Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fahrenheit 451

By Ray Bradbury

(4)

| Paperback | 9789756902219

Like Fahrenheit 451 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Guy Montag işini seven bir itfaiyeciydi. On yıldır kitap yakıyordu. Gecenin bir yarısında yola çıkışlarını, alevlerin kitapları yutuşunu hiç sorgulamamıştı... Hiç sorgulamamıştı, insanların korkusuzca yaşadıkları bir geçmişi anlatan o 17 yaşındaki ge Continue

Guy Montag işini seven bir itfaiyeciydi. On yıldır kitap yakıyordu. Gecenin bir yarısında yola çıkışlarını, alevlerin kitapları yutuşunu hiç sorgulamamıştı... Hiç sorgulamamıştı, insanların korkusuzca yaşadıkları bir geçmişi anlatan o 17 yaşındaki genç kızla karşılaşana dek... Montag'ın hayatındaki bütün yanlışlar doğrularla yer değiştirir o andan sonra... İşini, eşini, yaşayışını yeni bir gözle değerlendirir. Önünü alamadığı duyguları onu, asla tahmin edemeyeceği şeyler yapmaya iter.Sansüre, totaliter yönetimlere, kültür endüstrisine ve uzunca bir süredir sürdürdüğümüz yaşam tarzına yönelik en keskin eleştirilerden biri. Okuyun ve kendinizi yeni baştan kurun!

1745 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    L'ho letto perchè mi incuriosiva questa storia in cui si bruciavano i libri. Avevo paura fosse un riferimento al gesto nazista e niente di più, invece scopro un racconto che è stato scritto negli anni '60 e che ancora oggi è perfettamente contestuali ...(continue)

    L'ho letto perchè mi incuriosiva questa storia in cui si bruciavano i libri. Avevo paura fosse un riferimento al gesto nazista e niente di più, invece scopro un racconto che è stato scritto negli anni '60 e che ancora oggi è perfettamente contestualizzabile e sembra scritto ieri. Molti passaggi fanno riflettere su di noi e sulla società che corre, corre, corre e non ti concede il tempo di pensare. La lettura di questo libro è stata una bella compagnia.

    Is this helpful?

    el Mariachi said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fahrenheit 451

    << Un libro è un fucile carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l'arma. Castriamo la mente dell'uomo>>.

    Un libro che ha molto da dire, soprattutto oggi, e come lo dice efficacemente :)

    4 stelline per lo ...(continue)

    << Un libro è un fucile carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l'arma. Castriamo la mente dell'uomo>>.

    Un libro che ha molto da dire, soprattutto oggi, e come lo dice efficacemente :)

    4 stelline per lo stile che non ho trovato convincente al 100%

    Is this helpful?

    Francesca Carconi said on Jul 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Riempiti gli occhi di meraviglie, vivi come se dovessi cadere morto fra dieci secondi."
    Inutile dire che è molto attuale...secondo me è un libro essenziale in una libreria che si rispetti!

    Is this helpful?

    Mirko The Fisherman said on Jul 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Al parecer, los libros de ciencia ficción tienden a ser proféticos, aunque sólo en la medida de nuestras posibilidades, cosa aterradora, por todas las implicaciones que tiene. Fahrenheit 451 nos muestra un futuro en el que los libros están prohibidos ...(continue)

    Al parecer, los libros de ciencia ficción tienden a ser proféticos, aunque sólo en la medida de nuestras posibilidades, cosa aterradora, por todas las implicaciones que tiene. Fahrenheit 451 nos muestra un futuro en el que los libros están prohibidos, pero también lo están los ratos libres y todo tipo de actividades que impliquen procesos de pensamiento superiores. En este mundo se privilegia el entretenimiento por sobre todas las cosas, la historia no existe y no importa, la gente vive en un mundo en el que sólo puede encauzar su tiempo a actividades lucrativas o lúdicas, todas ellas dictadas por el gobierno. ¿Suena familiar? Desgraciadamente sí.

    Sin embargo, así como el libro nos presenta un panorama desolador y tétrico por la resonancia que encuentra en nuestros días, todo esto mediante una prosa que crea un sentimiento de alienación y repetición, Fahrenheit 451 también nos da esperanzas. No son los libros los que importan, no en sí, sino el conocimiento, el proceso crítico, el ser autónomos y no dejarnos absorber por lo que dicen las masas, el gobierno o la moda.

