Flicka med pärlörhänge

By

Förlag: MånPocket

4.0
(9276)

Language: Svenska | Number of Pages: 246 | Format: Others | På andra språk: (andra språk) English , Chi traditional , Spanish , French , German , Italian , Dutch , Catalan , Greek , Portuguese , Czech , Romanian

Isbn-10: 9176438902 | Isbn-13: 9789176438909 | Publish date:  | Edition Ny utg.

Category: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , History

Do you like Flicka med pärlörhänge ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
Flicka med pärlörhänge är en berättelse om konstnären Vermeers målning Flicka med turban och omständigheterna kring porträttets skapande i den holländska staden Delft på 1600-talet.

Griet är sexton år när hon träder i tjänst hos konstnären Vermeer. Hennes uppgifter . i det stora och barnrika hushållet består av tvätt och barnpassning, men hon har också fått i uppdrag att städa konstnärens ateljé utan att rubba ett enda föremål i hans minutiöst uppbyggda scenerier.
Snart uppstår ett slags samförstånd med en underström av attraktion mellan Griet och Vermeer, en själarnas sympati mellan den store målaren och den enkla tjänsteflickan. Han lockar fram en förmåga som finns slumrande hos Griet och lär henne att se tingen med en konstnärs ögon.
Vermeers hustru Catharina är sin mans absoluta motsats. Catharina är från första stund avogt inställd till Griet och avskyr sin makes intresse för flickan.
När Vermeers rike mecenat van Ruijven fattar tycke för den söta tjänsteflickan, och insisterar på att Vermeer skall måla henne, skärps spänningarna. Ryktena och skvallret i småstaden Delft ökar trycket och när tavlan är fullbordad väntar en dramatisk uppgörelse...

Chevalier gör inte ett felsteg i detta triumferande verk ...Det är en underbar berättelse The Wall Street Journal
En juvel till roman... Time
Den är ett litterärt konstverk, en av de vackraste kärlekshistorier jag läst ... Bodil Malmsten, Tara

Sorting by
  • 2

    Un romanzo semplice, scitto in maniera piana, che racconta la vita di una servetta nell'Olanda del XVII. La protagonista ha la fortuna di entrare a servizio del pittore Vermeer.
    Vita da prof: utile pe ...fortsätt

    Un romanzo semplice, scitto in maniera piana, che racconta la vita di una servetta nell'Olanda del XVII. La protagonista ha la fortuna di entrare a servizio del pittore Vermeer.
    Vita da prof: utile per spiegare la preparazione dei colori, la camera oscura e il mercato artistico di questo contesto

    sagt den 

  • 3

    Un libro semplice da leggere... I personaggi non mi hanno presa più di tanto, e la trama prosegue piatta per la maggior parte del libro senza coinvolgere più di tanto il lettore.. nella seconda metà d ...fortsätt

    Un libro semplice da leggere... I personaggi non mi hanno presa più di tanto, e la trama prosegue piatta per la maggior parte del libro senza coinvolgere più di tanto il lettore.. nella seconda metà del libro c'è stato un po' di movimento ma non chissà che, rispetto alle mie aspettative. Mi è piaciuto molto il modo in cui la scrittrice ha trasmesso il carattere del pittore e la visione del mondo dell'artista. Certe pagine trasmettevano l'intimità delle scene descritte.
    In conclusione, un classico che secondo me va letto

    sagt den 

  • 3

    È il primo romanzo di Tracy Chevalier che leggo e mi è sembrato quasi un libro per ragazzi. La scrittura è molto semplice, chiara, ordinata. Il personaggio di Griet è molto bello ma in generale tutti ...fortsätt

    È il primo romanzo di Tracy Chevalier che leggo e mi è sembrato quasi un libro per ragazzi. La scrittura è molto semplice, chiara, ordinata. Il personaggio di Griet è molto bello ma in generale tutti i personaggi sono tratteggiati bene. Mi è sembrato di essere lì con loro e soprattutto mi sono lasciata trasportare nei quadri di Vermeer e nelle storie immaginate dietro questi dipinti così precisi.

    http://www.lacasadialchemilla.com/2016/01/la-ragazza-con-lorecchino-di-perla-di.html

    sagt den 

  • 5

    Non avrei potuto concludere meglio il mio anno di letture. Per la verità in questo caso dovrei dire di ascolto, visto che il mio è un audiolibro. Letto, tra l'altro, splendidamente. Delicato, emozi ...fortsätt

    Non avrei potuto concludere meglio il mio anno di letture. Per la verità in questo caso dovrei dire di ascolto, visto che il mio è un audiolibro. Letto, tra l'altro, splendidamente. Delicato, emozionante, con personaggi ben caratterizzati. Una storia verosimile, che ti fa venir voglia di approfondire le conoscenze su Veermer, per vedere quanto è inventato e quanto è verità. Spesso sono andata a riguardarmi i quadri citati nel testo per cogliere i particolari come erano descritti e gustarmi meglio il tutto. Temevo che si perdessero i pregi, magari con un finale banale, ed invece tutto ha mantenuto le aspettative. Belle emozioni!

