Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fondazione anno zero

Urania 1287, edizione per libreria 2

Di

Editore: Mondadori (Urania per Libreria)

4.1
(2246)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 453 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Olandese , Polacco , Russo , Thai , Svedese , Finlandese , Ceco

Isbn-10: 880441698X | Isbn-13: 9788804416982 | Data di pubblicazione: 

Postfazione: Giuseppe Lippi

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Social Science

Ti piace Fondazione anno zero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questa avventura straordinaria vengono rivelate per la prima volta la nascita delle Fondazioni e le battaglie di Hari Seldon a partire dal leggendario inizio. Quando la galassia era giovane e la Terra none era ancora un pianeta occulto.

«L'impero crollò dando inizio ad un catastrofico periodo di caos» (Enciclopedia Galattica)
Ordina per
  • 5

    Sublime. Con este libro cierro la saga de las fundaciones y me siento un poco triste aunque esperanzado.
    Sigue con la vide de Hari Seldon en un Imperio que definitivamente empieza a dar muestras de venirse abajo, pero Seldon y su equipo lucharán para seguir con su proyecto Psicohistoria.
    ...continua

    Sublime. Con este libro cierro la saga de las fundaciones y me siento un poco triste aunque esperanzado.
    Sigue con la vide de Hari Seldon en un Imperio que definitivamente empieza a dar muestras de venirse abajo, pero Seldon y su equipo lucharán para seguir con su proyecto Psicohistoria.
    Después de leer el cómo empezó todo, me siento obligado a releer las fundaciones de nuevo porque creo que lo haré con otra mirada.
    Creo que voy a convertir estas obras en mi máxima, si alguna vez me decido a escribir algo, seguramente respetaré el mundo que describe Asimov aquí. Gracias.

    ha scritto il 

  • 2

    http://goo.gl/FLLe4 Asimov ha lavorato alla Grande Saga Galattica per quasi 50 anni. Vediamo i cicli di cui è composta (Robot, Impero e Fondazione), analizziamo la Trilogia Originale (con citazioni) e ripassiamo le tre leggi della robotica!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    (... a conti fatti “Fondazione anno zero” è né più né meno la biografia di Hari Seldon, prima matematico e poi psicostorico; una biografia intrisa di tentati omicidi ai danni del protagonista, cosa che avverrà dall’inizio del romanzo alla fine della sua vita, o quasi.
    Non è che mi sia piaci ...continua

    (... a conti fatti “Fondazione anno zero” è né più né meno la biografia di Hari Seldon, prima matematico e poi psicostorico; una biografia intrisa di tentati omicidi ai danni del protagonista, cosa che avverrà dall’inizio del romanzo alla fine della sua vita, o quasi.
    Non è che mi sia piaciuto poi molto. Certo, ci sono le trovate geniali tipiche di Asimov, ma questo romanzo tende a essere ripetitivo, a volte persino noioso, ma va comunque letto per la completezza della saga.

    Leggilo tutto su

    http://pensieriusati.wordpress.com/2014/01/27/fondazione-anno-zero/

    ha scritto il 

  • 5

    Fondamentale anello di congiunzione tra il giovane Seldon e il noto psicostorico della famosa trilogia, alla fine quello che era solo un'ipotesi (la psicostoria) è diventata realtà...ma a che prezzo!!
    Bellissimo...

    ha scritto il 

  • 5

    Hari Seldon al governo!

    Questo romanzo va letto dopo aver letto Preludio alla Fondazione, se volete che abbia un senso. I protagonisti, almeno all’inizio, sono gli stessi della fine del precedente romanzo: Hari Seldon, il matematico che immagina una nuova scienza predittiva (psicostoria), Dors Venabili storica, protettr ...continua

    Questo romanzo va letto dopo aver letto Preludio alla Fondazione, se volete che abbia un senso. I protagonisti, almeno all’inizio, sono gli stessi della fine del precedente romanzo: Hari Seldon, il matematico che immagina una nuova scienza predittiva (psicostoria), Dors Venabili storica, protettrice di Seldon e poi Signora Seldon, Raych ragazzo di Dahl adottato da Seldon e Venabili, Cleon I, imperatore della Galassia ed Eto Demerzel suo Primo Ministro.

    Dal primo romanzo avrete già capito chi è veramente Demerzel e se non siete eccessivamente duri di comprendonio avrete capito anche il segreto di Dors Venabili. Asimov finì di scrivere questo romanzo quando già era malato, visto che morì nel ’92 e uscì nel ’93, e secondo me alcune rifiniture non sono state fatte, specialmente nella cura della figura di Dors Venabili e il suo rapporto con Seldon.

    Il racconto inizia quando sono passati otto anni dalla fine dell’ultimo romanzo. Hari Seldon ha intrapreso lo sviluppo della psicostoria all’Università di Streeling sotto la protezione di Demerzel e porta avanti con coraggio il progetto. Di colpi di scena ne succedono tanti e ve li lascio tutti. Vi dico solo che il romanzo copre tutta la vita di Seldon – vedrete lo svilupparsi della psicostoria – e termina con la nascita delle due Fondazioni, un grande progetto di ricostruzione dell’Impero Galattico. Nel precedente romanzo le Fondazioni non sono nemmeno accennate e il titolo sembra non aver ragione di essere. Qui avrete tutte le risposte necessarie.

    Ora la caduta dell’impero, intuita prima e prevista poi, è sotto controllo. Ma è veramente così? Lo saprete continuando a leggere! (Per continuare la lettura passate a Cronache della Galassia che trovate anche col titolo Prima Fondazione.)

    Considerazioni:
    Gli anni si fanno sentire per tutti e anche qui, pur essendoci computer e connessioni in rete, si percepisce molto bene che nemmeno il grande Asimov aveva idea della rivoluzione prossima ventura. Le comunicazioni fra computer in questo romanzo non sono così diffuse e facili come lo sono ora. C’è qualcosa che si avvicina ad un ebook reader, ma ancora non ci siamo, mentre ci sono fantomatici aggeggi che trasmettono ologrammi. E’ stato più facile immaginare il salto nell’iperspazio che una rete onnipresente come internet o un ebook reader. Il futuro, a volte, è proprio dietro l’angolo ed è difficilissimo da vedere.

    ha scritto il 

  • 3

    Dare 3 stelle ad Asimov non è ovviamente semplice, ma bisogna considerare il valore assoluto dell'opera, che non è sicuramente ai livelli di altre sue creazioni.


    Trama lineare ed a volte un po' raffazzonata, personaggi che non hanno peso il tutto all'interno di un Impero che conterà milion ...continua

    Dare 3 stelle ad Asimov non è ovviamente semplice, ma bisogna considerare il valore assoluto dell'opera, che non è sicuramente ai livelli di altre sue creazioni.

    Trama lineare ed a volte un po' raffazzonata, personaggi che non hanno peso il tutto all'interno di un Impero che conterà milioni di mondi ma solo perché ce lo dice Asimov stesso.

    Insomma una mezza delusione: è stato un po' come leggere i prequel di Dune, solo che in quel caso l'autore non era lo stesso ma qui non c'è nemmeno questa scusante

    ha scritto il 

  • 4

    基地系列最晚出書的一集,時序雖然是本傳之前,但適合在擺在最後才閱讀。我是抱持著敬意看著基地締造者,因為這是我所看的最後一集基地系列的作品。艾西莫夫再也無法為讀者們繼續敘說基地的傳奇,基地的命運,銀河的命運,只能等待黃泉之下才有機會得知最新進度了。

    ha scritto il 

Ordina per