Fermate gli sposi!

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

3.3
(825)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 379 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8804633654 | Isbn-13: 9788804633655 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Rosa

Ti piace Fermate gli sposi!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Lottie è stufa di avere lunghe relazioni con fidanzati che sul più bello non se la sentono di impegnarsi davvero con lei. Vuole assolutamente sposarsi. Così, dopo l'ennesima delusione, decide su due piedi che è ora di passare all'azione e accetta di convolare a nozze con Ben, un flirt estivo conosciuto per caso su un'isola greca molti anni prima e mai più rivisto. Ben si è appena rifatto vivo e basta una cena per fare riscoccare la scintilla tra i due: perché perdere tempo in inutili preparativi? Presto, ci si sposa in quattro e quattr'otto e via per un'indimenticabile luna di miele nell'isola greca che ha visto nascere il loro amore. Ma non tutti la pensano come loro: Fliss, la sorella di Lottie, e Lorcan, il socio in affari di Ben, sono contrarissimi e preoccupatissimi. Bisogna intervenire subito! I due sabotatori partono all'inseguimento dei neosposi, che vanno fermati a tutti i costi. Le conseguenze saranno per tutti disastrosamente comiche.
Ordina per
  • 3

    Non male, dai

    Preferisco sempre la Kinsella di Becky (I love shopping) però quando ho bisogno di una lettura leggera e divertente so di potermi rifugiare tra le sue...... pagine :D La peripezie amorose di Lottie tr ...continua

    Preferisco sempre la Kinsella di Becky (I love shopping) però quando ho bisogno di una lettura leggera e divertente so di potermi rifugiare tra le sue...... pagine :D La peripezie amorose di Lottie tra Richard e Ben, la sorella impicciona Fliss, Lorcan e anche il piccolo Noah, hanno dato vita al più classico e scontato romanzo degli equivoci a volte anche troppo sciocco magari però comunque mi sono divertita ed era quello che mi serviva.

    ha scritto il 

  • 4

    Divertentissimo!!!

    Dopo che le storie della saba di I love shopping hanno perso lo smalto iniziale ci voleva un cambio di rotta... e questo libro cambia tutto, e molto bene, me lo sono divorata in pochissimo tempo, cari ...continua

    Dopo che le storie della saba di I love shopping hanno perso lo smalto iniziale ci voleva un cambio di rotta... e questo libro cambia tutto, e molto bene, me lo sono divorata in pochissimo tempo, carinissimo e si ride un sacco! Lettura leggera per staccare la mente!

    ha scritto il 

  • 3

    Ho letto tanti libri di Sophie Kinsella e questo non è decisamente il migliore, ma nonostante questo si lascia comunque leggere abbastanza piacevolmente. In sostanza è il tipico romanzo estivo da sfog ...continua

    Ho letto tanti libri di Sophie Kinsella e questo non è decisamente il migliore, ma nonostante questo si lascia comunque leggere abbastanza piacevolmente. In sostanza è il tipico romanzo estivo da sfogliare sotto l'ombrellone. L'intreccio è simpatico, sebbene come al solito scontato; l'unica pecca che gli ho trovato è che in alcune parti si dilunga troppo e certe situazioni sono obiettivamente esagerate (tutti gli stratagemmi usati per non far consumare la prima notte di nozze ai novelli sposi alla lunga mi hanno stancato per quanto assurdi e ripetitivi). Però per altre cose mi ha fatto sorridere e mi ha fatto pensare che a volte la realtà può superare l'immaginazione: la scelta di una delle due protagoniste di sposarsi con una vecchia fiamma rivista una sola volta dopo quindici anni è ovviamente assurda, però visto che in questo periodo sto "combattendo" con una mia amica che parla di convivenza con un ragazzo che ha conosciuto online ma che non ha mai incontrato dal vivo, mi sono ritrovata a pensare che in effetti il mondo è pieno di persone che fanno "scelte infelici" e che quindi forse l'intuizione della Kinsella non è poi così sbagliata.

    ha scritto il 

  • 5

    Che risate!!!

    Esilarante, surreale e divertentissimo! Impossibile smettere di leggerlo, ti travolge con la sua leggerezza e la sua inebriante simpatia. Kinsella si conferma una delle mie scrittrici preferite! Lo co ...continua

    Esilarante, surreale e divertentissimo! Impossibile smettere di leggerlo, ti travolge con la sua leggerezza e la sua inebriante simpatia. Kinsella si conferma una delle mie scrittrici preferite! Lo consiglio per una lettura spensierata!

    ha scritto il 

  • 3

    Perfettamente nello stile della miglior Kinsella. Inutile dire che tra scene esilaranti, situazioni assurde, litigi e crisi, alla fine vivranno tutti felici e contenti.

    ha scritto il 

  • 3

    non si può dire che non sia divertente ma.... ma questa volta alcune situazioni tendono troppo all'inverosimile. Manca quel tocco delicato che aveva permesso alla Kinsella di affrontare con leggerezza ...continua

    non si può dire che non sia divertente ma.... ma questa volta alcune situazioni tendono troppo all'inverosimile. Manca quel tocco delicato che aveva permesso alla Kinsella di affrontare con leggerezza e garbo certi argomenti delicati, e anche in questo romanzo ce ne sarebbero ( la fine di una relazione, di un matrimonio, le ripercussioni sui figli)

    ha scritto il 

  • 1

    IMBARAZZANTEMENTE BRUTTO

    La Kinsella che, solitamente è fenomeno di garanzia stavolta mi ha mortalmente deluso. Non solo la storia fa acqua da tutte le parte con situazioni al limite del credibile, vacue e senza senso, ma pie ...continua

    La Kinsella che, solitamente è fenomeno di garanzia stavolta mi ha mortalmente deluso. Non solo la storia fa acqua da tutte le parte con situazioni al limite del credibile, vacue e senza senso, ma pieno di volgarità gratuite che non mi hanno fatto ne sorridere ne ridere. I personaggi sono privi di spessore e odiosi. Sono così finti che non ti permettono manco di riscattare quel poco di buono che c'è nel libro: una morale ben studiata sull'errore che si commette nel crogiolarsi nel tanto caro quel che poteva essere. La giovinezza non torna e, tornare sui luoghi e con le persone riapre vecchie ferite, riaccende rancori e, 10 volte su 10, ci delude. Vivere la propria vita si, mi piace, ma questa commedia dell'assurdo è ridicola. Ho perso tempo prezioso.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per