Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fondazione anno zero

Di

Editore: Mondadori

4.1
(2279)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 370 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Olandese , Polacco , Russo , Thai , Svedese , Finlandese , Ceco

Isbn-10: 880437330X | Isbn-13: 9788804373308 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Gianni Montanari

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Social Science

Ti piace Fondazione anno zero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Hari Seldon è l'uomo che tutti hanno imparato a conoscere come il creatoredella Psicostoria, la scienza che aiuta a predire il futuro grazie alla ripetizione programmata dei cicli storici. E torna in una storia all'insegnadell'intrigo, piena di colpi di scena, di inseguimenti spaziali e di tantatenerezza.tutti tacciono, qualcuno rinuncia addirittura alla Chiesa. Ma sull'isolasbarca un bel tedesco di Roma, che farà della fanciulla una donna con lainvidiosa complicità dei vecchi, che da quel momento non avranno più pace.sportive all'interno della più vasta storia del costume e delle idee.
Ordina per
  • 5

    Ennesima conferma di aver avuto la fortuna di leggere i libri di questo Maestro della Fantascienza

    Parlando di Asimov e dei suoi libri ho paura di essere ripetitivo. I suoi lavori sono affascinanti. Per me è il maestro più importante della fantascienza. I suoi libri sono scritti in modo eccezionale ...continua

    Parlando di Asimov e dei suoi libri ho paura di essere ripetitivo. I suoi lavori sono affascinanti. Per me è il maestro più importante della fantascienza. I suoi libri sono scritti in modo eccezionale. I loro personaggi sono fantastici. Le trame bellissime. E questo capitolo della saga non fa sicuramente eccezione. Potrei riempire pagine e pagine di elogi per questo maestro della fantascienza.

    ha scritto il 

  • 4

    Fondazione delle Fondazioni

    Diciamo il meno bello dei romanzi del ciclo, và.. Però è superfluo dire che se ne sentiva il bisogno per chiudere il cerchio. Anche se, come sappiamo, "un circolo non ha un capo" heheheheh! "Fondazion ...continua

    Diciamo il meno bello dei romanzi del ciclo, và.. Però è superfluo dire che se ne sentiva il bisogno per chiudere il cerchio. Anche se, come sappiamo, "un circolo non ha un capo" heheheheh! "Fondazione anno zero" serve a capire molte cose. È evidente che su molti passaggi l'autore scorre frettoloso, e credo che, specialmente questo libro, debba essere letto alla luce degli altri sei, o perlomeno del Preludio alla Fondazione. Mi è piaciuta molto la parte centrale, che presenta un paio di colpi di scena stupefacenti, e il piccolo giallo riguardo alla "morte alla limonata", col suo tragico epilogo, vale da sè il romanzo. Si avverte una certa fretta e il rifiuto di approfondire molti personaggi che avrei voluto conoscere meglio, ad essere sincero. Anche appunto il rapporto tra Seldon e Dors. Resta comunque un'opera imponente, che mi ha folgorato, e solo provare a raccontare la trama a qualcuno che non la sappia già, risulta assai complesso, e si ha la sensazione chiara di quanto maestosa sia la storia di questo ciclo di romanzi.

    ha scritto il 

  • 5

    Emozionante...

    Dopo aver letto la Trilogia, "L'Orlo della Fondazione", "Fondazione e Terra" e "Preludio alla Fondazione", ho pensato che ormai la bellezza incontrastata dei primi tre libri del Ciclo fosse scomparsa ...continua

    Dopo aver letto la Trilogia, "L'Orlo della Fondazione", "Fondazione e Terra" e "Preludio alla Fondazione", ho pensato che ormai la bellezza incontrastata dei primi tre libri del Ciclo fosse scomparsa e impossibile da recuperare.

