Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Fiesta

By Ernest Hemingway

(56)

| Paperback | 9788804060222

Like Fiesta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Pubblicato nel 1926, Fiesta ebbe un successo immediato, collocando Hemingway tra i più ammirati scrittori di quella che Gertrude Stein definì "la generazione perduta". Romanzo per quei tempi di palpitante attualità, per le situazioni che descrive e p Continue

Pubblicato nel 1926, Fiesta ebbe un successo immediato, collocando Hemingway tra i più ammirati scrittori di quella che Gertrude Stein definì "la generazione perduta". Romanzo per quei tempi di palpitante attualità, per le situazioni che descrive e per i riferimenti alle burrascose inquietudini di un gruppo di emigrati internazionali, Fiesta tratteggia l'intensa suggestione dell'ambienta, le notti insonni trascorse tra clamorose sbornie e tempestose discussioni con uno stile tutto teso tra cronaca e poesia. La narrazione, caratterizzata tra l'altro da un dialogo che rimane esemplare per incisività ed eleganza, viene definita, in una lettera di Hemingway al suo editore, "non una satira, ma una tragedia che ha come eroe la terra".

307 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    " La fiesta era cominciata sul serio. Sarebbe durata notte e giorno per sette giorni, e con essa i balli, il bere e il rumore. Le cose che accaddero sarebbero potute accadere solo in una fiesta. Tutto finiva con l'apparire irreale, e pareva che nu ...(continue)

    " La fiesta era cominciata sul serio. Sarebbe durata notte e giorno per sette giorni, e con essa i balli, il bere e il rumore. Le cose che accaddero sarebbero potute accadere solo in una fiesta. Tutto finiva con l'apparire irreale, e pareva che nulla avrebbe potuto avere conseguenze."

    Is this helpful?

    Laura-Em said on Oct 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La fiesta esplose a mezzogiorno di domenica 6 Luglio. Non c’è molto alto da descrivere di ciò che avvenne. Era tutto il giorno che arrivava gente dalla campagna, ma si mimetizzavano nella città e non li notavi. Sotto il sole cocente, la piazza era tr ...(continue)

    La fiesta esplose a mezzogiorno di domenica 6 Luglio. Non c’è molto alto da descrivere di ciò che avvenne. Era tutto il giorno che arrivava gente dalla campagna, ma si mimetizzavano nella città e non li notavi. Sotto il sole cocente, la piazza era tranquilla come in qualsiasi altro giorno. I contadini erano nelle osterie fuori mano, a bere e a prepararsi alla fiesta. Erano arrivati da poco dalle piane e dalle colline e avevano bisogno di compiere a poco a poco I loro spostamenti di valori. Non potevano cominciare pagando I prezzi dei caffè. Trovavano di che spendere bene I propri soldi nelle osterie. I soldi avevano ancora un valore preciso, in ore di lavoro e staia di grano venduto. Col procedere delle fiesta, non avrebbe più avuto importanza quanto pagavano né dove compravano.

    Is this helpful?

    Paolo Nova said on Oct 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fiesta

    Che dire? Da ragazza lo abbandonai, troppo noioso. Mi appare ancora eccessivamente lento nella parte centrale.
    Certo, per essere ambientato e stato scritto quasi cent'anni fa è molto spregiudicato. I protagonisti sono veri dissoluti, tutti alcolizza ...(continue)

    Che dire? Da ragazza lo abbandonai, troppo noioso. Mi appare ancora eccessivamente lento nella parte centrale.
    Certo, per essere ambientato e stato scritto quasi cent'anni fa è molto spregiudicato. I protagonisti sono veri dissoluti, tutti alcolizzati, nobili ma squattrinati.
    All'epoca fece furore.

    Is this helpful?

    Rossellaleggedestate said on Aug 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bicchieri di vino

    Giovani che tra un bicchier di vino e l'altro e un altro ancora riempiono il tempo. Sempre in giro, sempre ubriachi, alla ricerca di qualcosa o qualcuno capace di placare l'insoddisfazione latente che li avvolge.
    Un destino, quello del gruppo di prot ...(continue)

    Giovani che tra un bicchier di vino e l'altro e un altro ancora riempiono il tempo. Sempre in giro, sempre ubriachi, alla ricerca di qualcosa o qualcuno capace di placare l'insoddisfazione latente che li avvolge.
    Un destino, quello del gruppo di protagonisti, raramente interessante e che ha funzionato poco con me. Salvo Jake, l'io narrante, a cui piace parlare poco e arrivare al punto senza spreco di fiato; come lo stile dell'autore, asciutto e diretto, senza fronzoli.

    Is this helpful?

    byAx said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection