Feria d'agosto

Voto medio di 464
| 35 contributi totali di cui 27 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Tre sono le parti di cui si compone "Feria d'agosto": "Il mare", dove lememorie infantili diventano tramite di conoscenza; "La città", dove unagiovinezza più adulta tenta di perpetrare il gioco delle scopertefanciullesche; e "La vigna", dove il ...Continua
Ha scritto il 24/12/16
«A quei tempi sapevo soltanto che niente comincia se non l'indomani.» I luoghi si attraversano, si fuggono, si ritrovano, si vivono: il mare, la città, la vigna con le solitudini, le paure, le radici, la terra, la famiglia, le donne, il corpo, la ...Continua
Ha scritto il 28/08/16
Non ho ritrovato il mio Pavese. Non ho ritrovato l'amico triste col quale e' bello amaramente confrontarsi. Non so se sia "colpa" mia o di questo libro imperfetto. Ma tant'e'. E mi dispiace.
Ha scritto il 19/08/16
Per quanto ami Pavese il libro è sotto certi aspetti deludente - e mi costa tantissimo dirlo proprio per questa ragione.Forse due stelline è un voto un po' basso per la poesia della sua scrittura, per la capacità immensa di descrizione in grado ...Continua
Ha scritto il 14/02/16
mi devo riabituare a leggere Pavese perchè con questo libro ho fatto un po' troppa fatica a ritrovare l'autore che da giovane ho tanto amato
Ha scritto il 15/01/15
Cicale, afa e ombre
Indugiare sulle frasi, riandare con la memoria e la fantasia ai suoni ai colori narrati, a inseguire corrispondenze col proprio vissuto
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jan 04, 2016, 21:22
E' come se tutto fosse toccato a un altro, e io sbucassi adesso da un nascondiglio, un buco dove fossi vissuto finora senza sapere come. Se non fosse che in questi momenti provo un grande stupore e non mi riconosco nemmeno, direi che il nascondiglio ...Continua
Ha scritto il Aug 01, 2012, 19:08
Noi giochiamo qualche volta a rialzare fra noi il mistero, a intuire che ciascuno è per l'altro un estraneo, e così sfuggire alla monotonia. Ma ormai io non potevo più perdonarle di essere una donna, una che trasforma il sapore remoto del vento ...Continua
Pag. 11
Ha scritto il Jun 18, 2011, 07:56
A quei tempi sapevo soltanto che niente comincia se non l’indomani.
Pag. 202
Ha scritto il Jun 18, 2011, 07:54
Se stai fermo al tuo posto, la paura si spaventa. Ma se scappi ti vien dietro come il vento di notte.
Pag. 197
Ha scritto il Jun 18, 2011, 07:52
Tanto vale fermarsi a due passi e sapere che tutta la terra è un gran bosco che non potremo mai far nostro davvero come un frutto.
Pag. 193

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 24, 2016, 11:07
853.912 PAV 194 Donazione D'Alessandro, Fondo Di Tursi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi