Follie di Brooklyn

Voto medio di 3917
| 731 contributi totali di cui 609 recensioni , 121 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Raggiunta ormai l'età della pensione, Nathan Glass ritorna a Brooklyn, la città dov'è nato e che ha lasciato quasi sessant'anni prima. Trasloca a Brooklyn con l'intenzione precisa di cercare un buon posto per morire. Ma il caso ha deciso per lui ... Continua
Ha scritto il 16/07/17
Un uomo che pensa di essere finito, Nathan Glass; e così si trasferisce a Brooklyn. Ma gli capita di tutto... Un libro splendidamente scritto, come solo Auster sa fare. Qualche spunto serio, a tratti ironico, a volte tragico. L'ho amato.
  • Rispondi
Ha scritto il 03/07/17
Mi aspettavo di meglio..scarno,asciutto nei dialoghi e sulla città,un po' fermo sulle gambe..
  • Rispondi
Ha scritto il 17/05/17
Adoro gli scrittori un po' cinici, mi conquista l'ironia e quando un autore riesce a farmi fare un sorriso che somiglia ad un sogghigno e, allo stesso tempo, mi fa sentire la sua compassione per l'umanità, suscitando la mia, con me ha fatto ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 22/03/17
Stavo cercando un posto tranquillo per morire. Qualcuno mi raccomandò Brooklyn…Comincia così, con un incipit che prelude la fine, Follie di Brooklyn, di Paul Auster.Nathan Glass ha 59 anni e una prognosi infausta per tumore ai polmoni, decide ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 16/02/17
Mai sottovalutare il potere dei libri
Parola di Paul Auster, che riesce a passare con maestria dalla risata al suscitare commozione, senza mai perdere la brillantezza che la narrazione dimostra fin dalle prime pagine.Il resto della recensione, qui: ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 02, 2017, 21:32
"Lei ha la storia, e quando una persona è abbastanza fortunata da vivere in una storia, da vivere in un mondo immaginario, i dolori di questo mondo svaniscono. Perché fino a quando la storia continua, la realtà non esiste più."
Pag. 135
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 02, 2017, 16:06
One should never underestimate the power of books.
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 02, 2017, 16:06
What young woman wouldn’t want to read the definitive biography of her father—even if that father had been no more than a factory worker or the assistant manager of a rural bank? What mother wouldn’t want to read the life story of her ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 02, 2017, 16:05
My idea was this: to form a company that would publish books about the forgotten ones, to rescue the stories and facts and documents before they disappeared—and shape them into a continuous narrative, the narrative of a life.
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 02, 2017, 15:48
Eventually, we would all die, and when our bodies were carried off and buried in the ground, only our friends and families would know we were gone. Our deaths wouldn’t be announced on radio or television. There wouldn’t be any obituaries in the ... Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 19, 2016, 07:26
813.54
AUS 14832
Letteratura Americana
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi