Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fallen

Di

Editore: Rizzoli (BUR)

3.5
(3511)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 444 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Catalano , Portoghese , Olandese , Francese , Tedesco

Isbn-10: 8817049395 | Isbn-13: 9788817049399 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Serena Daniele

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Romance , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Fallen?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una ragazza tormentata da un destino che non ha scelto, un angelo caduto condannato ad amarla per l’eternità, reincarnazione dopo reincarnazione, solo per vederla morire ogni volta. Luce e Daniel sfideranno insieme i demoni che ossessionano lei, e insieme cercheranno la redenzione per sé e per il loro amore.
Ordina per
  • 2

    Nel mio momento di smania da interprestito bibliotecario ho inserito a caso questo titolo. Dall'anno della sua uscita Fallen continuava a cadermi sotto gli occhi, molti blog ne parlavano, le copertine ...continua

    Nel mio momento di smania da interprestito bibliotecario ho inserito a caso questo titolo. Dall'anno della sua uscita Fallen continuava a cadermi sotto gli occhi, molti blog ne parlavano, le copertine spuntavano fuori a tradimento ma, non so perché, non mi era mai venuta voglia di leggerlo.

    Con la scusa di poter ordinare qualsiasi cosa, ho aggiunto anche la Kate tra gli altri romanzi e l'ho letto quando la mia pila si è consumata.

    Come unica preparazione al romanzo ho avuto una soffiata piuttosto scazzata dalla mia amica Morwen "Ah sì...quello degli angeli. Due palle." Bene questa frase racchiude anche il mio giudizio. Ah, sono angeli. Sì ma che palle.

    Per 442 pagine ho tenuto duro grazie allo stato zen di sopportazione mistica: leggere qualcosa di non travolgente, non brillante, non maturo non è sempre un'esperienza orrenda. Fallen è un romanzo che inizia molto bene ma perde consistenza a blocchi, così come perde l'attenzione del lettore.

    Lo stile dell'autrice è posato, misurato, con un ritmo da bradipo che si prende il suo tempo per muovere i personaggi sulla scena. Luce passa buona parte della prima metà del romanzo a fare i conti con la sua follia, con la nuova scuola e con l'attrazione non ricambiata per il bel Daniel. Fino a qui tutto bene, mi è piaciuto leggere delle sue paturnie però presto ho sentito la necessità di una bella scossa. Della serie 'o fai accadere qualcosa o mi vanno in coma i neuroni.'

    Purtroppo la Kate è una seguace della verità nascosta: sembra insinuare un sacco di cose su un sacco di personaggi ma morire se si degna di dare un briciolo di prova, anche passiva, per scatenare la fantasia del lettore. Puoi immaginare qualsiasi cosa, qualsiasi motivazione o svolta, tanto la Kate te lo dice solo alla fine e solo a modo suo.

    La seconda parte del romanzo, quella che dovrebbe decollare e contenere buona parte dello sviluppo e delle rivelazioni, singhiozza tra una scena di amore alla Twilight e qualche scena di ombre non meglio identificate che fanno cose. Luce vede queste benedette ombre, viene curata da una vita, spedita in un correzionale e mai, nemmeno una volta si dice perché le vede, cosa sono, cosa fanno. Niente, Luce vede le ombre. Stop.

    La parte finale è quella che contiene il classico troppo che stroppia: finalmente - dopo una serie di ragionamenti che ancora non ho capito - Luce identifica la natura di Daniel e a spizzichi e bocconi anche noi lo veniamo a sapere. Luce e Daniel sono una specie di coppia che deve stare insieme, nel corso dei secoli Luce muore non si sa perché mentre Daniel continua a vivere, essendo un immortale. Ogni 17 anni lei lo trova, si innamora e poi crepa e lui si strugge perché continua a succedere non si sa perché. Ricapitolando, Daniel è un angelo caduto, innamorato di Luce - che probabilmente è una creatura non umana ma non ci è dato sapere - e ogni 17 anni la storia si ripete. La teorica battaglia finale tra i buoni e i cattivi è - per stessa ammissione dei personaggi - inutile, visto che tra angeli non ci si accoppa e allora cosa combatti a fare? e l'unico risultato è quello di allontanare Luce verso lidi non meglio conosciuti e lasciare il lettore confuso peggio che all'inizio del romanzo.

    Fallen è un libro lento ma non è questo che lo rende noioso: è la trama piatta, i contenuti dati per scontati, il fatto che non succeda nulla per centinaia di pagine. Per quanto Luce sia un personaggio carino e il suo adattamento alla scuola sia una parte molto interessante da leggere, la novità svanisce in fretta e ci si aspetta sempre qualcosa che non succede.

    Per carità, per passare il tempo sul treno va più che bene, ma dal punto di vista qualitativo è ampiamente superato da molti titoli suoi compagni. Lo posso dire senza ombra di dubbio, io e la Kate non ci rileggeremo più. Fallen è stata la prima e unica volta, la saluto con tanto affetto e la lascio agli occhi di chi la apprezza.

    Mi chiedo ancora quale sia l'utilità della storia di questo primo romanzo: serve a...? Qualcuno riempa lo spazio.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Dieci volte peggio di Twilight, il che è tutto dire... anche perchè peggio di una svampita che si innamora di un pseudovampiro c'è solo una svampita che si innamora di un angelo.
    Per tre quarti di lib ...continua

    Dieci volte peggio di Twilight, il che è tutto dire... anche perchè peggio di una svampita che si innamora di un pseudovampiro c'è solo una svampita che si innamora di un angelo.
    Per tre quarti di libro è una partita a ping pong con lei che, indecisa, passa dal ragazzo A al ragazzo B... e A e B, e A e B... eccheppallegesù!
    Per non parlare del fatto che il ritmo è inesistente... è un susseguirsi di eventi inutili descritti fin nel dettaglio più insignificante.
    Insomma, 'na boiata assurda.
    Ma la cosa peggiore è che ci sono altri tre libri che ne continuano la storia... anzi no: la cosa ancora peggiore è che ne stanno facendo un film.
    #uccidetemiora

    ha scritto il 

  • 2

    Attenzione: parolacce in arrivo!

    Appena concluso.
    Bah, non so sinceramente che pensare.
    C'è da dire che l'ho praticamente divorato, ma ci tengo a puntualizzare che è un periodo del cavolo e piuttosto che stare con i piedi per terra p ...continua

    Appena concluso.
    Bah, non so sinceramente che pensare.
    C'è da dire che l'ho praticamente divorato, ma ci tengo a puntualizzare che è un periodo del cavolo e piuttosto che stare con i piedi per terra preferisco leggere qualunque stronzata (con i dovuti limiti, s'intende).
    L'idea di base c'è e non è manco così banale; pensavo d'aver capito tutto già al prologo, ma alla fine mi sono dovuta ricredere per certi versi.
    E' descritto bene, nel senso che comunque ti immerge molto bene nelle varie situazioni e le emozioni te le senti addosso (tant'è che verso la fine credo d'aver trattenuto il respiro per qualche tempo), MA dall'altro lato ROMPE IL CAZZO.
    In certi punti mi sarei presa a pugni nello stomaco e martellate sulle ovaie! Quando sembra che finalmente stia venendo fuori qualcosa, ecco che si ferma e rompe la minchia con i pacchi mentali della protagonista!
    MA BASTA!
    Comunque credo continuerò a farmi del male proseguendo con la lettura del secondo: "TORMENT" (che già il titolo è tutto un programma... come se questo non fosse già stato una sofferenza!).
    Concluderei dicendo: vi rompete le palle, siete in un periodo incasinato, ma non volete abbandonare la lettura e avete bisogno di staccare un po'?
    Sparatevelo.
    Altrimenti, VI PREGO, guardate oltre.

    ha scritto il 

  • 4

    Ottimo

    Devo dire che dopo aver finito il libro non ero in grado di saper spiegare la trama , troppo intrigata e complicata :O
    Però allo stesso tempo non vedevo l'ora di leggere il seguito perchè troppo curio ...continua

