Fino all'ultimo uomo

Narrativa della Grande Guerra, 4

Voto medio di 36
| 8 contributi totali di cui 6 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In un romanzo considerato un capolavoro della letteratura di guerra, la battaglia della Somme, una delle più terribili carneficine della storia, rivive attraverso gli occhi del soldato semplice Bourne, alter ego dell’autore. L’attenzione è tutta riv ...Continua
Stek Ka
Ha scritto il 11/09/16
Ritrovarsi nelle trincee della prima guerra mondiale a soffrire, sparare e sperare. A ogni pagina del romanzo si sente il fiato dei commilitoni che arrancano nel fango a caccia della trincea nemica avvolta nella nebbia. La vita del soldato è ritmata...Continua
Alfonso76
Ha scritto il 15/09/15
Epocale
Il 2015 è carico di anniversari. In Italia, segna il ricorso dell’ingresso della nostra nazione nel primo conflitto mondiale. In tutto il mondo, riporta alla memoria anche il 1945, anno in cui si concluse la mattanza della seconda guerra globale. La...Continua
Bibliopotamo
Ha scritto il 08/10/10

Un toccante, malinconico spaccato della vita nelle trincee della WWI, senza manipolazioni ideologiche né sterile retorica. Alcuni dei suoi passaggi più poetici si fissano indelebili nella memoria del lettore.

Stefano Bagalini
Ha scritto il 15/04/08
Sembra un romanzo, anzi È un romanzo, ma attenzione, perché l'autore usa un alter ego per raccontare la SUA guerra, le sue emozioni, le sue paure, i suoi incubi.Addirittura quando uscì la prima edizione nel 1929 venne in parte censurat...Continua
Marrakesh Express
Ha scritto il 05/01/08

ne ho letto come del Remarque inglese....manco le unghie, gli può tagliare, a Remarque!


Stek Ka
Ha scritto il Sep 11, 2016, 20:11
Il tambureggiare dei cannoni continuò con esplosioni di forte intensità. Era come se in alto fluttuasse una tempesta che ammassava gigantesche onde sonore, mandandole a infrangersi contro le trincee nemiche. L'aria, immobile per l'assoluta mancanza d...Continua
Stek Ka
Ha scritto il Sep 11, 2016, 20:01
C'era però una domanda che ogni soldato rivolgeva all'altro una volta stabiliti i primi rapporti: "Che cosa facevi nella vita civile?" Si tratta di una domanda molto significativa, non solo perché implicitamente riconosceva l'infinita varietà di indi...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi