Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fiume di sangue

Di

Editore: Superpocket (Best thriller; 5)

3.2
(462)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 359 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Chi tradizionale , Polacco

Isbn-10: 8846210131 | Isbn-13: 9788846210135 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Fiume di sangue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Incaricato di scegliere la location per un film di bulli e pupe, Pellam approda a Maddox, cittadina fluviale dello Stato del Missouri. Ma non fa in tempo ad ambientarsi che si ritrova per caso ad assistere a un regolamento di conti, proprio davanti al suo camper. Le vittime sono un criminale già noto alle autorità, una ragazza innocente e un poliziotto, il quale, più fortunato degli altri due, non finisce all'obitorio ma solo in ospedale. Sospettato di aver visto molto più di quanto non abbia fatto in realtà, Pellam diventa l'uomo più ricercato della Terra: dalla polizia locale che lo vuol far parlare, dall'FBI che gli vuole cavare un particolare nome, da una misteriosa bionda che lo vuole e basta, oltre che - ovviamente - dai criminali che lo vogliono eliminare per sempre.
Per salvarsi, deve necessariamente trasformarsi da preda in cacciatore... Come "Sotto terra", "Fiume di sangue" contiene già tutti gli elementi che hanno reso celebre Deaver: un intrigante personaggio seriale, una trama gialla impeccabile con il famoso "meccanismo a orologeria" e un sorprendente colpo di scena finale.


Ordina per
  • 2

    Difficile credere che sia stato scritto da Deaver. Uno dei più brutti tra i libri che ho letto ultimamente. Ancora adesso, dopo averlo finito, ho difficoltà a riconoscere e a distinguere i vari personaggi l'uno dall'altro. .. e i dialoghi sono assurdi. Da bocciare completamente

    ha scritto il 

  • 3

    Dove c'è Pellam c'è un morto!

    Secondo capitolo della trilogia che vede come protagonista il location scout John Pellam. A parte il fatto che Pellam ha poco da invidiare alla signora in giallo e il detectiv conan, in fatto di portar sfiga visto che dove va lui qualcuno muore, il libro è bello da leggere. Non è all'altezza dell ...continua

    Secondo capitolo della trilogia che vede come protagonista il location scout John Pellam. A parte il fatto che Pellam ha poco da invidiare alla signora in giallo e il detectiv conan, in fatto di portar sfiga visto che dove va lui qualcuno muore, il libro è bello da leggere. Non è all'altezza della serie di Rhyme, ma va bene comunque.
    Seguito di "sotto terra" ma con zero riferimenti o allacciamenti al primo capitolo,Fiume di sangue si basa sulla "probabile" testimonianza di Pellam , che assiste ad un omicidio. A cercare tale informazioni, per motivi diversi, ci sono l'FBI, polizia e sicari.
    Voto 3 stelle ,perchè Deaver , il vero Deaver è di una gradino superiore!

    ha scritto il 

  • 3

    Adoro Jeffery Deaver ma devo ammettere che questo libro non è all'altezza degli altri; è comunque una lettura piacevole, la penna del maestro si fa sentire e la storia fila via benissimo.
    Per un approccio con Deaver consiglio la serie Rhyme-Sachs

    ha scritto il 

  • 1

    Io e Deaver non andiamo proprio d'accordo e non riesco a capire il perché quest'autore abbia tanto successo. Le trame sono praticamente sempre delle soap opera dove la componente thriller serve solo da contorno. I colpevoli poi, una volta capito come funziona lo schema di Deaver, sono facilmente ...continua

    Io e Deaver non andiamo proprio d'accordo e non riesco a capire il perché quest'autore abbia tanto successo. Le trame sono praticamente sempre delle soap opera dove la componente thriller serve solo da contorno. I colpevoli poi, una volta capito come funziona lo schema di Deaver, sono facilmente individuabili e spesso non si capisce chi è il più ingenuo e imbranato fra i protagonisti e cattivi di turno.

    ha scritto il 

  • 3

    leggibile sicuramente, ma nulla di che.
    Il libro scorre bene anche perchè pieno di dialoghi.
    Ma la sostanza è quella che è.
    Si afferrano poco i personaggi, più stereotipo o modello-tipo, che altro.

    ha scritto il 

  • 4

    Un buon racconto, ed è difficile sia diverso quando si ha a che fare con Jeffery Deaver.
    Forse solo un gradino sotto la coppia Rhyme-Sachs, anche Pellam sa essere un protagonista di tutto rispetto..

    ha scritto il 

  • 3

    Diciamo che forse non è il miglior libro di Deaver che io abbia letto. La storia è carina ma sembra molto annacquata come se il libro fosse stato scritto per rispettare una scadenza e non perchè davvero si avesse vogllia di farlo. Non mi ha lasciato molto.

    ha scritto il