Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Festa mobile

Di

Editore: mondadori

4.1
(1425)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Tedesco , Chi semplificata , Giapponese

Isbn-10: A000071736 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Biography , Fiction & Literature , Travel

Ti piace Festa mobile?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    "Avevo imparato a non vuotare mai il pozzo della mia fantasia, ma a fermarmi sempre quando c'era ancora qualcosa, là in fondo, e a lasciare che tornasse a riempirsi durante la notte con l'acqua delle sorgenti che lo alimentavano."

    Oltre ai ricordi di una felicità che non ritorna, tanti consigli sulla scrittura, e la lucida presentazione di persone reali prigioniere di un'epoca, alcool, gelosia ed egoismo.
    Povero Scott Fitzgerald!

    ha scritto il 

  • 5

    Apologia dell'incipit.

    Che poi, andando avanti, non scherza...


    Il racconto si scriveva da sé e io facevo fatica a non restare indietro. Ordinai un altro rum St. James e guardai la ragazza ogni volta che alzavo gli occhi o quando facevo la punta alla matita con un temperamatite dal quale i trucioli cadevano arric ...continua

    Che poi, andando avanti, non scherza...

    Il racconto si scriveva da sé e io facevo fatica a non restare indietro. Ordinai un altro rum St. James e guardai la ragazza ogni volta che alzavo gli occhi o quando facevo la punta alla matita con un temperamatite dal quale i trucioli cadevano arricciandosi nel piattino sotto il mio bicchiere.
    Ti ho visto, bellezza, e ormai tu mi appartieni, chiunque tu stia aspettando e anche se non ti rivedrò mai più, pensavo. Tu mi appartieni e tutta Parigi mi appartiene e io appartengo a questo taccuino e a questa matita.
    Poi mi rimisi a scrivere e mi addentrai nella storia e mi ci smarrii.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    美好的時代

    1920年代,各界的文豪都聚集在巴黎的美好年代
    海明威當時居住在巴黎,辭去高薪的記者工作專心投入寫作
    懷著文字工作者的高尚情操 真實的寫出嘔心瀝血之作
    結識了很多後來名聲大噪 名流清史的大作家

    雖然他的感情/婚姻生活並非本書的重點
    但是 他描寫當時的第一任太太陪他甘共苦了那段歲月 他們那麼開心的經歷貧窮、飢餓,孩子都生了
    也在費茲傑羅尚未寫出大亨小傳前認識 便見識到作為胸懷大志但又尚未得志的作家來說 太太若是支持你,跟太太完全不諒解你的差別有多大
    但他最後還是戀上別人 與支持他、深愛他的第一人太太離婚了 ...continua

    1920年代,各界的文豪都聚集在巴黎的美好年代
    海明威當時居住在巴黎,辭去高薪的記者工作專心投入寫作
    懷著文字工作者的高尚情操 真實的寫出嘔心瀝血之作
    結識了很多後來名聲大噪 名流清史的大作家

    雖然他的感情/婚姻生活並非本書的重點
    但是 他描寫當時的第一任太太陪他甘共苦了那段歲月 他們那麼開心的經歷貧窮、飢餓,孩子都生了
    也在費茲傑羅尚未寫出大亨小傳前認識 便見識到作為胸懷大志但又尚未得志的作家來說 太太若是支持你,跟太太完全不諒解你的差別有多大
    但他最後還是戀上別人 與支持他、深愛他的第一人太太離婚了
    我真的不能理解。。。
    雖然他提到 “我多希望在我在只愛她一個人時就死去”,相信他也不想傷害第一任太太,但他終究是傷了。

    ha scritto il 

  • 5

    " Per Parigi non ci sarà mai fine e i ricordi di chi ci ha vissuto differiscono tutti gli uni dagli altri.Si finiva sempre per tornarci,a Parigi,chiunque fossimo,comunque essa fosse cambiata o quali che fossero le difficoltà,o la facilità con la quale si poteva raggiungerla.Parigi ne valeva sempr ...continua

    " Per Parigi non ci sarà mai fine e i ricordi di chi ci ha vissuto differiscono tutti gli uni dagli altri.Si finiva sempre per tornarci,a Parigi,chiunque fossimo,comunque essa fosse cambiata o quali che fossero le difficoltà,o la facilità con la quale si poteva raggiungerla.Parigi ne valeva sempre la pena e qualsiasi dono tu le portassi ne ricevevi qualcosa in cambio.Ma questa era la Parigi dei bei tempi andati,quando eravamo molto poveri e molto felici."

    http://appuntario.blogspot.it/2014/09/festa-mobileil-romanzo-daddio-di.html

    ha scritto il 

  • 0

    因為想念巴黎,也因為想瞭解大文豪眼中的巴黎,而開始閱讀,除非對書中所提及的各大文人熟悉,否則沒有多大意思,若單純當成另類旅遊書來增加思古之幽情倒還有80分。

    ha scritto il 

  • 5

    hemingway da sei stelle

    uno degli incipit più belli del '900. «Poi arrivava la brutta stagione. Alla fine dell'autunno, in un solo giorno, cambiava il tempo». la perfezione in due frasi due. soggetto, predicato e un paio di complementi: c'è tutto quello che serve, ed è poesia in splendido equilibrio sintattico e tempora ...continua

    uno degli incipit più belli del '900. «Poi arrivava la brutta stagione. Alla fine dell'autunno, in un solo giorno, cambiava il tempo». la perfezione in due frasi due. soggetto, predicato e un paio di complementi: c'è tutto quello che serve, ed è poesia in splendido equilibrio sintattico e temporale. a spostare anche solo una virgola la magia si dissolverebbe.
    naturalmente, il resto del romanzo è all'altezza delle aspettative.

    ha scritto il 

  • 2

    mah... a parte il capitolo in cui c'erano Scott Fitzgerald e Zelda, il resto è piuttosto noioso e monotono.
    anzi no, è inutile.
    alla fine del libro ti chiedi.."embè?".
    in più mi ha stupito il modo di scrivere di Hem, troppo semplice.

    ha scritto il 

  • 4

    Non amo particolarmente Hemingway, pur avendone letto un po', seppur a mozzichi e bocconi negli anni. Ciononostante l'aspetto che realmente mi convince ogni volta è la capacità di immergersi nella conoscenza dell'oggetto esperito per trarne piacere fisico, o agonistico e per trasmetterlo a chi le ...continua

    Non amo particolarmente Hemingway, pur avendone letto un po', seppur a mozzichi e bocconi negli anni. Ciononostante l'aspetto che realmente mi convince ogni volta è la capacità di immergersi nella conoscenza dell'oggetto esperito per trarne piacere fisico, o agonistico e per trasmetterlo a chi legge. Da cronista di razza riesce a coinvolgermi in cose delle quali non me potrebbe importare di meno. Che sia la pesca, che sia il mondo delle corse o della corrida la descrizione è minuziosa, ma non noiosa, riflette il piacere del fare e del capire, ma anche del gioco e della compulsività della ripetizione.

    Nello specifico il valore aggiunto è la Parigi della gioventù trasfigurata dal ricordo. Poco prima della fine.

    ha scritto il 

  • 4

    A very interesting book written by Ernest Hemingway describing his time as an expatriate in Paris and trips to Austria and Spain. In this book Hemingway mentions many authors he encountered during his time in France including F. Scott Fitzgerald, Ford Maddox Ford, James Joyce, Ezra Pound and othe ...continua

    A very interesting book written by Ernest Hemingway describing his time as an expatriate in Paris and trips to Austria and Spain. In this book Hemingway mentions many authors he encountered during his time in France including F. Scott Fitzgerald, Ford Maddox Ford, James Joyce, Ezra Pound and others also to include literary types like Sylvia Beach and Gertrude Stein. This book is a very good reflection of that time when there were so many young American writers living in Paris and an interesting description of a young Ernest Hemingway.

    ha scritto il 

  • 5

    Letto per la terza volta. (Prima nella versione restaurata).

    La cinque stelle neanche basterebbero. Uno dei MIEI libri. E in questo preciso momento, dopo 4 giorni a Paris, è il miglior placebo per lenire la nostalgia della città.

    ha scritto il 

Ordina per