    Devo dire che dopo aver finito il libro non ero in grado di saper spiegare la trama , troppo intrigata e complicata :O
    Però allo stesso tempo non vedevo l'ora di leggere il seguito perchè troppo curiosa di sapere come evolvesse la storia !!!
    Posso affermare che è un libro davvero piacere e scorrevole ma soprattutto coinvolgente , di linguaggio non complicato :)
    Assolutamente consigliato :) !!!

    ha scritto il 

  • 3

    Una lettura semplice e poco coinvolgente. Leggermente più scorrevole sul finale, ma a mio parere la scrittrice si dilunga troppo sul tormento amoroso della protagonista sintetizzando troppo quando si ...continua

    Una lettura semplice e poco coinvolgente. Leggermente più scorrevole sul finale, ma a mio parere la scrittrice si dilunga troppo sul tormento amoroso della protagonista sintetizzando troppo quando si tratta di spiegare le azioni salienti che diventano confusionarie.

    ha scritto il 

  • 1

    2/10

    Ennesimo paranormal romance della serie "letto uno, letti tutti", "Fallen" è banale e noioso anche nella sua bruttura, riciclando sempre i soliti cliché senza un guizzo di inventiva, per quanto dement ...continua

    Ennesimo paranormal romance della serie "letto uno, letti tutti", "Fallen" è banale e noioso anche nella sua bruttura, riciclando sempre i soliti cliché senza un guizzo di inventiva, per quanto demente. Questa volta lui è un angelo caduto e lei la reincarnazione del suo amore perduto, ma davvero, se fosse stato un vampiro che non riesce a leggere i suoi pensieri (Twilight), o un demone che ammira la sua profondità d'animo (Angel), o un lupo mannaro che la stalka fin dall'infanzia (Shiver), o un re degli elfi che riconosce in lei il marchio della terra fatata (La ragazza della torre)... non sarebbe cambiato niente nella solita, vecchia trama trita e ritrita che gli scrittori di paranormal romance amano tanto: lui è trp bello e la tratta come una pezza da piedi, lei è mortalmente affascinata anche se non vuole ammetterlo, da un giorno all'altro si amano alla follia ma la natura oscura di lui mette in pericolo il loro amor... per dieci pagine, ché deve tutto finire bene altrimenti come la vendiamo una trilogia?
    La Kate cerca di costruire un minimo di suspense, ma fallisce miseramente: tutto, dalla verità su Daniel al colpo di scena finale, è telefonato e moscio, specie se avete un minimo di familiarità con romanzi del genere. Neanche le incursioni nella mitologia ebraico-cristiana le riescono bene, dal momento che - come le peggiori scrittrici di fanfiction - la Kate per un 20% si documenta e per il restante 80% inventa di sana pianta; d'altra parte, chi vuole accuratezza quando hai un angelo caduto superfiquo da ammirare?

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Luce è una ragazza che viene mandata dai genitori, in una scuola di riparazione, in seguito al l'accusa che lei avesse ucciso il suo ragazzo. Qui si sentirà sola e, in mezzo, ad altri ragazzi riuscir ...continua

    Luce è una ragazza che viene mandata dai genitori, in una scuola di riparazione, in seguito al l'accusa che lei avesse ucciso il suo ragazzo. Qui si sentirà sola e, in mezzo, ad altri ragazzi riuscirà a avvicinarsi ad alcuni di loro. O meglio saranno loro ad avvicinarsi a lei. Cam sarà un ragazzo che le farà una corte spietata, con dolcezza. Luce ha paura di raccontare il motivo per il quale è finita qui e verrà attratta sia da Cam, sia da Daniel, un ragazzo misterioso che le farà avere la sensazione di conoscerlo da sempre. Ma anche Luce nasconde un segreto. Cosa sono le ombre che soltanto lei vede? E chi è davvero Daniel?
    Nonostante avessi trovato il ritmo del libro un po' lento con alcune descrizioni che ho trovato inutili, la trama è molto carina soprattutto verso la fine qua do veramente si scopre la natura di Daniel.

    ha scritto il 

Ordina per