Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Firestarter

By

Publisher: Hodder & Stoughton General Division

3.7
(2089)

Language:English | Number of Pages: 576 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , French , Dutch , Swedish , Chi traditional , German , Norwegian , Hungarian , Polish , Portuguese , Czech , Russian

Isbn-10: 0340952695 | Isbn-13: 9780340952696 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Audio CD , eBook , Others , Library Binding

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Firestarter ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
"Firestarter" is the mesmerising and menacing story of a sinister government agency, a fateful drug experiment, and a pigtailed girl named Charlie, who has an unimaginably terrifying gift: the power of pyrokinesis.
Sorting by
  • 1

    Noia tra supercattivi e paranormale

    Una bambina ha la capacità di appiccare incendi col pensiero, incenerendo uomini e cose. Suo padre può con la forza della mente indurre gli altri in suo potere fino alla pazzia. L’uomo è stato sottopo ...continue

    Una bambina ha la capacità di appiccare incendi col pensiero, incenerendo uomini e cose. Suo padre può con la forza della mente indurre gli altri in suo potere fino alla pazzia. L’uomo è stato sottoposto, cavia incauta ma volontaria, alla sperimentazione di un nuovo allucinogeno quando era studente universitario. I Cattivi del governo, x oscuri motivi resi ancora più improbabili da traballanti spiegazioni, danno loro la caccia. La storia è imperniata sulla contrapposizione dell’idilliaco rapporto tra padre e figlia e le bieche trame dei Cattivi, ma così cattivi da fare invidia ai nazi e al KGB. Il libro è sostanzialmente noioso, e ci sono solo due momenti emozionanti: la battaglia alla fattoria e l’apocalittico finale. Qui King non tiene conto di quello che in seguito sarà un suo punto di forza: dentro ognuno di noi è nascosto un piccolo primordiale cavernicolo, che gode del sangue e della morte altrui, x cui non sempre facciamo il tifo x i buoni. E c’è un presupposto di un’ingenuità sconcertante: che la stampa e l’opinione pubblica supporterebbero una persona dotata di così spaventosi poteri. L’istinto di conservazione e la naturale diffidenza e paura per ciò che è alieno porterebbero invece la gente a desiderare ciò che vuole la fantomatica Bottega: la morte della bambina. Un King ancora immaturo in una delle sue opere peggiori.

    said on 

  • 2

    Bha!

    Non è possibile usare così tante parole in 408 pagine e non dire niente! Gli ingredienti giusti c'erano, ma a malincuore ammetto che il risultato è stato, come dire, "bruciato"!

    said on 

  • 5

    Un libro piuttosto intenso. La storia è davvero avvincente, direi quasi cinematografica... ed in effetti non so come mai non ne abbiano tratto ancora un adattamento degno di tal nome.
    La piccola prota ...continue

    Un libro piuttosto intenso. La storia è davvero avvincente, direi quasi cinematografica... ed in effetti non so come mai non ne abbiano tratto ancora un adattamento degno di tal nome.
    La piccola protagonista e il suo potere sono decisamente inquietanti, probabilmente uno dei personaggi più inquietanti di cui abbia mai letto.

    said on 

  • 3

    Scorrevole e molto avvincente, il problema principale è però che è poco verosimile il comportamento troppo da adulta della piccola Charlie. D'accordo ne ha passate tante, d'accordo ha dovuto crescere ...continue

    Scorrevole e molto avvincente, il problema principale è però che è poco verosimile il comportamento troppo da adulta della piccola Charlie. D'accordo ne ha passate tante, d'accordo ha dovuto crescere in fretta ma ricordiamoci che ha solo 8 anni e a volte parla e si comporta come minimo una da venti. Peccato!

    said on 

  • 3

    Non sembra proprio un libro di King.
    L'ho letto solo ora e non 30 anni fa, quando e' uscito, ma devo dire che differisce tantissimo da tutti gli altri che ha scritto il re.

    Non so se mi e' piaciuto, ...continue

    Non sembra proprio un libro di King.
    L'ho letto solo ora e non 30 anni fa, quando e' uscito, ma devo dire che differisce tantissimo da tutti gli altri che ha scritto il re.

