Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fermati tanto così

By Matteo B. Bianchi

(118)

| Paperback | 9788884907547

Like Fermati tanto così ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il protagonista deve fare il suo servizio civile in un istituto di bambini "difficili". L'impatto con la realtà drammatica, dopo la famiglia, le amicizie, l'università, mette a confronto le ansie nevrotiche e le attese di un giovane "normale" con un Continue

Il protagonista deve fare il suo servizio civile in un istituto di bambini "difficili". L'impatto con la realtà drammatica, dopo la famiglia, le amicizie, l'università, mette a confronto le ansie nevrotiche e le attese di un giovane "normale" con un universo sconosciuto, quello della malattia psichica, dove la comunicazione è difficoltosa, spesso fraintesa.

28 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Mi spiace dare una valutazione negativa però onestamente non mi ha preso. L'autore racconta dell'anno trascorso all' interno di un istituto di suore come educatore di bambini con problemi psichici. Quindi mi aspettavo che parlasse di fatica, gioia, d ...(continue)

    Mi spiace dare una valutazione negativa però onestamente non mi ha preso. L'autore racconta dell'anno trascorso all' interno di un istituto di suore come educatore di bambini con problemi psichici. Quindi mi aspettavo che parlasse di fatica, gioia, dolore, vittorie e sconfitte. Invece nulla di tutto questo. Il libro narra la storia piatta della sua vita in Istituto mettendo se stesso invece che i bambini come protagonista. Preferisce raccontare del pulmino dell'istituto o dei suoi incontri in discoteca piuttosto che dei suoi successi/insuccessi con i bambini.
    Un esempio: ad un certo punto narra che una coppia si era interessata ad un bambino, lo aveva illuso e poi era sparita. Qui mi aspettavo che raccontasse se c'era stata una reazione da parte del bambino, degli educatori, come avevano gestito la cosa. Nulla di questo, dopo aver raccontato l'episodio un bel colpo di spugna e andiamo avanti con un altro argomento.
    Incompleto

    Is this helpful?

    Harrystuart (io i libri non li abbandono) said on Oct 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' il racconto dell'anno vissuto dall'autore come obiettore di coscienza in una clinica per bambini con problemi: alcuni sono autistici, altri hanno situazioni disastrose in famiglia e ne sono stati rifiutati, altri ancora hanno un mix di disturbi di ...(continue)

    E' il racconto dell'anno vissuto dall'autore come obiettore di coscienza in una clinica per bambini con problemi: alcuni sono autistici, altri hanno situazioni disastrose in famiglia e ne sono stati rifiutati, altri ancora hanno un mix di disturbi difficili da inquadrare e guarire. Sembra banale da dire, ma quando passi un'infanzia idilliaca e felice, fai la merenda tutti i pomeriggi, ricevi i regali a Natale, e sei amato e coccolato, ti senti grato, ma ti sembra la normalità, e quando vedi che a qualcuno è toccata una sorte ben diversa fa ancora più impressione e inizi a cambiare il tuo modo di pensare e di vedere le cose, cambi priorità e sempre più spesso ti ritrovi a valutare la gente in base alla sensibilità dimostrata ogni volta che apre bocca.
    Lo sai da prima che nel mondo non tutti sono così fortunati, ma è diverso quando alle persone puoi dare un volto, quando conosci le loro debolezze, che ne hanno decretato l'allontanamento dalla società, e l'inadeguatezza; è diverso quando i bambini in questione li porti al mare e una di loro "non si può mica fare il bagno con queste troie di onde!" e tu da un lato sei impietrito perché capisci come l'ha imparato e dall'altro non puoi fare a meno di ridere e ridere.

    Is this helpful?

    Cicely said on Apr 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    il diario di un obiettore di coscienza-psicologo alle prese con le storie quotidiane (vere) di bambini/ragazzi psicotici. dalla teoria alla pratica quotidiana. alcuni spunti di riflessione.

    Is this helpful?

    Fabio said on Mar 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fermati tanto così

    Assolutamente un'esperienza ricca e da raccontare perché altri possano capire cosa vuol dire svolgere un servizio presso una comunità per bambini con disagio mentale. Ben scritto, piacevolissimo e scorrevole alla lettura. Lo consiglio davvero a tutti ...(continue)

    Assolutamente un'esperienza ricca e da raccontare perché altri possano capire cosa vuol dire svolgere un servizio presso una comunità per bambini con disagio mentale. Ben scritto, piacevolissimo e scorrevole alla lettura. Lo consiglio davvero a tutti..e poi.. si legge d'un fiato!

    Is this helpful?

    Irene :) said on Sep 25, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una particolare parentesi nella letteratura di Matteo B. Bianchi, alla quale siamo maggiormente abituati.
    Intimo, davvero disarmante.

    PS: preferivo il titolo precedente "NON SI PUO' MICA FARE IL BAGNO CON QUESTE TROIE DI ONDE"

    Is this helpful?

    Masetto said on Apr 13, 2013 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (118)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 127 Pages
  • ISBN-10: 8884907543
  • ISBN-13: 9788884907547
  • Publisher: Baldini Castoldi Dalai
  • Publish date: 2005-01-01
  • Also available as: Hardcover
Improve_data of this book