ha scritto il 

  • 5

    Raramente ho amato così tanto un libro. Fahrenheit 451 si fionda prepotentemente tra i miei dieci libri preferiti.
    Non fate il mio errore, non aspettate, correte a leggerlo!

    ha scritto il 

  • 1

    Sono perplessa... davvero questo libro sarebbe un classico?
    Personalmente l'ho trovato illeggibile. Sì, ok, mondo distopico, libri proibiti, i buoni leggono, i cattivi guardano la tv... ma nessuna tra ...continua

    Sono perplessa... davvero questo libro sarebbe un classico?
    Personalmente l'ho trovato illeggibile. Sì, ok, mondo distopico, libri proibiti, i buoni leggono, i cattivi guardano la tv... ma nessuna trama, per quanto bella sia (e non è questo il caso), può convincermi ad affrontare un libro scritto in un modo che mi ha fatto sfiorare l'attacco isterico. Possibile che ogni parola necessiti di due aggettivi, un paragone e una metafora? Non puoi venirmi a dire che è una "scrittura poetica"... questo non ha niente di poetico, è solo frustrante da morire. Roba che quasi quasi ci do fuoco.

    ha scritto il 

  • 1

    La storia è davvero poco originale e ho odiato tutti i personaggi dall'inizio alla fine (tranne Faber e la ragazzina all'inizio). Assolutamente insopportabili davvero. Non so se è stata questa traduzi ...continua

    La storia è davvero poco originale e ho odiato tutti i personaggi dall'inizio alla fine (tranne Faber e la ragazzina all'inizio). Assolutamente insopportabili davvero. Non so se è stata questa traduzione a renderli particolarmente detestabili, ma purtroppo comprai questa. Molti anni orsono.

    ha scritto il 

  • 5

    Distopia o Preveggenza?

    Un libro visionario, scritto nel 1953, quando la realtà virtuale come la viviamo oggi non esisteva, se consideriamo che l'agenzia per i progetti di ricerca avanzata di difesa degli Usa inizio' nel 196 ...continua

    Un libro visionario, scritto nel 1953, quando la realtà virtuale come la viviamo oggi non esisteva, se consideriamo che l'agenzia per i progetti di ricerca avanzata di difesa degli Usa inizio' nel 1960 ricerche che portarono poi all'invenzione di internet. Eppure Bradbury con una prosa a volte criptica, che sfiora la poesia, mi ha catapultato nel mondo di facebook, dei reality, delle interazioni virtuali, ovvero in una società distopica dove l'annullamento dei pensieri e la costruzione artificiale dei sentimenti è la norma. I libri, custodi di conoscenza e motori di cambiamento interiore sono banditi vietati e distrutti, affinchè un vuoto pneumatico regni sovrano in attesa di una distruzione. Da brividi

    ha scritto il 

  • 2

    Mi aspettavo molto da questo romanzo tanto acclamato. Sono rimasto invece deluso dalla prosa troppo pomposa che mi ha fatto venire seri dubbi su quale fosse veramente la letteratura da salvare. ...continua

    Mi aspettavo molto da questo romanzo tanto acclamato. Sono rimasto invece deluso dalla prosa troppo pomposa che mi ha fatto venire seri dubbi su quale fosse veramente la letteratura da salvare.

    ha scritto il 

  • 3

    Note:一個人就是一本書。

    1.人可以忍受無知,卻不能被愚弄?
    2.寓意看完書末作者的話之後反而會更不明白唷。(笑)
    3.知識並非一切,技藝也是學問。關於愚昧的黑色幽默。
    4.書封不是最重要的,但真的會影響你掏錢的心情♥

    ha scritto il 

  • 4

    UNA SOCIETA' DISTOPICA CHE BRUCIA I LIBRI

    Un buon lettore non può non conoscere il pompiere Montag, eccellente protagonista di un classico della fantascienza che offre importanti spunti di riflessione e ci fa capire l importanza dei libri tra ...continua

    Un buon lettore non può non conoscere il pompiere Montag, eccellente protagonista di un classico della fantascienza che offre importanti spunti di riflessione e ci fa capire l importanza dei libri tra passato e futuro...tutti dovrebbero averlo nella propria biblioteca

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per
Ordina per