Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Sök Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Flicka med pärlörhänge

By

Förlag: MånPocket

4.0
(9059)

Language:Svenska | Number of Pages: 246 | Format: Others | På andra språk: (andra språk) English , Chi traditional , Spanish , French , German , Italian , Dutch , Catalan , Greek , Portuguese , Czech , Romanian

Isbn-10: 9176438902 | Isbn-13: 9789176438909 | Publish date:  | Edition Ny utg.

Category: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , History

Do you like Flicka med pärlörhänge ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
Flicka med pärlörhänge är en berättelse om konstnären Vermeers målning Flicka med turban och omständigheterna kring porträttets skapande i den holländska staden Delft på 1600-talet.

Griet är sexton år när hon träder i tjänst hos konstnären Vermeer. Hennes uppgifter . i det stora och barnrika hushållet består av tvätt och barnpassning, men hon har också fått i uppdrag att städa konstnärens ateljé utan att rubba ett enda föremål i hans minutiöst uppbyggda scenerier.
Snart uppstår ett slags samförstånd med en underström av attraktion mellan Griet och Vermeer, en själarnas sympati mellan den store målaren och den enkla tjänsteflickan. Han lockar fram en förmåga som finns slumrande hos Griet och lär henne att se tingen med en konstnärs ögon.
Vermeers hustru Catharina är sin mans absoluta motsats. Catharina är från första stund avogt inställd till Griet och avskyr sin makes intresse för flickan.
När Vermeers rike mecenat van Ruijven fattar tycke för den söta tjänsteflickan, och insisterar på att Vermeer skall måla henne, skärps spänningarna. Ryktena och skvallret i småstaden Delft ökar trycket och när tavlan är fullbordad väntar en dramatisk uppgörelse...

Chevalier gör inte ett felsteg i detta triumferande verk ...Det är en underbar berättelse The Wall Street Journal
En juvel till roman... Time
Den är ett litterärt konstverk, en av de vackraste kärlekshistorier jag läst ... Bodil Malmsten, Tara

Sorting by
  • 4

    La ragazza con l'orecchino di perla

    Idea molto originale quella di costruire una storia, verosimile e contestualizzata, partendo da un quadro di Vermeer. Il ritmo della narrazione è lento, piacevolmente rilassato. Mi è piaciuto molto. ...fortsätt

    Idea molto originale quella di costruire una storia, verosimile e contestualizzata, partendo da un quadro di Vermeer. Il ritmo della narrazione è lento, piacevolmente rilassato. Mi è piaciuto molto.

    sagt den 

  • 4

    Partire da un quadro e immaginare tutta una storia è un ottimo esercizio di scrittura. L'ha fatto anche Tracy Chevalier col suo "La ragazza con l'orecchino di perla", immaginando che che la sconosciut ...fortsätt

    Partire da un quadro e immaginare tutta una storia è un ottimo esercizio di scrittura. L'ha fatto anche Tracy Chevalier col suo "La ragazza con l'orecchino di perla", immaginando che che la sconosciuta modella sia la domestica di casa Veermer. Un ottimo esercizio trasformato in un successo mondiale. Ottima lettura per chi ama i romanzi storici, l'arte figurativa, ma anche immaginarsi chi si cela dietro i ritratti.

    sagt den 

  • 3

    VOTO: 7/10

    parto dicendo che ho molto apprezzato la trama, è sicuramente particolare e ben strutturata.
    mi è piaciuto anche questo amore platonico, nato non da una attrazione fisica o caratteriale, ma da un reci ...fortsätt

    parto dicendo che ho molto apprezzato la trama, è sicuramente particolare e ben strutturata.
    mi è piaciuto anche questo amore platonico, nato non da una attrazione fisica o caratteriale, ma da un reciproco rispetto ed ammirazione.
    la scrittura è scorrevole [...].
    nonostante ciò non sono riuscita a legare con nessuno dei personaggi, che mi sono rimasti tutti abbastanza indifferenti, ed anche la storia in sè non mi ha lasciato niente.
    [...]
    ciononostante è una lettura piacevole, consigliata a tutti gli amanti dell’arte e dei romanzi storici.

    il mio parere in forma completa lo potete trovare qui: http://lostinmybrain.altervista.org/parlando-di-la-ragazza-con-lorecchino-di-perla-di-tracy-chevalier/

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Peccato...

