Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Finestra sul vuoto

Di

Editore: Feltrinelli (Universale economica, 1213)

3.9
(411)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 212 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Russo

Isbn-10: 8807812134 | Isbn-13: 9788807812132 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Ida Omboni

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Finestra sul vuoto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Elizabeth Murdoch, una vedova autoritaria e cinica che vive in una fastosa e opprimente dimora di Pasadena, incarica Philip Marlowe dell'inchiesta sulla sparizione di un gioiello numismatico, il "doblone Brasher", misteriosamente sottratto dalla collezione del suo giovane defunto marito. In un'incessante alternarsi di scenari diversi, l'intervento del detective innesca una serie di inesplicabili omicidi. Come sempre, Marlowe si fa avanti tra mostri e relitti di una società corrotta con la dolente consapevolezza dell'antieroe, con la tenacia severa del paladino della verità, con lo humour caustico dell'"uomo d'onore".
Ordina per
  • 4

    Il solito Marlowe del solito Chandler: trama accattivante, protagonista carismatico, stile brillante, visione amara sulla società.
    Più umorismo rispetto ai due romanzi precedenti

    ha scritto il 

  • 4

    Characters

    Scrivere i personaggi. La prima parte del nuovo caso di Marlowe è un susseguirsi di incontri, e Chandler non ne sbaglia uno: caratteri incisi da metafore e dialoghi perfetti, capaci di mettere in secondo piano tutto il resto. Lo stesso Marlowe, meno spaccone rispetto ad Addio mi amata, ma ...continua

    Scrivere i personaggi. La prima parte del nuovo caso di Marlowe è un susseguirsi di incontri, e Chandler non ne sbaglia uno: caratteri incisi da metafore e dialoghi perfetti, capaci di mettere in secondo piano tutto il resto. Lo stesso Marlowe, meno spaccone rispetto ad Addio mi amata, ma non meno tagliente nella sua ironia e nella capacità di analisi, si muove curioso e malinconico tra queste figure, senza nascondere il fastidio che certi ambienti gli procurano, ma rassegnato alla sorte che si è scelto. Quando poi le cose sembrano precipitare, accusa il colpo. E questo rende il personaggio più umano e insieme maestoso.
    Poi però l'indagine incombe, portandosi appresso la necessità di tirare i fili di un gomitolo particolarmente ostico. Perchè questo è il destino dei gialli, e a volte si rivela come un limite. E' qui infatti che la magia si spezza, come la voce di Marlowe che gli secca la gola e gli fa pulsare dolorosamente la testa nell'atto di raccontarci come tutto si sia svolto e come le cose vadano a finire. Forse, ne avrebbe fatto volentirei a meno anche lui...

    E mentre vedevo la casa che spariva nello specchietto retrovisore, provai, dentro di me, una sensazione strana, come se avessi scritto una poesia molto bella e l'avessi perduta, conscio di non poterla più ricordare.

    ha scritto il 

  • 5

    o si ripetono sempre le stesse cose su Chandler, o si prende atto del genio di questo scrittore.

    concepire trame del genere e riuscire a sintetizzarle in poco più di duecento pagine è il sunto di un talento senza pari.

    ha scritto il 

  • 4

    Un gran tipo

    El tercer caso de Marlowe. Aunque el caso me ha parecido un pelín inferior a los dos primeros, Marlowe es un personaje tan genial como siempre, cada vez me gusta mas. Me encantan su honestidad a prueba de bombas, su defensa de los mas débiles, sus diálogos cargados de sarcasmos y de gracias. Lo d ...continua

    El tercer caso de Marlowe. Aunque el caso me ha parecido un pelín inferior a los dos primeros, Marlowe es un personaje tan genial como siempre, cada vez me gusta mas. Me encantan su honestidad a prueba de bombas, su defensa de los mas débiles, sus diálogos cargados de sarcasmos y de gracias. Lo dicho, Philip Marlowe se está convirtiendo en uno de mis personajes favoritos en su género.

    ha scritto il 

  • 3

    La ventana del pasado

    3º caso del detective Philip Marlowe, donde se continúa con las características típicas del género negro desarrolladas en las anteriores entregas: el detective cínico y amargado, la mujer fatal (en este libro, son 2), el dinero, el crimen, la policía, la corrupción, suspense e intriga, diálogos b ...continua

    3º caso del detective Philip Marlowe, donde se continúa con las características típicas del género negro desarrolladas en las anteriores entregas: el detective cínico y amargado, la mujer fatal (en este libro, son 2), el dinero, el crimen, la policía, la corrupción, suspense e intriga, diálogos brillantes y cortantes, etc.

    Chandler tiene un estilo descriptivo, no tan sólo para los edificios y la fisonomía de los personajes, también para retratar con crudeza la realidad social que le rodea. Un caso, con apariencia simple, de un robo de una moneda antigua, rara y valiosa desencadenará unas tramas de engaño, amores, asesinatos, pasión por el dinero, recuerdos del pasado, y traumas psicológicos.

    Además de la amena trama, se hace alusión a la afición del ajedrez del detective, que junto con el alcohol son sus vías de escape de una realidad nada atractiva. También hay unas pequeñas referencias a la literatura (como en los anteriores libros): a “Cumbres borrascosas” (Heathcliff, el nombre de un perro), y a “El Quijote”, ya que un personaje denomina al detective como “el caballero de la triste figura”; y, en verdad, tiene un aire quijotesco por su afán de buscar la verdad y su sentido del honor.

    ha scritto il 

  • 4

    Avvincente e "retrò". Sarebbe stato, probabilmente, anche più appassionante se non avessi già "subito" tanta letteratura del genere, soprattutto in tv!

    ha scritto il 

  • 3

    La storia di per sè non ha grandi aspettative, è intricata al punto giusto ma da l'impressione di non prendere mai il largo.
    Come prosa, non c'è che dire, sono 5 stelline buone, perchè Chandler scrive in un modo fantastico e suggestivo.
    Detto quest oleggerò sicuramente altri libri di ...continua

    La storia di per sè non ha grandi aspettative, è intricata al punto giusto ma da l'impressione di non prendere mai il largo.
    Come prosa, non c'è che dire, sono 5 stelline buone, perchè Chandler scrive in un modo fantastico e suggestivo.
    Detto quest oleggerò sicuramente altri libri di Phil Marlowe, il nonno buono di Milodragovitch e Sughrue

    ha scritto il 

Ordina per