    sagt den 

  • 4

    Non eccezionale ma bello!
    E' una storia delicata dove, tra le righe, si affaccia una certa empatia tra la semplice Griet e il grande pittore Vermeer. E' reso bene il quadro storico e anche i personagg ...fortsätt

    Non eccezionale ma bello!
    E' una storia delicata dove, tra le righe, si affaccia una certa empatia tra la semplice Griet e il grande pittore Vermeer. E' reso bene il quadro storico e anche i personaggi sono molto credibili. E' bello poi indovinare dalle descrizioni i quadri.
    La storia quindi di questo amore misto a venerazione è toccante e coinvolgente, anche se forse non come dovrebbe e potrebbe: forse dipende dal fatto che lo stile è troppo attuale e poco personale. Una bella lettura comunque.

    sagt den 

  • 5

    un testo estremamente emozionante dove luci, colori, quadri si fondono in un contesto sinestetico che lascia il lettore senza fiato sino all'ultima parola. I personaggi e gli ambienti fanno da sfondo ...fortsätt

    un testo estremamente emozionante dove luci, colori, quadri si fondono in un contesto sinestetico che lascia il lettore senza fiato sino all'ultima parola. I personaggi e gli ambienti fanno da sfondo ad emozioni più intense della realtà.
    Consigliatissimo.

    sagt den 

  • 5

    Un altro romanzo che mi ha appassionato davvero dall'inizio alla fine,ed è per questo che si merita 5 stelle. 5 stelle per le descrizioni dei quadri,dei colori,per il rapporto tra Griet e Vermeer,per ...fortsätt

    Un altro romanzo che mi ha appassionato davvero dall'inizio alla fine,ed è per questo che si merita 5 stelle. 5 stelle per le descrizioni dei quadri,dei colori,per il rapporto tra Griet e Vermeer,per quella voglia che ti viene di studiare anche tu quel quadro..La cosa che invece mi lascia amaro in bocca è il comportamento di lei,adatto sì alla sua epoca ma io l'ho vista troppo remissiva..mi sarei aspettata delle decisioni più forti invece alla fine ha sempre fatto ciò che gli altri volevano da lei..Da leggere!

    sagt den 

  • 4

    Pennellate d'inchistro su pagine di stile

    A me questo libro è piaciuto soprattutto per il taglio fluido che la narrazione di Griet riesce a creare.
    Come ho già detto in altre occasioni solitamente tendo ad evitare i libri scritti in prima per ...fortsätt

    A me questo libro è piaciuto soprattutto per il taglio fluido che la narrazione di Griet riesce a creare.
    Come ho già detto in altre occasioni solitamente tendo ad evitare i libri scritti in prima persona perché ho sempre il timore che l'autore non riesca a trasmettere i sentimenti e le ambientazioni in maniera convincente, ma non è questo il caso, infatti in questo libro i paesaggi non vengono descritti ma dipinti come se fosse Vermeer a tramutare, pennello alla mano, la vita di Griet in un quadro di mirabile fattura…
    Il tema evidente di quest'opera potrebbe sembrare il semplice retroscena della vita di un pittore, ma osservando meglio si può notare l'incontro tra due persone inequivocabilmente sole nell'anima e non comprese dal mondo che le circonda.
    Lo stile è semplice ma accurato come può essere il colore mescolato con sapienza dalle mani del pittore.
    Il libro è delicato come una pennellata morbida sulla tela e i sentimenti vengono analizzati e raffigurati in maniera sfumata, con un susseguirsi di sguardi sfuggenti e mani che si sfiorano nei pomeriggi grigi di Delft, dove la povera Griet è costretta a subire angherie da parte dei familiari e dei conoscenti di Vermeer. Il rapporto di complicità tra l'artista e la domestica si fa sempre più aulico e puro mentre la moglie del pittore, che appare quasi come un particolare del colore sbagliato, cerca di dare alla luce sempre più bambini per spingere la produzione dei capolavori a numeri più elevati preoccupandosi di più del prossimo nascituro piuttosto che dei figli che ha già messo al mondo.
    I personaggi secondari ruotano in un caleidoscopio di sentimenti intorno alla figura di Griet provocandole dispiaceri e sofferenze non indifferenti che vanno a lacerare la maschera impeccabile che cerca di indossare ogni qualvolta qualcuno la aggredisca.
    L'autrice riesce a trasmettere la sensibilità emotiva di Griet in maniera molto convincente e la descrizione permette una visione nitida del mondo che la circonda rendendola verosimile e congrua anche per la spiegazione al padre cieco.
    Molto toccante il colpo di scena finale in cui si rivela ciò che si può vedere sullo sfondo di tutta la narrazione ma che a circa 3/4 del libro sembra dissolversi.

    sagt den 

Sorting by
Sorting by