    Riponevo molte speranze in un libro chiacchieratissimo come questo, ma ho dovuto ricredermi.
    Per carità, scorrevole, a suo modo intrigante in certi punti, ma il fatto è che a prevalere sono purtroppo ...fortsätt

    Riponevo molte speranze in un libro chiacchieratissimo come questo, ma ho dovuto ricredermi.
    Per carità, scorrevole, a suo modo intrigante in certi punti, ma il fatto è che a prevalere sono purtroppo le parti in cui l'autrice si dilunga a descrivere i pallosissimi stralci della quotidianità di Griet che, a mio parere, servono solo a riempire le pagine di un libro la cui storia sarebbe risultata più incisiva se fosse stata più diretta.
    Per quanto la Chevalier si sia sforzata, sono davvero pochi i punti in cui è possibile immergersi fino in fondo nel mondo interiore di Griet, e solo verso le ultime pagine il mio interesse verso le vicende narrate è notevolmente cresciuto, forse perché raccontate diversamente, forse perché è stato finalmente dato un senso a tutto quel descrivere continuo che più volte mi ha spinto ad abbandonare questa lettura.
    Tuttavia, c'è da dire che è stata notevole la scena in cui Griet viene vista dal suo padrone senza cuffia, coi capelli sciolti. Un momento topico: mai nessuno era riuscito a vederla così, nuda.
    Senza cuffia non le è più possibile nascondere i suoi pensieri, i suoi timori, le sue insicurezze.
    Senza cuffia non è più una fantesca come tante altre, bensì una giovane donna con una femminilità oramai non più mortificata.
    Se in un primo momento è l'imbarazzo a prevalere, sarà poi la consapevolezza del proprio corpo e del potere esercitante che spingeranno Griet a 'sfogare' successivamente con Pieter questa energia sessuale da sempre repressa. Un'energia che è "costretta" a canalizzare in un ragazzo che si sforzerà di amare. Un'energia che avrebbe voluto liberare col vero oggetto dei suoi desideri: il suo padrone.

    sagt den 

  • 1

    zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz (noiosità a go go)

    Una noia mortale... o meglio: la scrittura è molto scorrevole e ti tiene attaccato al libro, ma è tutto molto moscio. Non ci sono briosità nè altri momenti di suspance. L'unica reazione che mi suscita ...fortsätt

    Una noia mortale... o meglio: la scrittura è molto scorrevole e ti tiene attaccato al libro, ma è tutto molto moscio. Non ci sono briosità nè altri momenti di suspance. L'unica reazione che mi suscita è una voglia pazza di prendere a schiaffi Griet e dirle: svegliati cazzo

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Ma no, ma no, ma no. Un libro patetico. Scritto giusto per riempire duecento pagine senza il minimo impegno. Parto dal presupposto che è scritto in prima persona: è Griet stessa a raccontarci la sua s ...fortsätt

    Ma no, ma no, ma no. Un libro patetico. Scritto giusto per riempire duecento pagine senza il minimo impegno. Parto dal presupposto che è scritto in prima persona: è Griet stessa a raccontarci la sua storia. Intollerabile, odio le narrazioni in prima persona - ma questo è un gusto personale, quindi sorvoliamo. Ma una fantesca, una serva, che nel 1600 si permette di prendere a sberle le figlie della padrona e che si permette di fare il bello e il cattivo tempo? Mh. Dubito. Una serva che non sa leggere e scrivere e che, giustamente, non sa cosa significhi la parola "Immagine" - tanto da doverne chiedere il significato a Vermeer, il suo padrone - e poi venti pagine dopo descrive con i termini più accurati e complessi i quadri dello stesso pittore? Ma per favore. La storia d'amore e di passione - con Vermeer e con il macellaio, che diventerà il marito di Griet e il padre dei suoi figli - per fortuna è evanescente e non sviluppata secondo il modello Harmony, cosa che in verità temevo; il difetto è che non minimamente sviluppata: i sentimenti teneri, contrastati e contrastanti non fanno per nulla presa sul lettore.

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    La storia del famoso dipinto di Vermeer è un argomento molto affascinante...ho letto con interesse soprattutto la seconda parte del libro, curiosa di sapere cosa ne sarebbe stato di Griet e del suo ri ...fortsätt

    La storia del famoso dipinto di Vermeer è un argomento molto affascinante...ho letto con interesse soprattutto la seconda parte del libro, curiosa di sapere cosa ne sarebbe stato di Griet e del suo ritratto, ma la Chevalier mi ha delusa in alcuni punti dove avrei preferito una maggiore descrizione psicologica degli avvenimenti. Ho recepito la forte ossessione che lega il pittore al suo quadro, ma sono riuscita a calarmi meno nelle sensazioni e nel desiderio provati da Griet, eccetto che nell'ultimo terzo del libro...resta comunque una lettura piacevole ma non un capolavoro, da 3 stelle e mezza direi! ;)

    sagt den 

Sorting by