Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Firdaus

Storia di una donna egiziana

Di

Editore: Giunti Editore

3.7
(147)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Altri

Isbn-10: 8809023099 | Isbn-13: 9788809023093 | Data di pubblicazione: 

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Firdaus?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Firdaus ha scoperto presto che in Egitto la vita delle donne non riveste alcun valore: abbandonata in un convitto dal padre, che alla morte della madre ha sposato una nuova moglie, è costretta a vivere con uno zio che abusa di lei e la tratta come una serva, prima di darla in moglie ad un vecchio dalla faccia deformata e purulenta, che la inchioda ad un destino crudele di emarginazione e dolore.
A venticinque anni, Firdaus trova la forza di dare una svolta alla propria vita: lascia il marito e decide di non farsi più comandare da nessuno e di concedere il proprio corpo solo in cambio di una cospicua somma di denaro.
Imprenditrice di se stessa, finalmente libera dal giogo della subalternità agli uomini, si costruisce una fortunata carriera come prostituta d’alto bordo. Almeno finché viene condannata a morte, per avere ucciso l'uomo che pretendeva di farle da protettore, rigettandola nell'inferno della dipendenza. Per Firdaus meglio morire per un crimine commesso contro gli uomini, piuttosto che morire per i crimini subìti
Ordina per
  • 0

    Una donna al punto zero

    "...Nawal El Saadawi, femminista, scrittrice, rivoluzionaria, il cui libro Imra'a fi nuqtat sifr, letteralmente Una donna al punto zero (tr. it. Firadus. Storia di una donna egiziana, Giunti, Firenze, 1986), ha ispirato il titolo di questo libro e molto di più.
    Il punto zero della rivol
    ...continua

    "...Nawal El Saadawi, femminista, scrittrice, rivoluzionaria, il cui libro Imra'a fi nuqtat sifr, letteralmente Una donna al punto zero (tr. it. Firadus. Storia di una donna egiziana, Giunti, Firenze, 1986), ha ispirato il titolo di questo libro e molto di più. Il punto zero della rivoluzione è la trasformazione della nostra vita quotidiana e la creazione di nuove forme di solidarietà."

    Federici, S., Il punto zero della rivoluzione (2012)

    ha scritto il 

  • 2

    Letterariamente parlando, il libro è terribile, noiosissimo, pieno di ripetizioni al punto da parere scritto col copia e incolla moderato dal cerca e sostituisci.
    In compenso è un ottimo spunto di riflessione sul ruolo della donna nella società, e non solo nella società islamica, ma in qualsiasi ...continua

    Letterariamente parlando, il libro è terribile, noiosissimo, pieno di ripetizioni al punto da parere scritto col copia e incolla moderato dal cerca e sostituisci. In compenso è un ottimo spunto di riflessione sul ruolo della donna nella società, e non solo nella società islamica, ma in qualsiasi società dove al maschio venga permesso di non uscire mai dall'adolescenza, come accade dove imperano la separazione tra i sessi e l'integralismo religioso.

    ha scritto il 

  • 4

    Firdaus è la protagonista di questo romanzo breve di una delle maggiori scrittrici egiziane. La narratrice è una donna, una psichiatra, che racconta di aver incontrato Firdaus, la protagonista del romanzo, una donna condannata a morte per aver ucciso un uomo, in un carcere poco prima che la conda ...continua

    Firdaus è la protagonista di questo romanzo breve di una delle maggiori scrittrici egiziane. La narratrice è una donna, una psichiatra, che racconta di aver incontrato Firdaus, la protagonista del romanzo, una donna condannata a morte per aver ucciso un uomo, in un carcere poco prima che la condanna venisse eseguita. Stando alle dichiarazioni dell'autrice, si tratta di una storia vera, raccolta dall'autrice-narratrice nella prigione di Qanatir nel 1974, negli anni in cui, dopo essere stata sollevata dal suo incarico presso il Ministero della Sanità nel 1972 a causa della sue idee femministe, lavorava come ricercatrice nel campo delle nevrosi femminili all'Università del Cairo. In seguito, nel 1981, l'autrice stessa sperimentò il carcere (scontò un anno di prigione per le sue idee non gradite nell'Egitto di Sadat). Fu qui che nacque l'idea di scrivere questo romanzo breve, partendo dagli ultimi incontri con Firdaus pochi mesi prima della sua esecuzione. Più che un romanzo, Firdaus è un grido di dolore e un pugno nello stomaco. Il libro si legge tutto d'un fiato.

    Continua su http://www.lastambergadeilettori.com/2011/05/firdaus-nawal-al-sadawi.html

    ha scritto il 

  • 5

    Firdaus, storia di una donna egiziana è un libro scritto dall'egiziana Nawal al Sadawi nel 1978 in arabo (pubblicato a Beirut) e tradotto in Italia, dalla versione inglese (Woman at Point Zero) nel 1986 da Giunti nella collana Astrea.
    E' la storia di Firdaus, donna e prostituta rinchiusa nel carc ...continua

    Firdaus, storia di una donna egiziana è un libro scritto dall'egiziana Nawal al Sadawi nel 1978 in arabo (pubblicato a Beirut) e tradotto in Italia, dalla versione inglese (Woman at Point Zero) nel 1986 da Giunti nella collana Astrea. E' la storia di Firdaus, donna e prostituta rinchiusa nel carcere di Quanatin, condannata a morte per l'omicidio di un uomo, che attende l'esecuzione della sua condanna. E' rinchiusa nel suo silenzio e si rifiuta di chiedere la sospensione della pena. Non parla con nessuno, salvo aprirsi e raccontare la sua storia a Nawal, psichiatra e soprattutto donna. Una storia di umiliazioni e di miserie, che sotto molti versi espone molte verità sulla comune condizione delle donne mussulmane, ma che può essere estesa, in modo più universale. Firdaus racconta emozioni e disperazione, frustazioni e sogni che le fanno affermare con orgoglio "Sono un'assassina, ma non ho commesso delitti. Anch'io come voi uccido solo criminali ..... Nessuna donna può essere criminale. Per essere criminale bisogna essere un uomo..... Dico che siete criminali, tutti voi: padri, zii, mariti, magnaccia, avvocati, dottori, giornalisti, e uomini di tutte le professioni." Il libro fu censurato in molti paesi arabi. Un libro intenso, duro e a volte crudo. Ma allo stesso tempo emozionante e comunque ben scritto.

    Quella di Firdaus è una storia vera, fu giustiziata nell'autunno del 1974.

    Nawal al Sadawi è una scrittrice e psichiatra nata in Egitto nel 1931. E' un'attivista e militante femminista. Nata in un piccolo villaggio, in una famiglia di 8 figli, il padre era un funzionario governativo. Ha studiato e nel 1955 si è laureata in Medicina all'Università del Cairo. Lavorò presso il governo come Direttore Sanitario, ma ben presto fu allontanata per la sua attività politica soprattutto a favore della condizione femminile nell'islam. Fu allora ricercatrice all'Università (ricerche sulle nevrosi - durante queste ricerche incontrò Firdaus in carcere) e consulente delle Nazioni Unite per programmi a favore dell' emancipazione delle donne. Fu arrestata nel settembre 1981 (era tra gli oppositori del trattato tra egiziani e isralieni) siglato da Sadat), fu rilascita a fine anno dopo l'assassinio di Sadat. Nel 1991 fu costretta a trasferirsi negli Stati Uniti a seguito delle minacce ricevute dai fondamentalisti islamici (si recò in North Carolina dove insegnò). Fece ritorno in Egitto nel 1996, dove continua la sua attività politica (si era anche parlato di una sua candidatura alle presidenziali del 2005). Ha scritto il suo primo romanzo nel 1957 e da allora ha pubblicato numerose novelle, opere teatrali e brevi romanzi. Inoltre notevole è la sua produzione di saggi attinenti soprattutto alla condizione della donna nell'islam e sulla mutilazione genitale femminile (che ella stessa subì da bambina).

    http://gianfrancodellavalle-sancara.blogspot.com/2011/01/libri-firdaus-storia-di-una-donna.html

    ha scritto il 

  • 5

    "Ogni Minuto Migliaia Di Occhi Mi Passavano Davanti,Ma Per Loro Rimanevo Sempre Inesistente"

    Bellissimo,Toccante,Terribilmente Reale. Un racconto molto forte e vivo,che colpisce nel profondo del cuore.

    ha scritto il 

  • 2

    Mi ha dato l'impressione di una storia molto costruita con toni decisamente monocordi e sempre orientati nella direzione preordinata che l'autrice si era prefissata. Senza sfumature è difficile rendere credibile una storia del genere

    ha scritto il 

  • 4

    Firdaus è un romanzo ispirato alla storia vera di una donna egiziana che si è trovata per le tristi circostanze della sua vita a fare la "prostituta di alto bordo", poi condannata a morte dal misogino sistema giuridico egiziano per aver ucciso un uomo.
    L'ho ripreso in mano dopo aver finito "Come ...continua

    Firdaus è un romanzo ispirato alla storia vera di una donna egiziana che si è trovata per le tristi circostanze della sua vita a fare la "prostituta di alto bordo", poi condannata a morte dal misogino sistema giuridico egiziano per aver ucciso un uomo. L'ho ripreso in mano dopo aver finito "Come fare del bene agli uomini" scritto da una donna che di lavoro fa in Italia la escort di lusso. In effetti c'è una continuità di ragionamenti tra una storia e l'altra, e non potrebbe essere altrimenti. Firdaus è uno di quei libri importanti che ogni donna dovrebbe assolutamente leggere. Riconfermo senza dubbio le 4 stelle della prima lettura. E a questo punto, non posso non consigliare, per chiudere il cerchio, la lettura di LA GRANDE BEFFA di Paola Tabet, una saggio antropologico che chiarisce e svela molto bene qual'è il ruolo sessuoeconomico imposto dagli uomini alle donne in quasi tutte le società umane.

    ha scritto il