Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Febbre gialla

Di

Editore: EL

3.5
(180)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 96 | Formato: Altri

Isbn-10: 8847706971 | Isbn-13: 9788847706972 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace Febbre gialla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Vittorio è un giovane poliziotto appassionato di musica. Un giorno, nel centrodi Bologna, mentre è a bordo della sua auto viene centrato da un tizio insella ad una lambretta degli anni '50. L'investitore, che sembra un ragazzo,fugge. Vittorio, che ha raccolto i documenti dello sconosciuto caduti a terra,si trova davanti ad una singolare sorpresa: il ragazzo risulta essere unvecchio di 89 anni. Così Vittorio comincia ad indagare, aiutato dalla sorellaAngelica e da una ragazza cinese, nel mondo nascosto degli extracomunitaricinesi e del lavoro nero...Età di lettura: da 13 anni.
Ordina per
  • 4

    FEBBRE GIALLA
    Vittorio ha appena vent’anni e a guardarlo – alto, magrissimo, capelli rasati e ciuffo sulla fronte, walkman e anfibi Dr. Martens – tutto si direbbe meno un poliziotto. Dall’altro lato c’è Hô, cinese, otto anni e magrissimo anche lui, venduto dalla famiglia poverissima per sal ...continua

    FEBBRE GIALLA
    Vittorio ha appena vent’anni e a guardarlo – alto, magrissimo, capelli rasati e ciuffo sulla fronte, walkman e anfibi Dr. Martens – tutto si direbbe meno un poliziotto. Dall’altro lato c’è Hô, cinese, otto anni e magrissimo anche lui, venduto dalla famiglia poverissima per saldare un debito alla Triade, la mafia cinese. Hô lavora in una fabbrica di pellame, insieme ad altri 14 bambini, schiavi come lui, aspettando solo l’occasione giusta per fuggire. Quando questa si presenta, il suo destino s’incrocerà inevitabilmente con quello di Vittorio, duro dal cuore tenero, anti-eroe se vogliamo, ma coraggioso, generoso, cocciuto e determinato. Sarà grazie a lui, alla genialissima sorellina Angelica e a Sui, agente della polizia cinese in incognito, dopo mille peripezie, in una corsa folle e disperata tra fuggitivi e cacciatori, che l’intera vicenda avrà un felice epilogo. Questo romanzo breve del 2012, 86 pagine appena, è un’ulteriore dimostrazione della genialità artistica e narrativa di uno scrittore come Lucarelli che ha la capacità straordinaria di dare vita e spessore a ciò che racconta, mantenendo sempre viva l’attenzione di chi legge. Il romanzo l’ho finito in mezza giornata, non solo perché è breve ma perché l’autore riesce a catapultare il lettore all’interno della narrazione così bene da farlo immedesimare e perdere completamente nel narrato. La vicenda è narrata in prima persona dallo stesso Vittorio ed è sorprendente come Lucarelli riesca a riprodurre così fedelmente il gergo giovanile e il mondo emotivo del suo personaggio, che in fondo è poco più d’un ragazzo. Otto capitoli si succedono vertiginosamente, ciascuno identificato dalla temperatura di Vittorio, febbricitante per tutta la vicenda, che passa dal 37,5 del primo giorno di lavoro ai 40° al termine della vicenda (il titolo del romanzo del resto è “Febbre gialla”!) Qua e là l’uso di parole onomatopeiche, messe in risalto da particolari effetti di stampa (stile Rodari per intenderci), completano il quadro di un racconto condotto con leggerezza (sia pure affrontando tematiche certo poco allegre come quelle dell’immigrazione clandestina e dello sfruttamento minorile), geniale, coinvolgente, a tratti quasi comico. Lucarelli si dimostra ancora una volta un grande scrittore, come sempre.

    ha scritto il 

  • 2

    da cartone animato

    Si legge in un'ora e mezzo, giusto per ammortizzare il tempo in un volo aereo con percorrenza della stessa durata. Le scene sembrano tratte dai cartoni animati giapponesi più che dalla penna di uno scrittore di gialli.

    ha scritto il 

  • 4

    raccontino senza pretese.. i personaggi ricordano Coliandro e Nikita.
    si legge in una sera, non lascia grandi ricordi ma ti fa sorridere (e qualche volta proprio ridere) mentre lo leggi ^^

    ha scritto il 

  • 3

    Non saprei che dire...

    Non saprei che dire, nel senso che se si tratta di un libro destinato ad un pubblico adolescente probabilmente è anche una storia carina ma se è destinato a degli adulti...
    Lucarelli è un grande giallista perciò io opto per la prima.

    ha scritto il 

  • 2

    Con la mano sinistra

    Un libro che Lucarelli ha scritto in due ore, con la mano sinistra e mentre si cucinava la cena, giusto per dire "ho scritto anche un libro per ragazzi"
    Ha il pregio di provare (riuscire? non saprei...) a smontare il pregiudizio che molti abbiamo - inclusi molti nostri figli - nei confronti ...continua

    Un libro che Lucarelli ha scritto in due ore, con la mano sinistra e mentre si cucinava la cena, giusto per dire "ho scritto anche un libro per ragazzi"
    Ha il pregio di provare (riuscire? non saprei...) a smontare il pregiudizio che molti abbiamo - inclusi molti nostri figli - nei confronti dei cinesi.

    ha scritto il