Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Femmes e ­Hombres

Poesie erotiche

Di

Editore: Newton & Compton

3.6
(150)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 93 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879830694 | Isbn-13: 9788879830690 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Sergio Zoppi

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Femmes e ­Hombres?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Provo sempre un particolare gusto nel ritrovare, magari anche per caso, i testi della newton "100 pagine a 1000 lire"... sarà il gusto del vissuto o quello della scoperta, sarà perchè dietro a queste edizioni si nasconde (a dispetto del prezzo) un buon libro, una piccola pietra... ma l'impulso di ...continua

    Provo sempre un particolare gusto nel ritrovare, magari anche per caso, i testi della newton "100 pagine a 1000 lire"... sarà il gusto del vissuto o quello della scoperta, sarà perchè dietro a queste edizioni si nasconde (a dispetto del prezzo) un buon libro, una piccola pietra... ma l'impulso di leggerli non appena trovati è forte.

    Dietro questo libro, che presenta due raccolte piuttosto sconosciute di Verlaine, Femmes e Hombres si nasconde la convinzione del curatore (da me condivisa) che la conoscenza di un autore non può escludere nessuna parte della sua opera e questo vale anche e soprattutto per autori così "maledettamente" controversi come verlaine.

    Vero è che a primo impatto si ha un senso di fastidio rispetto a un testo che non risparmia termini considerati tabù in passato ma che ancora oggi si ha difficoltà ad accettare, a maggior ragione in relazione alla poesia... ma è proprio per questo non risparmiarsi che, superato lo scoglio della "buona forma", da a queste poesie quel "corpo", quella materialità che riesce ad affascinare la parte più nascosta di noi, quell'inconscio, quella libido che pulsa al battere di versi così incisivi e carnali. Una volta preso in mano è un libro che si legge e rilegge, si sfoglia si odora, si tocca. Poi forse lo si rinnegherà: è così che va per i libri di questo genere... ed è proprio per questo che per questo tipo di libri esiste o il semplice rifiuto o l'assoluto piacere... io ho scelto l'assoluto piacere.
    A maggior ragione per il fatto che si tratta di un testo che riesce a racchiudere una parte importante della vita di Verlaine: il contrasto tra la sua natura omosessuale e la voglia di apparire etero ad ogni costo, tanto da costringersi al sacrificio del matrimoni; l'amore per il "piccolo" Rimbauld, gli incontri con il gruppo dei "Zutistes", poeti che incontrava la sera, con i quali si ubriacava leggendo e scrivendo versi... di quel poeta che, insomma, è :

    Poeta del bene e del male, ultimo romantico in un'epoca che si era convertita al positivismo, inconscio manicheo nello spirito e nel corpo, sin nei più intimi umori, ha vissuto la sua avventura poetica quale riflesso della sua dicotomica avventura esistenziale: era un diverso in un'epoca che non ammetteva diversità nella sfera della sessualità, ma era un diverso anche nella "diversità"; naturalmente portato verso l'omosessualità, non disdegnava di mostrarsi etero, sino all'estremo sacrificio del matrimonio, vivendo fino in fondo le sue contraddizioni, imponendole agli altri, a chi gli stava vicino, in un clima sociale che non era ancora pronto a ricevere un messaggio così moderno, di totale libertà."

    ***

    Sali su di me come una donna
    che sto scopando al contrario
    Sì, così, ti trovi bene?
    mentre ti penetra il cazzo, lama

    Dentro il burro, almeno, così
    posso baciarti sulla bocca
    succhiarti la lingua, selvaggiamente
    La sporcacciona, e così dolce anche!
    Vedo i tuoi occhi dove tuffo
    I miei sino in fondo al tuo cuore
    di là il desiderio mio torna vincitore
    in una lussuria di sogno

    Carezzo la schiena nervosa
    I fianchi ardenti e freschi, la nuca,
    la duplice graziosa parrucca
    delle ascelle e i capelli!

    Il tuo culo a cavallo delle mie cosce
    Le penetra col suo dolce peso,
    mentre s'agita il mio batacchio
    affinché tu goda veramente

    E tu te la spassi, piccolo
    perché ecco la tua bella coda
    Gelosa di recitare la sua parte
    In fretta si gonfia e ingrandisce....

    ha scritto il 

  • 0

    Sarà anche poesia, perchè quei due ci sapevano fare (dico due perchè c'è una composizione a quattro mani, Verlaine e Rimbaud), non lo nega nessuno.


    Ma anche in versi stilisticamente perfetti, i concetti di p0mpin0 o buco del cu10 rimangono pur sempre p0mpin0 e buco del cu10.< ...continua

    Sarà anche poesia, perchè quei due ci sapevano fare (dico due perchè c'è una composizione a quattro mani, Verlaine e Rimbaud), non lo nega nessuno.

    Ma anche in versi stilisticamente perfetti, i concetti di p0mpin0 o buco del cu10 rimangono pur sempre p0mpin0 e buco del cu10.

    ha scritto il 

  • 3

    Un Verlaine cosi cosi in questo libro di poesie.Sono poesie d'amore intensamente erotiche,alcune sono ottime,ma altre decisamente scadenti e decadenti,almeno per i miei gusti.Comunque un'opera per capire meglio questo autore.

    ha scritto il 

  • 4

    eroticamente bisex

    nel solco della grande tradizione erotrica greca e latina, un giano lubrico e briccone che sferra colpi di verga a destra e a manca, facendo incettta di gemiti e godimenti patimentosi

    ha scritto il 

  • 4

    Uno spaccato delle abitudini sessuali di fine ottocento, una raccolta di suggestioni estetiche ad alto tasso di trasgressione, un racconto, sostanzialmente, di come un animo proiettato nelle dimensioni dell'eros possa vivere e dunque trasformare in arte i più bassi istinti dell'essere umano.
    ...continua

    Uno spaccato delle abitudini sessuali di fine ottocento, una raccolta di suggestioni estetiche ad alto tasso di trasgressione, un racconto, sostanzialmente, di come un animo proiettato nelle dimensioni dell'eros possa vivere e dunque trasformare in arte i più bassi istinti dell'essere umano.
    Una specie di diario erotico in versi.
    Boccaccesco ma raffinato, a suo modo.

    ha scritto il 

  • 4

    Ah... cosa non si studia a scuola!

    Verlaine si scopava indifferentemente uomini e donne... e con che gusto!
    Non avevo mai letto prima un libro di poesie erotiche. Queste sono belle pesanti.

    ha scritto il 

  • 4

    Il poeta maledetto che canta la passione erotica.

    Questi non sono versi osceni o pornografici. Questi sono i versi di un'anima dannata di poeta maledetto che canta la sensualità e la carnalità umana. Versi che non si nascondo dietro alcuna ipocrisia perbenista, in un sublime diluvio di parole....
    Consiglio la lettura a chi si sente un poet ...continua

    Questi non sono versi osceni o pornografici. Questi sono i versi di un'anima dannata di poeta maledetto che canta la sensualità e la carnalità umana. Versi che non si nascondo dietro alcuna ipocrisia perbenista, in un sublime diluvio di parole....
    Consiglio la lettura a chi si sente un poeta decadente....

    ha scritto il