Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fame di realtà

Un manifesto

By David Shields

(69)

| Paperback | 9788864111476

Like Fame di realtà ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

10 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un vero manifesto

    Da associare alla critica di Lovink

    Is this helpful?

    Nic said on Sep 8, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    "I fatti non esistono, c'è solo l'arte."

    "Se volete ripristinare la forma originaria in cui il libro andava letto, vi basta prendere un paio di forbici o una lametta o un taglierino e staccare le pagine che vanno dalla 248 alla 262 tagliando lungo la linea tratteggiata.
    Di chi sono le pa
    ...(continue)

    "Se volete ripristinare la forma originaria in cui il libro andava letto, vi basta prendere un paio di forbici o una lametta o un taglierino e staccare le pagine che vanno dalla 248 alla 262 tagliando lungo la linea tratteggiata.
    Di chi sono le parole?
    Di chi è la musica e tutto il resto della nostra cultura?
    È nostra, di tutti, anche se per ora non tutti lo sanno. Non si può imporre un diritto d'autore alla realtà.
    Basta, smettete di leggere."

    Un manifesto che difficilmente si "scollerà" dalla mente del fortunato lettore, una volta imbattutosi in questo stravolgente collage.
    Semplicemente grandioso.

    Is this helpful?

    Robertin@ said on Aug 20, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Alcune ottime intuizioni sommerse in una poltiglia di narcisismi e pop di brutta qualità.

    Is this helpful?

    Antonio Coiro said on Dec 9, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    (RI)FORMA

    Fame di Realtà di David Shields è un libro che sfonda la verità nella teoria della letteratura. Leggibile anche da chi non si occupa di teoria della letteratura. Un libro destinato al Lettore Futuro e sopratutto allo Scrittore Futuro. Finalmente un l ...(continue)

    Fame di Realtà di David Shields è un libro che sfonda la verità nella teoria della letteratura. Leggibile anche da chi non si occupa di teoria della letteratura. Un libro destinato al Lettore Futuro e sopratutto allo Scrittore Futuro. Finalmente un libro che dice chiaro e tondo a chi appartiene la parola, il pensiero e la penna (o se volete la tastiera) e che scopre che mentre il mondo perde la sua Forma esiste la possibilità ancora della (ri)Forma in Letteratura

    Is this helpful?

    Agathangelos said on Jan 20, 2011 | Add your feedback

  • 8 people find this helpful

    La quarta di copertina recita:

    “Una della opere più importanti di teoria letteraria pubblicate negli ultimi anni”.

    Capisco le esigenze commerciali però sarei decisamente più cauta. Proseguendo nel sentiero tracciato dall’”autore”:

    1

    Una ...(continue)

    La quarta di copertina recita:

    “Una della opere più importanti di teoria letteraria pubblicate negli ultimi anni”.

    Capisco le esigenze commerciali però sarei decisamente più cauta. Proseguendo nel sentiero tracciato dall’”autore”:

    1

    Una sorta di metodo aforismatico immerso in salsa pop; o forse, meglio, una parodia warholiana del Tractatus di Wittgenstein, col rischio che ciò che si guadagna in dinamismo lo si perda in profondità; risulta innanzitutto apprezzabile il postulato da cui il discorso prende le mosse: la letteratura è viva, ed è in continua evoluzione.

    2

    le pecche più evidenti si ritrovano probabilmente nell’eccessivo (nord)americanocentrismo, in una leggerezza che a volte sfiora la monodimensionalità del ready-made, e nella convinzione che in un certo metodo combinatorio usato per la costruzione del volume oltre che qualcosa di accattivante ci sia qualcosa di veramente nuovo e fresco (proprio nel momento in cui la radice post-moderna da cui esso nasce o si rigenera sembra essersi ultimamente un po’ disseccata).

    3

    Ciò che dice Walter Benjamin è vero per tutte le arti tranne che per la letteratura. La letteratura è sempre stata al di qua e al di là della riproducibilità tecnica. Il papiro, la pietra, l’acqua, la carta, lo schermo… sono semplici stampelle dell’unico hardware di cui il linguaggio necessiti: un cervello di sapiens sapiens. La letteratura è l’opera d’arte nel regno della sua riproducibilità biologica.

