Follia

Di

Editore: Adelphi (Gli Adelphi; 408)

4.1
(7524)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 296 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Portoghese , Inglese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Catalano , Olandese

Isbn-10: 8845926982 | Isbn-13: 9788845926983 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Matteo Codignola

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Criminalità , Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace Follia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Inghilterra, 1959.
Dall'interno di un tetro manicomio criminale vittoriano uno psichiatra comincia a esporre, con apparente distacco, il caso clinico più perturbante che abbia incontrato nella sua carriera – la passione letale fra Stella Raphael, moglie di un altro psichiatra dell'ospedale, e Edgar Stark, un artista detenuto per un uxoricidio particolarmente efferato. È una vicenda cupa e tormentosa, che fin dalle prime righe esercita su di noi una malìa talmente forte da risultare quasi incomprensibile – finché lentamente non ne affiorano le ragioni nascoste. «Emersi da una lettura che probabilmente avrà avuto poche interruzioni – senza ricorrere a sensazionalismi plateali, McGrath è un maestro nel­l'arte di non mollare la presa – ci si potrà domandare semmai in che categoria collocare questo libro avvincente... Libro in ogni caso di atmosfere e di inquietudini sotterranee, tali da creare un disagio che a molti non dispiacerà. Ricordate la Gwendolin di Oscar Wilde? “Che tensione intollerabile” osservava quella saggia giovinetta. E continuava: “Speriamo che duri».
Ordina per
  • 4

    un romanzo sicuramente diverso dagli altri...molto scorrevole e molto bello! come è ovvio risulta difficile immedesimarsi nei personaggi e in un certo senso capirli, altrimenti non si parlerebbe di fo ...continua

    un romanzo sicuramente diverso dagli altri...molto scorrevole e molto bello! come è ovvio risulta difficile immedesimarsi nei personaggi e in un certo senso capirli, altrimenti non si parlerebbe di follia! Ma la scrittura è molto semplice ed esaustiva, all'inizio, cosa anche un pò fastidiosa, eccessivamente distaccata a mio parere, ma poi sempre più partecipe. Ecco...se devo trovare una nota negativa, sicuramente non ho apprezzato la "distrazione" del narratore sul finale. Mi è sembrata fuori luogo per uno psichiatra e abbastanza surreale...quasi "folle" !!!

    ha scritto il 

  • 4

    Mai titolo fu più azzeccato!! All'inizio sembra una storia di adulterio un po' sopra le righe, ma andando avanti in questo romanzo quello che rimane è la sensazione che tutti i personaggi siano pervas ...continua

    Mai titolo fu più azzeccato!! All'inizio sembra una storia di adulterio un po' sopra le righe, ma andando avanti in questo romanzo quello che rimane è la sensazione che tutti i personaggi siano pervasi da una personale follia. Nessuno si salva da questa atmosfera di presagio alla catastrofe. Di sicuro è un romanzo interessante, nel quale spesso non intravedi un filo logico e spesso sei costretto a perderlo, come nel finale, quando abbandoni le tue poche certezze acquisite e ti chiedi dove alberga la vera follia

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Stella e Peter uniche pecche

    Stella è davvero odiosa, non sono riuscita né a simpatizzare con lei né a trovarla minimamente affascinante.
    In più l''ingenuità di Peter è disarmante. Possibile che uno psichiatra esperto possa non a ...continua

    Stella è davvero odiosa, non sono riuscita né a simpatizzare con lei né a trovarla minimamente affascinante.
    In più l''ingenuità di Peter è disarmante. Possibile che uno psichiatra esperto possa non aver colto i cosiddetti segnali ed essersi fatto ammaliare come un novellino?
    Mi stava piacendo molto, ma gli avvenimenti finali mi hanno un po' delusa, anche se il finale non è quello che ti aspetti a inizio libro

    ha scritto il 

  • 4

    una storia crudele

    Splendida ricostruzione della storia di una donna che viene trascinata nella pazzia dalla forza di un amore malato e pericoloso.
    Nessuno è completamente sano in questa storia, compreso il dottore e am ...continua

    Splendida ricostruzione della storia di una donna che viene trascinata nella pazzia dalla forza di un amore malato e pericoloso.
    Nessuno è completamente sano in questa storia, compreso il dottore e amico di Stella, che la prende in cura dopo un terribile evento che ci viene mostrato verso la fine del libro. Nessuno ne esce indenne.

    Peccato per alcune parti allungate troppo, ma mi è piaciuto tantissimo il modo in cui questo folle amore viene mostrato con la freddezza del clinico occhio esterno.

    Non c'è morale, non ci sono buoni, non c'è pietà. Quella di Stella è la storia di una donna che abbandona letteralmente chiunque e qualunque cosa per il suo amore. Famiglia, buonsenso e pazienza vengono sacrificati sull'altare dei bassi istinti.
    Che moralisti e benpensanti si tengano lontano da questa lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    Un po' altalenante con parti davvero coinvolgenti altre un po' cadenti . Particolare e interessante la parte finale anche se la conclusione un po' prevedibile .

    ha scritto il 

  • 3

    Sono stata molto indecisa su questo libro, fino all'ultimo. Avevo letto in giro opinioni discordanti e la stessa trama, per quanto attraente, mi lasciava un po' perplessa.
    Con il procedere delle pagin ...continua

    Sono stata molto indecisa su questo libro, fino all'ultimo. Avevo letto in giro opinioni discordanti e la stessa trama, per quanto attraente, mi lasciava un po' perplessa.
    Con il procedere delle pagine, però, mi sono totalmente ricreduta, fino ad arrivare all'annoso dilemma se dare a questo libro 3 o 4 stelline. Alla fine ho optato per la prima soluzione, ma solo per una questione diciamo di relazione/paragone con altri libri che mi sono piaciuti di più.
    La storia è disturbante (non poteva essere altrimenti visto che è ambientata nell'oscuro mondo della psichiatria e, non di meno, nella campagna inglese, nota ai più per aver ambientato famosi romanzi gotici), malata, ossessionante, ma ahimè avvincente. Tutti meccanismi relazionali tra i personaggi non si rivelano mai del tutto, se non alla fine, dove l'autore tira le somme e dà una visione di panoramica esaustiva.
    Piccola nota a margine: Edgar Stark, un pazzo, un assassino, un artista maledetto, ma affascinante nella sua malattia. È il personaggio che mi è piaciuto di più, decisamente.

    ha scritto il 

  • 3

    Va beh (se proprio te lo devo dire), non è che tu mi faccia poi impazzire.

    Più che un libro, un vero e proprio pugno allo stomaco =/.
    Storia troppo malata e disturbata per i miei gusti. Ma scritta bene.

    ha scritto il 

  • 3

    Bel libro! E' incredibile come l'autore sia riuscito a descrivere così bene la pazzia di questi amanti. Anche la storia scorre veloce e appassiona. Ho dato 3 stelle semplicemente perchè ho letto di me ...continua

    Bel libro! E' incredibile come l'autore sia riuscito a descrivere così bene la pazzia di questi amanti. Anche la storia scorre veloce e appassiona. Ho dato 3 stelle semplicemente perchè ho letto di meglio. Ma lo consiglio ugualmente.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per