Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fight Club

By ,

Publisher: Highbridge Audio

4.2
(9047)

Language:English | Number of Pages: 5 | Format: Audio Cassette | In other languages: (other languages) French , Chi traditional , Spanish , Portuguese , German , Italian , Czech , Japanese , Catalan , Latvian , Chi simplified , Finnish , Dutch , Polish

Isbn-10: 1565113306 | Isbn-13: 9781565113305 | Publish date:  | Edition Unabridged

Also available as: Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Audio CD , eBook , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Fight Club ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
With more than 300,000 copies sold, Chuck Palahniuk's brilliant first novel and cult classic is being reissued with a new Introduction by the author

An underground classic since its first publication in 1996, Fight Club is widely recognized as one of the most original and provocative novels of the last decade. Now the author adds his own voice to the critical debate he generated. In a new Introduction, he discusses the various interpretations in the popular media of Fight Club and the movie it inspired, as well as his personal reactions to the work's reception and the influence that the Fight Club phenomenon has already had on our culture.
Chuck Palahniuk's darkly funny first novel tells the story of a disenfranchised young man frustrated with his bureacratic job and superficial relationships and disillusioned with the consumer culture's prepackaged pleasures. Relief for him and his peers comes in the form of Tyler Durden, the intensely charismatic inventor of Fight Club. Waiters, clerks, and middlemen seek out the visceral satisfaction of secret after-hours boxing matches in the basements of bars, thinking they have found a way to live beyond their confining and stultifying lives. But in Tyler's world there are no rules, no limits, no brakes.
Sorting by
  • 4

    Interessante. Avevo già visto il bellissimo film per cui forse non ho goduto del tutto della trama. Idee veramente folli trattate con uno stile veloce, secco, duro. Libro davvero strano ma apprezzabil ...continue

    Interessante. Avevo già visto il bellissimo film per cui forse non ho goduto del tutto della trama. Idee veramente folli trattate con uno stile veloce, secco, duro. Libro davvero strano ma apprezzabile

    said on 

  • 5

    Purtroppo ho letto questo romanzo dopo aver vistoe apprezzato più volte l'omonimo film che ne è stato tratto. Lo stile non è facile ma i contenuti sono ricchi di spunti di riflessione.

    said on 

  • 4

    Le cose che possediamo ci possiedono

    Palahniuk, genio del male, in questo romanzo aggredisce ferocemente la società capitalistica. Protagonista indiscussa é l'insoddisfazione dilagante di una generazione perduta, manipolata, soggiogata d ...continue

    Palahniuk, genio del male, in questo romanzo aggredisce ferocemente la società capitalistica. Protagonista indiscussa é l'insoddisfazione dilagante di una generazione perduta, manipolata, soggiogata da false necessità. Palahniuk descrive l'inevitabile esplosione di questa asfissiante illusione e le sue apocalittiche conseguenze. Dominato da un'impostazione narrativa alla William Burroughs, martellanti ripetizioni, uno stile perverso, squilibrato, osceno, Fight Club é il vessillo di una profetica anarchia tutta da temere.

    said on 

  • 5

    Adoro questo libro!!!
    Un affresco della moderna società capitalista dove l'autodistruzione (intesa come il denudarsi di tutto ciò che ci viene imposto dal mito dell'apparire) è la risposta, l'unica vi ...continue

    Adoro questo libro!!!
    Un affresco della moderna società capitalista dove l'autodistruzione (intesa come il denudarsi di tutto ciò che ci viene imposto dal mito dell'apparire) è la risposta, l'unica via per la rivoluzione. Un romanzo che è il manifesto del cambiamento e della lotta contro l'omologazione.
    La scrittura è feroce, la narrazione delirante e tragicamente realistica, a tratti nevrotica, segnata da un umorismo nero e demenziale.
    In fondo non è altro che il racconto di un folle sogno...o forse il sogno di un folle.
    Per me...un capolavoro!

    said on 

  • 4

    Lisciva.

    Premettendo che non ho mai visto il film, devo dire che dalle prime righe non mi ha preso molto, solo andando avanti e iniziando a conoscere i personaggi mi sono appassionata.
    Palaniuck non si smentis ...continue

    Premettendo che non ho mai visto il film, devo dire che dalle prime righe non mi ha preso molto, solo andando avanti e iniziando a conoscere i personaggi mi sono appassionata.
    Palaniuck non si smentisce nel suo modo di scrivere, seppur però a tratti ripetitivo, ma forse la ripetizione è fatta apposta per marcare quella che la psicologia del libro stesso e la situazione in cui il protagonista si trova.
    Lo consiglio e presto guarderò anche il film.

    said on 

  • 4

    Gioventù bruciata con tanto affetto dentro

    È vero che è un libro molto intenso. È vero che il sapore ferrigno del sangue che accompagna quasi tutte le pagine del romanzo non impedisce l'affiorare di sentimenti a dispetto del nichilismo dominan ...continue

    È vero che è un libro molto intenso. È vero che il sapore ferrigno del sangue che accompagna quasi tutte le pagine del romanzo non impedisce l'affiorare di sentimenti a dispetto del nichilismo dominante.
    Il dubbio che sorge da questo romanzo e da altri libri del medesimo autore nasce piuttosto dalla stessa abilità letteraria con cui C. P. tratta il magmatico materiale della sua opera. Ci si chiede se certi stereotipi, se la retorica della ripetizione e l'uso di metafore allucinate siano davvero funzionali alla struttura narrativa oppure se assecondino il desiderio dell'autore di compiacere un certo pubblico "giovanilista", "ribelle e perduto", affascinato dalla spazzatura, dalla violenza, dal degrado e dal tossico.
    E' vero che l'abilità dell'autore nel descrivere la chimica della materia e della sua dissoluzione è notevolissima: resta però quel dubbio che impedisce di esprimere una valutazione del tutto positiva senza qualche riserva

    said on 

  • 4

    C'è dentro di tutto: l'odio, la filosofia, la follia, l'utopia. C'è dentro tanto in tante sfumature (e nel film tutto ciò si perde e si appiattisce), in particolar modo una distruzione che non è fine ...continue

    C'è dentro di tutto: l'odio, la filosofia, la follia, l'utopia. C'è dentro tanto in tante sfumature (e nel film tutto ciò si perde e si appiattisce), in particolar modo una distruzione che non è fine a se stessa ma frutto di un'angoscia profonda... Riassumendo lo definirei una crisi di rigetto alla società, una ribellione all'assuefazione totale...
    Sicuramente è un ottimo spunto di riflessione, ma non è solo quello. E' anche un bel romanzo, scritto col ritmo giusto, la violenza lo trasforma da un potenziale pippone in un thriller ad alta tensione, che tiene il lettore sulle corde svelando poco a poco l'enormità della ribellione che lo sostiene.

    said on 

Sorting by