    Sumado a este relato tan fascinante que nos hace reflexionar sobre nuestras prácticas en la sociedad, hay dos más, igual de interesantes y que perpetúan el estilo del autor en cuanto a que él no te da el mensaje, no te llena de sermones políticos o epistemológicos, sino que deja que lo descubras por ti mismo como lector, elemento que comparten estos relatos extra y que dan curiosidad por seguir explorando su obra.

    Muy buen libro para reflexionar, disfrutar y analizar como ejercicio literario.

    Is this helpful?

    Laurine said on Jul 3, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    "I buoni scrittori toccano spesso la vita. I mediocri la sfiorano con una mano fuggevole. I cattivi scrittori la sforzano e l'abbandonano. <<Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. La gent ...(continue)

    "I buoni scrittori toccano spesso la vita. I mediocri la sfiorano con una mano fuggevole. I cattivi scrittori la sforzano e l'abbandonano. <<Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, senza pori, senza peli, inespressive. Viviamo in un tempo in cui i fiori tentano di vivere sui fiori, invece di nutrirsi di buona pioggia e di fertile limo nero.>>"

    Correva l'anno 1953, quando venne pubblicato Fahreneit 451, classificato come un'opera di fantascienza.
    Ed effettivamente per generazioni di lettori questo è stato: una storia surreale ambientata in uno scenario distopico.
    Come spesso accade ai grandi scrittori, la fervida fantasia che li caratterizza li conduce, a conquistarsi, purtroppo, ma a buon diritto, il ruolo che fu di Cassandra.
    E così molto di ciò che si trova in questo capolavoro sta già accadendo sotto i nostri occhi: il lento e inesorabile declino culturale, l'agghiacciante appiattimento intellettuale, l'incapacità totale di decifrare la realtà, che contribuiamo a plasmare ogni giorno, l'arrendevolezza e l'assenza di immunizzazione nei confronti del nulla imperante:

    "Per forza! Noi dobbiamo essere tutti uguali. Non è che ognuno nasca libero e uguale, come dice la Costituzione, ma ognuno vien fatto uguale. Ogni essere umano ad immagine e somiglianza di ogni altro; dopo di che tutti sono felici, perché non ci sono montagne che ci scoraggino con la loro altezza da superare, non montagne sullo sfondo delle quali su debba misurare la nostra statura! Ecco perché un libro è un fucile a carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l'arma. Castriamo la mente dell'uomo."

    Il mondo degli uomini che si privano dei libri, dipinto da Bradbury, è perfetto: asettico, chiuso, privo di emozioni. L'imperativo categorico è bandire quaunque forma di negatività.
    Vietato provare tristezza! Vietato qualunque barlume di malinconia!
    Gli uomini sono totalmente incoscienti di sé stessi.
    Così finiscono per rimuovere il desiderio di essere felici.
    Sennonché, in una notte di ritorno dalla quotidiana missione di incendiare case ancora infestate da libri, Montag, viene sconvolto proprio dalla domanda di una bizzarra ragazzina, che gli squarcia l'animo con la semplicissima immensa domanda che, da ogni tempo, investe tutti prima o poi:

    "Siete felice?" domandò.
    "Che cosa? Sono che?" gridò lui di rimando.

    Ma qui il discorso diventa lungo ed intricato da svolgere.

    Per farla breve io, attraverso Bradbury, la vedo così: probabilmente i libri non ci rendono propriamente felici, anzi spesso fanno giusto il contrario e ci salvano la vita:
    ci indicano delle direzioni che, stravolgono le nostre prospettive, smascherano i pregiudizi in cui siamo cresciuti, insomma ci aprono gli occhi sui sogni che davvero contano per ciascuno di noi.
    E scusate se é poco.

    Is this helpful?

    @Sunrise said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Storia interessante ma poco scorrevole per i miei gusti...le ultime 30 pagine le ho lette solo qua e là, cosa che non mi capita mai, in compenso all'inizio è ricco di spunti di riflessione.

    Is this helpful?

    Clara Firrincieli said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

Improve_data of this book