Fate i bravi (10-15 anni)

Come vivere un'adolescenza serena: dalla tata più famosa d'Italia regole e consigli per genitori e ragazzi

Di

Editore: Rizzoli

3.6
(19)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 241 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8817044571 | Isbn-13: 9788817044578 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Non-narrativa

Ti piace Fate i bravi (10-15 anni)?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    cariolata di sensatezza e maturità!!!

    questo il libro che fa il punto su uno dei periodi più difficili dell'esistenza umana: PREADOLESCENZA & ADOLESCENZA come a dire esorcista e walking dead concentrati in un cocktail nevrotico ad alto ta ...continua

    questo il libro che fa il punto su uno dei periodi più difficili dell'esistenza umana: PREADOLESCENZA & ADOLESCENZA come a dire esorcista e walking dead concentrati in un cocktail nevrotico ad alto tasso urlico...

    così la super tata, che fa rosicare tanti profffff universitari, offre il suo punto di vista, a volte discutibile, ma sempre sincero, sensato, alla portata dei genitori e dei figli di buona volontà! Perché per allevare un bipede umano occorre tanta pazienza e molta dedizione, e non sempre si ha voglia e tempo, no?!

    ha scritto il 

  • 4

    Alcuni capitoli sono proprio utili, con consigli pratici.
    Altri rinfrescano solo cose che si sanno già ma che si continuano a sbagliare...purtroppo! Tata Lucia te le ricorda sempre però!

    ha scritto il 

  • 4

    Libro molto interessante Cmq in molte parole e capitoli mi sembrava di sentire le parole della MIS psicoterapeuta ma e difficile attuarli CN certi adolescente che ti sbatte la porta il faccia o vuole ...continua

    Libro molto interessante Cmq in molte parole e capitoli mi sembrava di sentire le parole della MIS psicoterapeuta ma e difficile attuarli CN certi adolescente che ti sbatte la porta il faccia o vuole avete sempre ragoone

    ha scritto il 

  • 5

    La felicità è una buona abitudine

    Riconoscere il problema.
    Riconoscere le proprie emozioni coinvolte.
    Valutare le possibili soluzioni (reazioni).
    Mettere in atto la scelta fatta.
    Domandarsi se ha funzionato.

    "Se non potete essere un p

    ...continua

    Riconoscere il problema.
    Riconoscere le proprie emozioni coinvolte.
    Valutare le possibili soluzioni (reazioni).
    Mettere in atto la scelta fatta.
    Domandarsi se ha funzionato.

    "Se non potete essere un pino sulla vetta del monte,
    siate un cespuglio nella valle, ma siate
    il miglior piccolo cespuglio sulla sponda del ruscello.
    Siate un cespuglio se non potete essere un albero.

    Se non potete essere una via maestra, siate un sentiero.
    Se non potete essere il sole, siate una stella;
    non con la mole vincete o fallite.

    Siate il meglio di qualunque cosa siate.
    Cercate ardentemente di scoprire
    a che cosa siete chiamati,
    e poi mettetevi a farlo appassionatamente." Martin Luther King

    Non mollate la presa fino a quando anche vostro figlio vi dirà: «Mamma, papà, quanti anni ho?». Allora forse dovrete farvi da parte e rendervi conto che effettivamente ne sa più di voi, anche se dentro di sé dovrà riconoscere che quel che sa l'ha imparato da voi. Non è infatti una ruota che gira? (Tata Lucia) Voto: 9

    ha scritto il 

  • 0

    per curiosità. volevo capire cosa c'era di così fondamentale e imperdibile in questo libro, sull'onda della trasmissione televisiva che tanti amici e conoscenti seguono. L'impressione è che i genitori ...continua

    per curiosità. volevo capire cosa c'era di così fondamentale e imperdibile in questo libro, sull'onda della trasmissione televisiva che tanti amici e conoscenti seguono. L'impressione è che i genitori non sappiano più come fare il loro "mestiere": i consigli mi sembrano di un tale buon senso che stupisce che tanti adulti non ci possano arrivare da soli! Ma che generazione di figli stiamo tirando su?

    ha scritto il 

Ordina per