Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Figli del Nilo

Di

Editore: TEA

3.9
(1609)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 654 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese

Isbn-10: 8850207026 | Isbn-13: 9788850207022 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Perria

Disponibile anche come: Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , Altri

Genere: Fiction & Literature , History , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace Figli del Nilo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Il romanzo si apre fra le antiche rovine di Gallala, già luogo di un'importante vittoria degli Egizi sugli Assiri. Il faraone Tamose ha radunato lì le sue truppe e si sta preparando allo scontro con Apepi, re dei temibili Hyksos. A Gallala, però, si trovano anche il principe Nefer (figlio di Tamo ...continua

    Il romanzo si apre fra le antiche rovine di Gallala, già luogo di un'importante vittoria degli Egizi sugli Assiri. Il faraone Tamose ha radunato lì le sue truppe e si sta preparando allo scontro con Apepi, re dei temibili Hyksos. A Gallala, però, si trovano anche il principe Nefer (figlio di Tamose) e Taita, l'eunuco che ha fatto da tutore a Lostris, nonna di Nefer, e che, dopo aver trascorso quattordici anni nel deserto ad affinare le sue arti magiche, è diventato un potente stregone. Su indicazione di Lostris (che gli è apparsa in sogno), Taita è tornato alla civiltà, diventando il tutore del principe, e adesso si appresta a condurre il giovane in una località misteriosa per completarne la formazione...

    ha scritto il 

  • 3

    Figli del Nilo

    Più che un romanzo di avventura questo libro mi è sembrato un fantasy. Ritroviamo Taita ma questa volta è diventato uno stregone, usa la magia e segue Nefer, nipote di Lotrus. Un racconto epico, sempre scritto in maniera scorrevole e a volte troppo dettagliata. Un romanzo da evasione

    ha scritto il 

  • 4

    Continua la saga egiziana

    In linea con il primo romanzo egiziano di Smith, ma si esagera un tantino con la presenza della magia. Il protagonista, Taita, qui è fin troppo esaltato e diventa invincibile perdendo credibilità. Divertente, ma si percepisce un clima quasi da fantascienza, mancava solo l'astronave venusiana. ...continua

    In linea con il primo romanzo egiziano di Smith, ma si esagera un tantino con la presenza della magia. Il protagonista, Taita, qui è fin troppo esaltato e diventa invincibile perdendo credibilità. Divertente, ma si percepisce un clima quasi da fantascienza, mancava solo l'astronave venusiana.

    ha scritto il 

  • 2

    Leone

    Vivi intensamente in pochi attimi (si fa per dire) una storia di mille anni fa. Rivedere con il proprio cuore attimi di collera e di amore ti trascina con notevole velocità . Tuttavia , in te caro amico cercavo leoni e la vera Africa ... Persa evidentemente nel deserto dell Egitto ! Sarà per un a ...continua

    Vivi intensamente in pochi attimi (si fa per dire) una storia di mille anni fa. Rivedere con il proprio cuore attimi di collera e di amore ti trascina con notevole velocità . Tuttavia , in te caro amico cercavo leoni e la vera Africa ... Persa evidentemente nel deserto dell Egitto ! Sarà per un altra volta . Ciao Wilbur .

    ha scritto il 

  • 5

    Egizi vs hyksos...

    Terzo libro di Smith sulla civiltà egizia, a mio avviso il miglior lavoro riferito a questa saga.
    L'autore ha la grande capacità di far credere che il frutto della sua fantasia corrisponda a fatti realmente accaduti, non a caso questo concetto è ribadito in una sua nota ad inizio libro.
    ...continua

    Terzo libro di Smith sulla civiltà egizia, a mio avviso il miglior lavoro riferito a questa saga.
    L'autore ha la grande capacità di far credere che il frutto della sua fantasia corrisponda a fatti realmente accaduti, non a caso questo concetto è ribadito in una sua nota ad inizio libro.
    Impressionante la descrizione, con dovizia di particolari, del Khamsin, il vento che tutto avvolge, nasconde e trasforma; si ha come l'impressione di trovarcisi nel mezzo: grande!

    ha scritto il 

  • 1

    Purtroppo un folp, sembra che sia nemmeno scritto da lui, cambia radicalmente il modo di scrivere rispetto qgli altri due, poteva essere un gran libro se non si fosse perso con cose assurde come il terzo occhio di taita....davvero un gran peccato

    ha scritto il