    Questo secondo prequel, invece, mi ha stupito, emozionato e fatto ricredere.
    Questo capitolo del Ciclo è incentrato, a mio avviso, sulle continue incursioni nella mente e nel carattere di un personaggio che nei primi cinque libri viene a dir poco mitizzato, mentre nel primo prequel non spicca mai...
    E quindi ne esce finalmente una caratterizzazione completa e appassionante dei sentimenti di Hari Seldon, che secondo me va a completare in maniera magistrale il Ciclo.

    Se la Trilogia vi è piaciuta e i successivi non vi hanno convinto, prendetevi comunque la briga di arrivare fino in fondo perchè secondo me ne vale la pena!

    ha scritto il 

  • 5

    Sublime. Con este libro cierro la saga de las fundaciones y me siento un poco triste aunque esperanzado.
    Sigue con la vide de Hari Seldon en un Imperio que definitivamente empieza a dar muestras de ve ...continua

    Sublime. Con este libro cierro la saga de las fundaciones y me siento un poco triste aunque esperanzado.
    Sigue con la vide de Hari Seldon en un Imperio que definitivamente empieza a dar muestras de venirse abajo, pero Seldon y su equipo lucharán para seguir con su proyecto Psicohistoria.
    Después de leer el cómo empezó todo, me siento obligado a releer las fundaciones de nuevo porque creo que lo haré con otra mirada.
    Creo que voy a convertir estas obras en mi máxima, si alguna vez me decido a escribir algo, seguramente respetaré el mundo que describe Asimov aquí. Gracias.

    ha scritto il 

  • 3

    Spero che nessuno faccia mai un film su questo, perche io sono innamorata di R. Daneel Olivaw e non sopporterei di vederlo sullo schermo.
    A meno che non lo interpreti MAtthew Impronunciabile, quello c ...continua

    Spero che nessuno faccia mai un film su questo, perche io sono innamorata di R. Daneel Olivaw e non sopporterei di vederlo sullo schermo.
    A meno che non lo interpreti MAtthew Impronunciabile, quello che ha fatto True Detective, ma non andrebbe bene lo stesso perchè cadrei continuamente dal divano.

    ha scritto il 

  • 2

    http://goo.gl/FLLe4 Asimov ha lavorato alla Grande Saga Galattica per quasi 50 anni. Vediamo i cicli di cui è composta (Robot, Impero e Fondazione), analizziamo la Trilogia Originale (con citazioni) e ...continua

    http://goo.gl/FLLe4 Asimov ha lavorato alla Grande Saga Galattica per quasi 50 anni. Vediamo i cicli di cui è composta (Robot, Impero e Fondazione), analizziamo la Trilogia Originale (con citazioni) e ripassiamo le tre leggi della robotica!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    (... a conti fatti “Fondazione anno zero” è né più né meno la biografia di Hari Seldon, prima matematico e poi psicostorico; una biografia intrisa di tentati omicidi ai danni del protagonista, cosa ch ...continua

    (... a conti fatti “Fondazione anno zero” è né più né meno la biografia di Hari Seldon, prima matematico e poi psicostorico; una biografia intrisa di tentati omicidi ai danni del protagonista, cosa che avverrà dall’inizio del romanzo alla fine della sua vita, o quasi.
    Non è che mi sia piaciuto poi molto. Certo, ci sono le trovate geniali tipiche di Asimov, ma questo romanzo tende a essere ripetitivo, a volte persino noioso, ma va comunque letto per la completezza della saga.

    Leggilo tutto su

    http://pensieriusati.wordpress.com/2014/01/27/fondazione-anno-zero/

    ha scritto il 

  • 5

    Fondamentale anello di congiunzione tra il giovane Seldon e il noto psicostorico della famosa trilogia, alla fine quello che era solo un'ipotesi (la psicostoria) è diventata realtà...ma a che prezzo!! ...continua

    Fondamentale anello di congiunzione tra il giovane Seldon e il noto psicostorico della famosa trilogia, alla fine quello che era solo un'ipotesi (la psicostoria) è diventata realtà...ma a che prezzo!!
    Bellissimo...

    ha scritto il 

Ordina per