Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fisica lisergica

La mente profonda e la struttura dell'universo

Di

Editore: Castelvecchi

3.7
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 126 | Formato: Altri

Isbn-10: 8876151028 | Isbn-13: 9788876151026 | Data di pubblicazione: 

Genere: Humor , Philosophy

Ti piace Fisica lisergica?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I disegni ricavati con il calcolo matematico dei frattali sono sorprendentemente simili alle visioni della psichedelia. La nuova fisica immagina l'Universo come "Emanazione di energia in perenne movimento da un centro", in modo uguale a quanto teorizzato dagli antichi sapienti. Insomma, è possibile rintracciare una "struttura profonda della mente" che funziona in perfetta armonia con le leggi della Fisica più avanzata, e consente di capire come funzionano le visioni e l'immaginazione, la creatività e gli stati di coscienza. Alessandro Haag si è laureato in Fisica delle Particelle elementari ed è appassionato di fighting karate, meditazione zen e giochi di ruolo.
Ordina per
  • 3

    Giudizio difficile. L'assunto è di quelli che colpiscono: esiste un parallelismo evidente tra gli sviluppi della fisica delle particelle e la visione "acida" del mondo teorizzata da personalità un po' borderline come Timothy Leary o Ken Casey.
    Da Blake attraverso Bergson fino alla teoria de ...continua

    Giudizio difficile. L'assunto è di quelli che colpiscono: esiste un parallelismo evidente tra gli sviluppi della fisica delle particelle e la visione "acida" del mondo teorizzata da personalità un po' borderline come Timothy Leary o Ken Casey.
    Da Blake attraverso Bergson fino alla teoria delle stringhe esistono livelli di percezione e di conoscenza che vanno al di là di quelli comunemente ammessi dal pensiero occidentale, sorretto in equilibrio precario dal principio aristotelico del terzo escluso che si è rivelato nel corso dei secoli assolutamente insufficiente a garantire la compastibilità tra il pensiero scientifico e quello "esoterico" e religioso.
    Infastidisce però il non detto: qual è la contropartita ad un uso così apertamente esaltato del dietilamide? Al di là di ogni inutile moralismo è pur sempre di un livello decisamente più elevato un Fritjof Capra.....

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro è una tesi di laurea di uno del quale avrei anche potuto invaghirmi, non fosse che poi l'ho visto sul suo profilo di facebook vestito da cavaleriere matto dei giochi di ruolo.
    Ha messo in ordine le mie conoscenze di fisica moderna, ha trovato delle ottime giustificazioni all'amo ...continua

    Questo libro è una tesi di laurea di uno del quale avrei anche potuto invaghirmi, non fosse che poi l'ho visto sul suo profilo di facebook vestito da cavaleriere matto dei giochi di ruolo.
    Ha messo in ordine le mie conoscenze di fisica moderna, ha trovato delle ottime giustificazioni all'amore per le sostanze lisergiche e poi ci ha messo anche un po' di pensiero orientale come collante.
    Il senso è che astenersi dal pensiero razionale/illuminista non farà di te un fricchettone da sandali e aceto di mele, un altro modo di essere fricchettoni è possibile.

    ha scritto il