Fight Club

By

Publisher: Random House

4.2
(9287)

Language: English | Number of Pages: 224 | Format: eBook | In other languages: (other languages) French , Chi traditional , Spanish , Portuguese , German , Italian , Czech , Japanese , Catalan , Latvian , Chi simplified , Finnish , Dutch , Polish

Isbn-13: 9781448114955 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Audio Cassette , Audio CD , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Fight Club ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Every weekend, in basements and parking lots across the country, young men with good white-collar jobs and absent fathers take off their shoes and shirts and fight each other barehanded for as long as they have to. Then they go back to those jobs with blackened eyes and loosened teeth and the sense that they can handle anything. Fight Club is the invention of Tyler Durden, projectionist, waiter and dark, anarchic genius. And it's only the beginning of his plans for revenge on a world where cancer support groups have the corner on human warmth.
Sorting by
  • 5

    Prima e seconda regola di Giò

    1. Non confronto mai i libri con i film. Sono grandezze incommensurabili. Un libro non può essere più o meno bello di un film. Forme espressive completamente diverse. Fight club libro è ottimo. Fight ...continue

    1. Non confronto mai i libri con i film. Sono grandezze incommensurabili. Un libro non può essere più o meno bello di un film. Forme espressive completamente diverse. Fight club libro è ottimo. Fight club film è ottimo. Chiedersi se sia meglio il film o meglio il libro per me è incomprensibile.
    2. ho un filo, ma proprio un filo, il dentino avvelenato con quelli che ti dicono: "Le donne non possono capire veramente questo libro, e in generale nessun libro di Palahniuk". Io dico a queste persone, che sono sostanzialmente maschi, "cicciobello, vedi di emanciparti da questa visione cazzuta (scusate, ma questa volta il termine casca a fagiolo) della vita".
    Detto questo, Fight club è tutto quello che di più esagerato si possa dire di un libro: è un pugno in faccia, è vetriolo puro, è violenza, solitudine, follia. È, come qualcuno ha detto, un grido di dolore. Implacabile e inascoltato. È una critica feroce alla società, che Palahniuk avanza senza nemmeno il bisogno di esprimere un'opinione e che fa invece, da dio, grazie alla sua scrittura potente e immediata, grazie alla sua talentuosa efficacia descrittiva, che sa essere fredda, ironica e sdrammatizzante.
    Palahniuk lascia al lettore e solo a lui la capacità di reagire emotivamente alla sua scrittura, non fa nulla per suscitare empatia. Sei tu che leggi, sei tu che tiri fuori quello che hai dentro, sei tu a partecipare. Se vuoi, se sei in grado, per quanto sei in grado di fare.
    (gennaio 2004)

    said on 

  • 5

    Libro scritto in modo ambizioso, e vincente! Trama che fa immedesimare nel personaggio, nell'ideologia e nel contesto, che riesce a non essere mai assurdo..anche se poi a mente lucida è da impazzire!
    ...continue

    Libro scritto in modo ambizioso, e vincente! Trama che fa immedesimare nel personaggio, nell'ideologia e nel contesto, che riesce a non essere mai assurdo..anche se poi a mente lucida è da impazzire!
    Ad ogni modo, eccentrico, pungente, intelligente e pretende attenzione per farsi capire, un libro dallo stile difficilmente imitabile..poco importa, qui c'è l'originale!
    A confronto il film è un insulto, fortunatamente l'ho visto dopo!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    PRIMA REGOLA DEL FIGHT CLUB:MAI PARLARE DEL FIGHT

    un libro che colpisce come un pugno dritto in faccia. ..Cattivo, delirante, un vero cult generazionale.Una critica alla società di oggi, dove per sentirsi vivi bisogna colpire ,essre colpiti,dove l'un ...continue

    un libro che colpisce come un pugno dritto in faccia. ..Cattivo, delirante, un vero cult generazionale.Una critica alla società di oggi, dove per sentirsi vivi bisogna colpire ,essre colpiti,dove l'unico modo per ribellarsi al mal di vivere è andare alle riunioni dei malati terminali anche se non si ha nulla...anarchia... e Tyler Durden è l'anima del malessere che ci attanaglia tutti. Chi non vorrebbe ribellarsi alle imposizioni della società civile? Ma non si può, e l'unica soluzione è organizzarsi in maniera segreta, in umidi e bui scantinati.. e picchiare e incassare e sputare sangue e denti rotti.Memorabile la scena del furto di grasso delle liposuzioni per fare le saponette marchiate Fight Club.
    Per chi non ha visto il film, colpo finale che lascia a bocca aperta.

    said on 

  • 2

    Prima regola del book club: non si vede il film prima di aver letto il libro scelto dal book club

    E invece il film lo avevo già visto e quindi la lettura non mi ha dato molto.
    La storia è pazza, il ritmo serrato, il tema serio, la scrittura interessante ma... Palahniuk mi era piaciuto più in "Soff ...continue

    E invece il film lo avevo già visto e quindi la lettura non mi ha dato molto.
    La storia è pazza, il ritmo serrato, il tema serio, la scrittura interessante ma... Palahniuk mi era piaciuto più in "Soffocare". Forse perchè non ho visto il film.

    said on 

  • 3

    Fight Club è un romanzo dai contenuti profondi ed espressi in maniera originale, ma lo stile di scrittura non è facilmente digeribile. Con questo non intendo dire che l'opera di Chuck Palahniuk presen ...continue

    Fight Club è un romanzo dai contenuti profondi ed espressi in maniera originale, ma lo stile di scrittura non è facilmente digeribile. Con questo non intendo dire che l'opera di Chuck Palahniuk presenti delle difficoltà particolari nella lettura, anzi. Capita però spesso di fare i conti con scene molto violente e avvenimenti narrati in maniera volutamente frammentaria e solo in apparenza senza capo ne coda.
    Purtroppo avevo già avuto modo di vedere l'ottimo film di David Fincher, tratto appunto dal libro in questione, di conseguenza non sono riuscito a godermi a pieno la trama con il suo colpo di scena finale.

    Per chi al mattino ama asciugarsi la faccia con la carta vetrata.

    said on 

  • 4

    Trascinati nel vortice

    La scrittura di Palahniuk è magnetica e lo svolgimento degli eventi serrato e originale. Il nichilismo di cui il libro è imperniato non è - quasi - mai indigesto e alla fine si è risucchiati nel vorti ...continue

    La scrittura di Palahniuk è magnetica e lo svolgimento degli eventi serrato e originale. Il nichilismo di cui il libro è imperniato non è - quasi - mai indigesto e alla fine si è risucchiati nel vortice trattenendo a stento il respiro

    said on 

  • 4

    ANARCHIA AL POTERE

    Primo libro che leggo di Palahniuk e penso che non sarà l'unico. Stilisticamente il libro non è impeccabile, ci sono alcune ripetizioni di troppo, però concettualmente è una potenza. Come ha detto qua ...continue

    Primo libro che leggo di Palahniuk e penso che non sarà l'unico. Stilisticamente il libro non è impeccabile, ci sono alcune ripetizioni di troppo, però concettualmente è una potenza. Come ha detto qualcuno può definirsi senza ombra di dubbio il manifesto moderno del nichilismo, critica assoluta alla società che crea orde di zombie devoti al consumismo ma bisognosi di un contatto umano. Il grido d'aiuto che sprigiona dall'anima dei protagonisti è potente ed assordante, ma come al solito non c'è nessuno per accogliere e placare questo grido. Siamo esseri creati per vedere frustrati i nostri ideali, spinti verso bisogni che non sentiamo veramente, ed inevitabilmente l'unica maniera per farci sentire è sublimare nella violenza la nostra necessità di esistere. Duro, crudo, ma incredibilmente rispondente alla sete che le persone hanno di verità.

    said on 

  • 5

    Questo libro non l'ho scelto: è arrivato come arrivano le belle sorprese, quelle che non ti aspetti, quelle che speri di trovare ancora perché ti fanno sentire vivo.
    Questo libro è triste , visionario ...continue

    Questo libro non l'ho scelto: è arrivato come arrivano le belle sorprese, quelle che non ti aspetti, quelle che speri di trovare ancora perché ti fanno sentire vivo.
    Questo libro è triste , visionario, caotico eppure non riuscivo a smettere di leggerlo.
    Questo libro sembra un libro per maschi, ma continuavo a leggere.
    Credevo non mi piacesse Palahniuk, ma Fight Club è iniziato una mattina e la sera era già finito. E allora perché non racconto niente di questo libro?
    Mi spiace, ma la prima regola del Fight Club è che non si parla del Fight Club.

    said on 

Sorting by