Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fiesta

Il sole sorgerà ancora

By Ernest Hemingway

(116)

| Paperback

Like Fiesta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

303 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Bicchieri di vino

    Giovani che tra un bicchier di vino e l'altro e un altro ancora riempiono il tempo. Sempre in giro, sempre ubriachi, alla ricerca di qualcosa o qualcuno capace di placare l'insoddisfazione latente che li avvolge.
    Un destino, quello del gruppo di prot ...(continue)

    Giovani che tra un bicchier di vino e l'altro e un altro ancora riempiono il tempo. Sempre in giro, sempre ubriachi, alla ricerca di qualcosa o qualcuno capace di placare l'insoddisfazione latente che li avvolge.
    Un destino, quello del gruppo di protagonisti, raramente interessante e che ha funzionato poco con me. Salvo Jake, l'io narrante, il cui pregio maggiore è quello di parlare poco e arrivare al punto senza spreco di fiato.

    Is this helpful?

    byAx said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Uno dei piaceri piu` sottili del leggere Hemingway sta nel scoprire in quanti non abbiano letto nient'altro che Hemingway.

    Is this helpful?

    KawaiiLenin said on Jun 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    «"Oh, Jake" Brett disse. "Noi due saremmo stati bene assieme."<br />Di fronte a noi su una pedana, un poliziotto in kaki dirigeva il traffico. Alzò la sua mazza. La macchina improvvisamente rallentò, spingendo Brett contro di me. "Già" dissi io ...(continue)

    «"Oh, Jake" Brett disse. "Noi due saremmo stati bene assieme."<br />Di fronte a noi su una pedana, un poliziotto in kaki dirigeva il traffico. Alzò la sua mazza. La macchina improvvisamente rallentò, spingendo Brett contro di me. "Già" dissi io, "non è bello pensare così?"».</p><p>Un libro abbastanza noioso, ma bello nonostante tutto. Discorsi vuoti, chiacchiere inutili e bevute da un locale a un'altro caratterizzano la società borghese dell'epoca, costretta a scontrarsi contro nuovi mali e nuove realtà: l'alienazione, la mancanza d'identità e il senso di vuoto. Esauriente la descrizione della festa di San Fermìn a Pamplona. E una bellissima storia d'amore, bellissima solo perchè non si realizzerà mai.

    Is this helpful?

    scarlet said on May 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fiesta funesta e indigesta

    Adoro Hemingway...Il modo in cui scrive(va)...Il suo stile...La sintassi asciutta e geniale...L'Hemingway de "Il vecchio e il mare"...Per i contenuti intimistici e avventurieri...Per la forma speciale che, leggendola, lega a doppio filo sia a Santiag ...(continue)

    Adoro Hemingway...Il modo in cui scrive(va)...Il suo stile...La sintassi asciutta e geniale...L'Hemingway de "Il vecchio e il mare"...Per i contenuti intimistici e avventurieri...Per la forma speciale che, leggendola, lega a doppio filo sia a Santiago che al grande marlin...Adoro la Spagna...Visceralmente...Per vari e differenti motivi personali...Uno di questi è perché odio all'eccesso le corride e ogni stupida tauromachia...Che a mio parere macchiano e offendono l'ibericità al pari della camorra con Napoli e della Lega con l'Italia...La Spagna è assai altro...Così "Fiesta" mi ha deluso non poco...Salvo, a mezzo di due flebili stelline, soltanto il rispetto che sento di dovere alla venerabile montagna rappresentata da Hemingway...Ma qua trovo appena un triste oltraggio al suo genio, nella forzata ostentazione del culto di una "lost generation" trivialmente perseverante nell'autoconsumazione...Senza sosta e in modo noiosamente sterile...E' tutto un bere, uno sconnettersi, un non vivere ma lasciarsi vivere, un distruggere potenzialità e marcar dissipatezze...D'ogni tipo...Qua non si costruisce né si reagisce...E' tutto un carme alla macabra rovina di animi, uomini, usi e animali...Tori e cavalli...Alla violazione e allo spreco della natura...Di ogni natura debole, derisa con fare codardo solo perché indifesa...All'affronto disonesto dei più deboli e passivi...E ciò in nome e vanto d'una pratica assassina, sedicente arte, ridicola quanto il corredo di toreri angelicati di cui si ammanta e imbroda...Io sto con gli ippopotami...Sempre...E...Solo...Con l'Hemingway illuminato...!!!

    Is this helpful?

    Davide Puccini said on May 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Corride, tori e cavalli ammazzati, un gruppo di giovani americani alcolizzati per protagonisti: decisamente not my cup of tea.

    Is this helpful?

    rayuela said on May 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book