Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Farväl till vapnen

By Ernest Hemingway

(1)

| Others | 9789100105556

Like Farväl till vapnen ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Saknas

348 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    è un grande classico, ok. è ambientato durante la prima guerra mondiale, ok. non ci si può aspettare una narrazione alla ken follett, bene. Ma non mi aspettavo i dialoghi sconclusionati e fortemente ripetitivi, retti da incomprensibili richieste di C ...(continue)

    è un grande classico, ok. è ambientato durante la prima guerra mondiale, ok. non ci si può aspettare una narrazione alla ken follett, bene. Ma non mi aspettavo i dialoghi sconclusionati e fortemente ripetitivi, retti da incomprensibili richieste di Catherine, con domande prive di senso logico. Bella e avvincente invece la parte più legata alla guerra, dall'attacco che ferirà il protagonista alla fuga durante la ritirata. Mi aspettavo qualcosa di più, comunque.

    Is this helpful?

    Mari said on Oct 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bella ben scritta e interessante la parte dedicata al fronte. Decisamente ecessiva la parte sentimentale e assai noiosa.

    Is this helpful?

    Vera said on Oct 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Storia di amore e guerra

    Primo approccio con Hemingway, scrittore che, nel mio immaginario, mi ha sempre spaventata un po'. La lettura di "Addio alle armi" è invece andata benissimo, la storia è incredibilmente bella, sia nelle interessantissime parti di guerra, che nella st ...(continue)

    Primo approccio con Hemingway, scrittore che, nel mio immaginario, mi ha sempre spaventata un po'. La lettura di "Addio alle armi" è invece andata benissimo, la storia è incredibilmente bella, sia nelle interessantissime parti di guerra, che nella struggente storia d'amore. Mi piacerebbe leggere lo stesso libro visto dagli occhi della tenera Catherine.

    Is this helpful?

    Elena ...A forza di essere vento... said on Oct 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sul finire dell’estate di quell’anno eravamo in una casa in un villaggio che di là del fiume e della pianura guardava le montagne. Nel letto del fiume c’erano sassi e ciottoli, asciutti e bianchi sotto il sole, e l’acqua era limpida e guizzante e azz ...(continue)

    Sul finire dell’estate di quell’anno eravamo in una casa in un villaggio che di là del fiume e della pianura guardava le montagne. Nel letto del fiume c’erano sassi e ciottoli, asciutti e bianchi sotto il sole, e l’acqua era limpida e guizzante e azzurra nei canali. Davanti alla casa passavano truppe e scendevano lungo la strada e la polvere che sollevavano copriva le foglie degli alberi. Anche i tronchi degli alberi erano polverosi e le foglie caddero presto quell’anno e si vedevano le truppe marciare lungo la strada e la polvere che si sollevava e le foglie che, mosse dal vento, cadevano e i soldati che marciavano e poi la strada nuda e bianca se non per le foglie.

    Un estratto dal libro:
    http://bookmorning.com/2014/02/26/addio-alle-armi-di-er…

    Is this helpful?

    Book Morning said on Sep 26, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Premetto che nutro un'innata simpatia per Hemingway e confesso che quando sento parlare di lui mi viene in mente la famosa foto che lo ritrae con i capelli bianchi e a me quella foto rimanda, forse con troppo semplicismo, l'idea di un nonno leale, co ...(continue)

    Premetto che nutro un'innata simpatia per Hemingway e confesso che quando sento parlare di lui mi viene in mente la famosa foto che lo ritrae con i capelli bianchi e a me quella foto rimanda, forse con troppo semplicismo, l'idea di un nonno leale, coraggioso e un po' matto. "Addio alle armi" è il suo unico romanzo che ho letto finora e mi è piaciuto molto. La prosa è chiara, asciutta e onesta; il suo stile paratattico inconfondibile. Senza tanti giri di parole Hemingway riesce a cogliere e a fissare sensazioni che rischiano di restare in sospeso, a mezz'aria: "Non troviamo mai niente. Siamo nati con tutto quello che abbiamo e non impariamo mai. Non troviamo mai niente di nuovo. Incominciamo tutti già completi" oppure "So che la notte non è come il giorno: che tutte le cose sono diverse, che le cose della notte non si possono spiegare nel giorno perché allora non esistono, e la notte può essere un momento terribile per la gente sola quando la loro solitudine è incominciata"; ma tra una miseria e l'altra della guerra è capace di piazzare certe battute esilaranti che proprio non ti aspetteresti: "Ho notato che i dottori falliti hanno la tendenza a cercare la compagnia e l'aiuto dei colleghi nei consulti. Un dottore che non è capace di togliervi bene l'appendice vi raccomanda a un dottore che sarebbe incapace di togliervi le tonsille. Questi erano tre dottori di quel genere". E il coraggio sfrontato con cui il protagonista, quasi suo alter ego, affronta la vita, la guerra e la morte ti fa fare il tifo per lui e mai vorresti che gli accadesse quello che purtroppo gli capita.

    Is this helpful?

    Il genio dei pensieri said on Sep 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book