Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Filosofie della metropoli

Spazio, potere, architettura nel pensiero del Novecento

Di

Editore: Carocci

3.7
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback

Isbn-10: 8843049259 | Isbn-13: 9788843049257 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Matteo Vegetti

Ti piace Filosofie della metropoli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Che cos'è la città? Questa domanda risuona in Europa quando, dalle travolgenti trasformazioni della modernità, emergono i contorni inquietanti e misteriosi della metropoli. Per rispondere alla sua sfida i principali autori discussi in questo libro - Weber, Spengler, Simmel, Benjamin, Kracauer, Jùnger, Foucault, Deleuze, Derrida - sondano un campo di analisi rimosso dalla filosofia politica classica, che ha scelto lo Stato come suo oggetto privilegiato. Del resto, proprio quando la metropoli sembra realizzare il destino dell'Occidente, lo sfaldamento dei criteri politici e sociali della modernità pone una nuova questione: come interpretare il ruolo e il senso della città nel contesto geopolitico della globalizzazione? Ripensare l'avvento e le trasformazioni della metropoli diventa allora una mossa necessaria per riconoscere il presente e prefigurare il futuro.
Ordina per
  • 0

    Una raccolta di densi saggi che indaga i rapporti fra “spazio, potere, architettura nel pensiero del Novecento”. Ce n’è per tutti i palati: Benjamin e Parigi, Jünger e l’“impulso museale”, Vertov e i “cronogrammi”. Un libro per studiosi di estetica, di cinema, di architettura, di sociologia e - p ...continua

    Una raccolta di densi saggi che indaga i rapporti fra “spazio, potere, architettura nel pensiero del Novecento”. Ce n’è per tutti i palati: Benjamin e Parigi, Jünger e l’“impulso museale”, Vertov e i “cronogrammi”. Un libro per studiosi di estetica, di cinema, di architettura, di sociologia e - perché no? - di arte.

    ha scritto il