Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fantasmi

Le ghost-stories vittoriane

Di

Editore: Theoria

3.6
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 331 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8824104606 | Isbn-13: 9788824104609 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Ottavio Fatica , Emanuela Turchetti , Michela Amendolea ; Curatore: Malcom Skey

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Fantasmi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dickens nero. Quello meno noto, ghiotto di storie di horror e di fantasmi. Quello rimproverato di eccessivo sentimentalismo, che in realtà amava il dramma e si esercitava con i racconti fantastici. Il gusto per l'orrore e per il perturbante si ritrova in tutta la vasta produzione dello scrittore inglese. Esuberanti e ironici questi diciannove racconti utilizzano vari registri: dal gotico al folcloristico fino allo scettico-positivistico. Alcune di queste ghost-stories furono raccolte per i numeri delle riviste e dei settimanali di cui Dickens era direttore e hanno contribuito a consolidare il mito del tradizionale Natale britannico con tanto di neve, caldarroste, oca ripiena e gli immancabili spettri.
Ordina per
  • 3

    Che dire? Dickens è uno scrittore abile, spesso accattivante, in più di un caso grandissimo. Questi racconti direi che ne mettono in luce più l'abilità tecnica (uno, "L'ossesso e il patto con il fantasma", addirittura in modo fastidioso) che la capacità di coinvolgimento. Del resto lo stesso aut ...continua

    Che dire? Dickens è uno scrittore abile, spesso accattivante, in più di un caso grandissimo. Questi racconti direi che ne mettono in luce più l'abilità tecnica (uno, "L'ossesso e il patto con il fantasma", addirittura in modo fastidioso) che la capacità di coinvolgimento. Del resto lo stesso autore non sembra prendere troppo sul serio la ghost-story, facendola riferire da personaggi del tutto inattendibili, o destinandola allo scopo di riempire le notti più lunghe dell'anno (racconti di Natale. Meglio tornare ai grandi romanzi.

    ha scritto il