    Non so se mi e' piaciuto, forse no, ma e' il tono prolisso e un po' troppo arzigogolato che fa di questo libro qualche cosa di profondamente poco kinghiano.

    La storia ha degli alti e bassi e delle lunghe, e devo dire inutili, pause di contemplazione.
    Ora, forse, ho capito perché l'ho letto solo ora....
    Si puó leggere per completezza dell'opera di King, ma solo per questo.

    said on 

  • 4

    Una de superheroes del Tito

    Narra la huida de una familia con poderes que perfectamente pordría haber creado Brandon Sanderson. Aunque no los aprovechan como debería, sus razones tendrán...

    Destacar como siempre en King: persona ...continue

    Narra la huida de una familia con poderes que perfectamente pordría haber creado Brandon Sanderson. Aunque no los aprovechan como debería, sus razones tendrán...

    Destacar como siempre en King: personajes reales, empatizas con ellos y cerrar el final aunque creas que 30 páginas antes debería haber acabado.

    Un buen libro diferente a lo que nos tiene acostumbrados "el Tito"

    said on 

  • 4

    Un thriller incessante...

    Uno dei primi romanzi di King nel quale viene raccontata la storia di Charlie, una bambina che ha un insolito potere: la pirocinesi, cioè, in poche parole, la capacità e la possibilità di dar fuoco al ...continue

    Uno dei primi romanzi di King nel quale viene raccontata la storia di Charlie, una bambina che ha un insolito potere: la pirocinesi, cioè, in poche parole, la capacità e la possibilità di dar fuoco alle cose col solo potere della mente... detta così potrebbe assomigliare un po' alla trama di Carrie ma il romanzo prende una strada molto più assimilabile al thriller-senza-pause che all'horror vero e proprio: un'azione costante che vede al suo centro la lotta di Charlie e suo padre contro un'organizzazione segreta (la Bottega) che li vuole per i loro esperimenti...
    Un King ancora ai primi passi della sua immensa carriera ma magistralmente diabolico e intricato nel creare la trama di questo romanzo che, a parte un finale forse un po' troppo buonista per essere del Re (non che sia brutto intendiamoci...), convince dalla prima all'ultima pagina, in un costante crecere di tensione e rabbia.
    Consigliato!

    said on 

  • 3

    Un libro bastante sencillo y sin mucha profundidad psicológica. Atrapa porque es un excelente thriller, lleno de acción y misterio en las dosis adecuadas; nunca se sabe que va a suceder y la premisa e ...continue

    Un libro bastante sencillo y sin mucha profundidad psicológica. Atrapa porque es un excelente thriller, lleno de acción y misterio en las dosis adecuadas; nunca se sabe que va a suceder y la premisa es interesante.

    Sin embargo, para los fans de King que gustan más de sus alegorías y metáforas, este libro podría resultar una decepción y una bendición para quienes lo detesten. No hay un mensaje profundo en sus páginas, lo que no lo convierte en un libro malo, sino entretenido, muy bien escrito, de manera que consigue captar con precisión extraordinaria los fenómenos paranormales y físicos involucrados en la trama.

    No es un libro muy complicado, lo recomiendo para una lectura ligera y sin mucho rollo, más dirigida a la acción pero sin descuidar la excelente prosa y caracterización de los personajes, aunque el final no haya sido del todo de mi agrado.

    said on 

  • 4

    Tutto sommato... Buono!

    Un buon libro, quello di King. Non è sicuramente tra i picchi del re dell'orrore, ne per trama, né per originalità, né per caratterizzazione dei personaggi. Non ha colpi di scena fragorosi, non ha sce ...continue

    Un buon libro, quello di King. Non è sicuramente tra i picchi del re dell'orrore, ne per trama, né per originalità, né per caratterizzazione dei personaggi. Non ha colpi di scena fragorosi, non ha scene indimenticabili, non ha momenti da togliere il fiato. Ma è comunque un bel libro, leggero e senza troppe pretese, grazie anche alla modesta lunghezza. Un libro che si può leggere anche se non si è fan di King.

    said on 

Sorting by