    4

    E’ stato detto che la Recherche sarebbe un’opera di saggistica letteraria sostanzialmente priva di trama. Ritengo che pochi saggi indaghino i meccanismi della gelosia amorosa come fa Proust nel suo romanzo. Ma per farlo con quella profondità e quella perizia non servono forse due personaggi come Charles e Odette, due personaggi come Marcel e Albertine, una città come Parigi, un salotto come quello dei Guermantes? E non è questa una trama? Non è l’insostenibile leggerezza di questi dettagli a separare fiction da non fiction?

    5
    Non si hanno notizie di uomini trasformati in scarafaggi nella Praga degli anni Dieci, e tuttavia nessun racconto è più autobiografico della Metamorfosi di Kafka.
    6
    L’amore ai tempi di Saffo è diverso dall’amore ai tempi del colera è diverso dall’amore ai tempi di Amici di Maria De Filippi. Non tutte le storie sono state già scritte.
    7
    leggendo viene spesso la tentazione di appuntarsi a margine: “beh, se magari desse un’occhiata a una buona metà della letteratura europea dall’alto medioevo in qua…”

    8
    Mi spiace quando si vuole cavalcare l’onda delle mode e si strombazzano rivoluzioni inesistenti. Visto che tutti o molti pratichiamo l’arte del copia incolla, allora vuol dire che la scrittura tradizionale è morta, mi pare come quando in tv minacciano che tutti moriremo di tunnel carpale e tutte le terribili nuove sindromi di chi usa il computer…Mi viene da ridere quando qualcuno sbandiera la morte di un media. La crisi o la fine di qualcosa in modo così millenaristico: la verità è che oggi non muore più niente, dopo pochi anni tutto torna a galla. Tra un po’ rifaremo il minuetto e il sonetto. Innovazione e rimasticazione sono quasi sinonimi ormai.
    9

    Non vedo nulla di così innovativo, piuttosto mi sembra una bella furbata da parte dell’autore che, in mancanza di genio creativo, ha ben pensato di confezionare un qualcosa usando il frutto del genio letterario altrui.

    10

    Per dirla chiara e tonda, da lettore onnivoro e da scribacchino: non me ne frega niente di niente di leggere pretenziosi manifesti sui romanzi e sulle parole decontestualizzate (a parte quando fanno pubblicità).
    Shields dichiara: “La vostra incertezza sugli autori delle parole che avete appena letto non è un difetto ma una virtù”
    Io non sono per nulla d’accordo con questa sua rivendicazione di ignoranza pop-post-postmoderna. Anzi, la penso esattamente al contrario. E cito (facendone nome, cognome, data e luogo) il viennese Karl Kraus, che attorno al 1916 disse: “Non contano solo le cose dette ma anche chi le dice”

    11

    Il fatto che un libro come questo sia capace di far discutere in un modo così acceso giustifica già la sua esistenza. Farei piuttosto volentieri a meno dei libri che lasciano indifferenti, ovvero la maggior parte dei romanzi che vengono pubblicati oggi.

    Per quanto mi riguarda il giudizio è altalenante: da una lato ho apprezzato il tentativo di interrogarsi sul futuro della letteratura, dall’altro però non condivido nulla di quanto affermato in proprio dall’autore: le uniche volte che andavo a vedere chi diceva cosa, per quelle che mi sembravano colossali sciocchezze, scoprivo che non erano citazioni ma pensieri in proprio.

    1/6 Lagioia
    7 Stefano Doponotaro
    8 Daniele Marotta
    9 Antonella Beccari
    10/11 qui e là

    Is this helpful?

    karenina said on Jan 12, 2011 | 3 feedbacks

Book Details

  • Rating:
    (69)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 262 Pages
  • ISBN-10: 8864111476
  • ISBN-13: 9788864111476
  • Publisher: Fazi
  • Publish date: 2010-10-01
Improve_data of this book

Margin notes of this book