Voto medio di 3351
| 414 contributi totali di cui 394 recensioni , 18 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 1 video
Le Favole al telefono sono nate "dallo scontro occasionale di due parole, da errori di ortografia, da giochi di parole..."(p. VI). Il protagonista è il ragionier Bianchi, di Varese, rappresentante farmaceutico in giro per l'Italia condannato ad un se ...Continua
Novacaine
Ha scritto il 01/02/18
Ricordo dell'infanzia, la nostra maestra di Italiano fu il primo libro che cominciò a leggere alla classe a fine lezione. Riletto con occhi diversi, le favole rimangono comunque di uno spessore ed una critica sociale disarmante nella loro semplicità....Continua
Biblioteca...
Ha scritto il 01/12/17
rappatronic
Ha scritto il 22/10/17
Ci credi ancora nelle favole?
Un padre commesso viaggiatore ogni sera racconta ad una bimba una favola al telefono. Bello. Le storie sono brevi, tanto che lette poche pagine ci si sente soddisfatti ed il libro dura nel tempo. Le storie via via aumentano la complessità dei temi tr...Continua
Ajeje Brazov
Ha scritto il 23/09/17
Belle favolette/storielle, surreali, immaginifiche, visionarie, che fanno anche riflettere e molto. Mi hanno sbalordito tanto, devo ammettere di non aver mai letto niente di Gianni Rodari, o almeno, non ricordo di aver mai letto niente e queste favol...Continua
lu.
Ha scritto il 15/09/17
Pagina 131.
- Giusto, e il cavallo disse... - Quale cavallo? Era un lupo. - Sicuro. E disse così: Prendi il tram numero settantacinque, scendi in piazza del Duomo, gira a destra, troverai tre scalini e un soldo per terra, lascia stare i tre scalini, raccatta il...Continua

Mstislava Alojzy
Ha scritto il Jul 12, 2015, 16:42
Una sera il re e il suo mago passeggiavano sui bastioni della città, e a un tratto il mago gridò: - Ecco, ecco l'uomo che ti somiglia più di tutti gli altri! E così dicendo indicava un mendicante storpio, gobbo, mezzo cieco, sporco e pieno di croste....Continua
Pag. 71
Mstislava Alojzy
Ha scritto il Jul 12, 2015, 16:41
Poi c'è la storia di quel Vecchio Proverbio che aveva voglia di una pera, e si mise sotto l'albero, e intanto pensava: «Quando la pera è matura casca da sé». Un altro Vecchio Proverbio andò a vedere una partita di calcio, prese da parte un giocatore...Continua
Pag. 64
Angel
Ha scritto il Jan 31, 2012, 23:03
- Cosa, cosa? - fece il professore. - Forse noi non li educhiamo bene i nostri bambini? - Mica tanto. Primo, non li abituate all'idea che dovranno viaggiare tra le stelle; secondo, non insegnate loro che sono cittadini dell'universo; terzo, non inseg...Continua
Pag. 198
Angel
Ha scritto il Jan 31, 2012, 23:00
[...] perchè bambini cattivi non ne esistono, e la Befana, finalmente, lo ha imparato.
Pag. 185
Angel
Ha scritto il Jan 31, 2012, 22:57
Ed ecco, tra tante voci, il vecchio ladro distinse quella argentina di un bimbo che gridava: - Mio! Mio! Come stonava, com'era brutta quella parola lassù, davanti a tanta bellezza. Il vecchio, adesso, lo capiva, e avrebbe voluto dirlo al bambino, avr...Continua
Pag. 154

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Jul 04, 2016, 10:17
SR.853.914 ROD 5929 Sezione Ragazzi

Mstislava Alojzy
Ha scritto il Jul 12, 2015, 14:17
Papaveri e papere
Autore: Beniamino Gigli

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi