Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fall of Giants

By

Publisher: Dutton Books

4.0
(4239)

Language:English | Number of Pages: 985 | Format: Others | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , Catalan , French , German , Portuguese , Dutch

Isbn-10: 0525951652 | Isbn-13: 9780525951650 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Paperback , idBinding_37 , Boxset , Softcover and Stapled , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Political

Do you like Fall of Giants ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
'Fall of Giants' follows five linked families through the world-shaking dramas of the First World War, the Russian Revolution, and the struggle for votes ...
Sorting by
  • 4

    El maestro ha vuelto. Follet hace de la lectura un verdadero placer. Escribe con un talento sobrenatural que engancha al lector hasta el éxtasis. Formalmente el libro es completo. La narración y los d ...continue

    El maestro ha vuelto. Follet hace de la lectura un verdadero placer. Escribe con un talento sobrenatural que engancha al lector hasta el éxtasis. Formalmente el libro es completo. La narración y los diálogos están perfectamente equilibrados. La narración es entretenida y amena y sus diálogos inteligentes y vivos. En cuanto al argumento la cosa no está tan clara. Es una época histórica tan reciente como para estar exento de prejuicios; ya sean históricos o políticos. Los personajes son maravillosos. A mí, en particular, me atraen Ethel y Maud: dos mujeres inteligentes que luchan por superar los convencionalismos sociales, pero sin renunciar a su vertiente femenina. Cuando leía la historia de los dos hermanos rusos no podía dejar de pensar en la serie de televisión "Hombre rico, hombre pobre". Dos hermanos totalmente distintos; pero, al mismo tiempo, triunfadores. el autor muestra perfectamente la psicología de la aristocracia en la persona de Fitz: prepotente y arrogante. Su valía es su nacimiento. Pero los tiempos cambian, a partir de ahora, vales según tus méritos.

    said on 

  • 4

    un romanzo storico in cui i protagonisti sono travolti, cambiati dagli avvenimenti del.periodo storico.. affascinante soprattutto per la ricostruzione storica e per i diversi puni di vista in cui è vi ...continue

    un romanzo storico in cui i protagonisti sono travolti, cambiati dagli avvenimenti del.periodo storico.. affascinante soprattutto per la ricostruzione storica e per i diversi puni di vista in cui è vista.. consigliato!

    said on 

  • 4

    Libro molto bello. Il punto di vista del narratore privilegia decisamente l'Inghilterra, influenzando la descrizione di quanto avviene negli altri paesi.

    said on 

  • 4

    Mi sono sempre tenuta un pò lontana da Follett, considerandolo uno scrittore commerciale. Dopo aver letto i " Pilastri dlla terra" mi sono ricreduta, su quello che la lettura può dare : alcune ore di ...continue

    Mi sono sempre tenuta un pò lontana da Follett, considerandolo uno scrittore commerciale. Dopo aver letto i " Pilastri dlla terra" mi sono ricreduta, su quello che la lettura può dare : alcune ore di pura distrazione enon è poco..Qui, il libro l'ho trovato più costruito, meno sciolto, fa un pò il verso ai romanzi russi per la ricchezza dei personaggi; ma in complesso mi è piaciuto. Buona la descrizione del coinvolgimento delle varie nazioni alla prima guerra mondiale ed anche la narrazione della vita nelle trincee. Buona lettura.

    said on 

  • 3

    stereotipato e superficiale (e nonostante ciò meglio del successivo) ma scorre veloce e soprattutto mette ordine fra i pochi sparsi ricordi del periodo storico

    said on 

  • 3

    Questo è il classico libro che definirei "carino ma".
    Carino perchè bella l'idea di raccontare la prima guerra mondiale da dentro.
    Carino perchè mette tanti diversi punti di vista.
    Carino perchè condi ...continue

    Questo è il classico libro che definirei "carino ma".
    Carino perchè bella l'idea di raccontare la prima guerra mondiale da dentro.
    Carino perchè mette tanti diversi punti di vista.
    Carino perchè condivido molte analisi che fa.
    Carino perchè nessuno dei protagonisti è un vero potente.
    Ma è troppo lungo.
    Ma in realtà è un romanzo rosa travestito da romanzo storico e tutto ruota intorno a chi si fa chi.
    Ma le storie sono un po' banalotte.
    ma (soprattutto) come diavolo è possibile che tutti si continuino a rincontrare in un un mondo in piena guerra mondiale?????

    said on 

  • 3

    richiede dedizione

    Dopo aver letto negli anni andati altri romanzi fiume dello stesso autore, ho iniziato questo libro...per nulla spaventato dalle 999 pagine...sapevo cosa aspettarmi visti i trascorsi...ma complici la ...continue

    Dopo aver letto negli anni andati altri romanzi fiume dello stesso autore, ho iniziato questo libro...per nulla spaventato dalle 999 pagine...sapevo cosa aspettarmi visti i trascorsi...ma complici la spiaggia il mare il fiume e l'ozio è andata via liscia...! Un romanzo storico con personaggi e storie che si dipanano con un sottofondo di fatti storici noti e meno noti...un rinfresco utile per la conoscenza della storia se non altro. Poi i protagonisti vengono calati con una verosimiglianza che non infastidisce...rendendoli anche partecipi di fatti famosi. Mi è piaciuto ma non entusiasmato....comunque vedremo poi con il secondo capitolo della saga se confermare o cambiare il giudizio...per ora ok ma non eccelso, diciamo cosi. Ciauuuuu

    said on 

  • 4

    Indubbiamente bello

    Ho ripreso a leggere Ken Follet solo perché mi hanno regalato questo romanzo infatti dopo aver letto i Pilastri della Terra che mi ha annoiato terribilmente avevo deciso di non leggere più nulla.

    Da a ...continue

    Ho ripreso a leggere Ken Follet solo perché mi hanno regalato questo romanzo infatti dopo aver letto i Pilastri della Terra che mi ha annoiato terribilmente avevo deciso di non leggere più nulla.

    Da amante del romanzo storico mi sono parzialmente ricreduto grazie alla caduta dei Giganti.

    L'aspetto che mi è piaciuto maggiormente è la trama: la storia di queste famiglie sparse per il mondo è ben annodata e mi piace molto come i personaggi entrano in contatto tra di loro in modo assolutamente verosimile senza colpi di scena poco credibili.

    I personaggi partono slegati fra di loro ma man mano la storia s'intreccia ed essi vengono in contatto tra di loro: tutto molto bello.

    E' molto ben miscelato anche il contesto storico con la trama vera e propria: il contesto non soffoca la storia ma resta sullo sfondo come giusto che sia.

    Gli aspetti che mi sono piaciuti meno sono due:

    1) la dimensione del romanzo: troppo lungo, troppi episodi
    marginali che alla fine lo rendono un po' noioso.

    2) i personaggi mi sembrano troppo stereotipati: non ho trovato segni di evoluzione e/o maturazione psicologica, sembrano chiusi nei loro schemi e nella loro figura.

    said on 

Sorting by
Sorting by