Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fiore di poesia

1951-1997

Di ,

Editore: Einaudi (ET Poesia; 519)

4.3
(608)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 245 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806173774 | Isbn-13: 9788806173777 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Biography , Fiction & Literature , Religion & Spirituality

Ti piace Fiore di poesia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quella di Alda Merini è una poesia che muove attorno a un dolore radicale,assumendo multiformi aspetti: di ferita biografica, incubo mentale, ansiaascetica. Ma i versi della poetessa si aprono a feconde contraddizioni e nelmomento stesso in cui articolano la loro poetica del dolore dichiarano unsenso panico della vita che ha gli accenti di una felicità sensuale, ingordadi erotismo, di ritmi terrestri e ritmi cosmici.
Ordina per
  • 5

    Raccolta di poesie che percorre con i temi la vita che è stata di Alda Merini: tormento, perdizione, esasperazione, amore. Poesie dedicate agli uomini che ha amato e alle amiche che ha perduto. Un ...continua

    Raccolta di poesie che percorre con i temi la vita che è stata di Alda Merini: tormento, perdizione, esasperazione, amore. Poesie dedicate agli uomini che ha amato e alle amiche che ha perduto. Un libro che ne racchiude e conserva il respiro.

    Per la mia recensione completa: http://clerville.blogspot.it/2013/11/recensione-fiore-di-poesia-di-alda.html

    ha scritto il 

  • 5

    http://startfromscratchblog.blogspot.it/2013/03/un-caffe-con-alda-merini.html

    Il mondo impone la catalogazione in ogni settore: impiegato, operaio, imprenditore, studente (e poi tra questi: studente ...continua

    http://startfromscratchblog.blogspot.it/2013/03/un-caffe-con-alda-merini.html

    Il mondo impone la catalogazione in ogni settore: impiegato, operaio, imprenditore, studente (e poi tra questi: studente di economia, studente di filosofia, studente di sociologia). Così come scrittore, autore, poeta, pittore e via discorrendo. Come se l’arte potesse essere racchiusa in un paio di termini preconfezionati. Come se quello che si fa fosse indice di quello che si è. Alda Merini, come qualsiasi artista intriso di talento, contrasta per definizione ogni sorta di grado, contenendone anche più d’uno fino a raschiare ogni contorno.

    ha scritto il 

  • 4

    A dir poco affascinante...

    "...quel respiro che esce dal tuo sguardo chiama un nome immediato: la tua donna. E' fatta di ombre e ciclamini, ti chiede il tuo mistero e tu non lo sai dare."

    ha scritto il 

  • 3

    "Spensierato è colui che si giudica folle."

    Ciao Alda, ho finito questa tua raccolta di poesie il 21/03/2012 ed oggi tu avresti compiuto 81 anni, mi sarebbe piaciuto venire a farti gli auguri di persona così da poterci fare due chiacchiere e ...continua

    Ciao Alda, ho finito questa tua raccolta di poesie il 21/03/2012 ed oggi tu avresti compiuto 81 anni, mi sarebbe piaciuto venire a farti gli auguri di persona così da poterci fare due chiacchiere e una sigaretta insieme. “Ogni poeta vende i suoi guai migliori.” Forse hai ragione, forse per questo a volte non ti ho capita, ma apprezzo la poetessa che sei e, ancora di più la donna che sei. Grazie per tutto. Cristina.

    ha scritto il 

  • 0

    Merini è il Poeta e in questa scelta di non usare "poetessa" c'è tutta la sua cifra, la sua sensibilità fatta parole, la sua condizione di infelice e straordinaria creatura.

    ha scritto il 

  • 5

    perchè un pò folli...

    ...lo siamo tutti, chi più chi meno...ma quel seme è dentro di noi e la somma poetessa trasmette perfettamente quel che per noi è solo intuito. Stille di malinconia da prendere col ...continua

    ...lo siamo tutti, chi più chi meno...ma quel seme è dentro di noi e la somma poetessa trasmette perfettamente quel che per noi è solo intuito. Stille di malinconia da prendere col contagocce...immancabile nella libreria di chi sogna.

    ha scritto il 

  • 4

    ..è come una boccetta di profumo da aprire nelle giornate giuste. Liberare l'essenza del suo contenuto per riempire la stanza. Per specchiarsi nell'ombra che precede e percepire il corpo.

    ha scritto il 

Ordina per