Feria d'agosto

Voto medio di 461
| 36 contributi totali di cui 28 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Tre sono le parti di cui si compone "Feria d'agosto": "Il mare", dove lememorie infantili diventano tramite di conoscenza; "La città", dove unagiovinezza più adulta tenta di perpetrare il gioco delle scopertefanciullesche; e "La vigna", dove il ... Continua
Ha scritto il 24/12/16
«A quei tempi sapevo soltanto che niente comincia se non l'indomani.» I luoghi si attraversano, si fuggono, si ritrovano, si vivono: il mare, la città, la vigna con le solitudini, le paure, le radici, la terra, la famiglia, le donne, il corpo, la ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 28/08/16
Non ho ritrovato il mio Pavese. Non ho ritrovato l'amico triste col quale e' bello amaramente confrontarsi. Non so se sia "colpa" mia o di questo libro imperfetto. Ma tant'e'. E mi dispiace.
  • Rispondi
Ha scritto il 19/08/16
Per quanto ami Pavese il libro è sotto certi aspetti deludente - e mi costa tantissimo dirlo proprio per questa ragione.Forse due stelline è un voto un po' basso per la poesia della sua scrittura, per la capacità immensa di descrizione in grado ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 14/02/16
mi devo riabituare a leggere Pavese perchè con questo libro ho fatto un po' troppa fatica a ritrovare l'autore che da giovane ho tanto amato
  • Rispondi
Ha scritto il 15/01/15
Cicale, afa e ombre
Indugiare sulle frasi,
riandare con la memoria e la fantasia ai suoni
ai colori narrati,
a inseguire corrispondenze
col proprio vissuto
  • 2 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 04, 2016, 21:22
E' come se tutto fosse toccato a un altro, e io sbucassi adesso da un nascondiglio, un buco dove fossi vissuto finora senza sapere come. Se non fosse che in questi momenti provo un grande stupore e non mi riconosco nemmeno, direi che il nascondiglio ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 01, 2012, 19:08
Noi giochiamo qualche volta a rialzare fra noi il mistero, a intuire che ciascuno è per l'altro un estraneo, e così sfuggire alla monotonia. Ma ormai io non potevo più perdonarle di essere una donna, una che trasforma il sapore remoto del vento ... Continua...
Pag. 11
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 18, 2011, 07:56
A quei tempi sapevo soltanto che niente comincia se non l’indomani.
Pag. 202
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 18, 2011, 07:54
Se stai fermo al tuo posto, la paura si spaventa. Ma se scappi ti vien dietro come il vento di notte.
Pag. 197
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 18, 2011, 07:52
Tanto vale fermarsi a due passi e sapere che tutta la terra è un gran bosco che non potremo mai far nostro davvero come un frutto.
Pag. 193
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 24, 2016, 11:07
853.912
PAV 194
Donazione D'Alessandro, Fondo Di Tursi
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi