Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Forbici vince carta vince pietra

By Ian McDonald

(149)

| Others | 9788806145644

Like Forbici vince carta vince pietra ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

I crimini passati, va bene: ma che dire dei crimini che devono essere ancora commessi? può la Punizione precedere il crimine?

Studente ed esperto di computer grafica, Ethan Ring incappa in un segreto cosìsconvolgente da non poter più essere tenuto n Continue

I crimini passati, va bene: ma che dire dei crimini che devono essere ancora commessi? può la Punizione precedere il crimine?

Studente ed esperto di computer grafica, Ethan Ring incappa in un segreto cosìsconvolgente da non poter più essere tenuto nascosto. Le immagini generate dal computer che Ethan ha contribuito a creare possiedono poteri sconfinati: sono in grado di guarire, di cancellare i ricordi, di provocare l'estasi, diuccidere senza rimorso... Prigioniero di una specie di contratto faustiano con il governo europeo, Ethan intravede un'oscura possibilità di sfuggire alle forze distruttive che hanno occupato la sua anima. Dovrà affrontare un territorio pieno di insidie, in un viaggio senza ritorno e senza fine, tra bande di fuorilegge e servizi di sicurezza non meno temibili.

11 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    il romanzo breve del titolo racconta di un grafico che ha scoperto una serie di segni (frattori) che attivano istantaneamente alcune funzioni primordiali del cervello, provocando istantaneamente paura, dolore, piacere, guarigione, amnesia e così via. ...(continue)

    il romanzo breve del titolo racconta di un grafico che ha scoperto una serie di segni (frattori) che attivano istantaneamente alcune funzioni primordiali del cervello, provocando istantaneamente paura, dolore, piacere, guarigione, amnesia e così via. impegnato in un pellegrinaggio in giappone per ritrovare se stesso dopo questa scoperta e il suo abuso, si trova in realtà a dover usare ancora il suo potere nonostante faccia di tutto per liberarsene.

    gli altri racconti trattano temi diversi, ma in qualche modo tutti collegati a un elemento estraneo che fa la sua comparsa all'interno di un mondo normale e come viene percepito da chi ne fa parte. "La ruota di Santa Caterina" è direttamente collegato con quanto narrato in "Desolation Road".

    Is this helpful?

    Piscu said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Semplicemente sorprendente

    Di questa raccolta di racconti ho apprezzato soprattutto il primo, che di fatto è un romanzo breve, cronaca di un pellegrinaggio buddista nel Giappone distopico del futuro portandosi dietro un segreto straordinario: la scoperta delle "forme archetipi ...(continue)

    Di questa raccolta di racconti ho apprezzato soprattutto il primo, che di fatto è un romanzo breve, cronaca di un pellegrinaggio buddista nel Giappone distopico del futuro portandosi dietro un segreto straordinario: la scoperta delle "forme archetipiche" (chiamate "frattori") la cui forza è tale da non avere solo effetti psicologici, ma anche fisici.
    Sullo sfondo di questo mischione improbabile (eppure ben armonizzato) fra cabala, Jung e Buddha si snoda una narrazione che è straordinariamente affascinante, per la ricchezza di spunti e idee. Una volta accettata la possibile esistenza dei "frattori" (un concetto che appartiene più alle favole e al fantasy che alla fantascienza: si tratta di fatto di "abracadabra" grafici), tutto il resto viene di conseguenza e scorre magnificamente.

    I racconti successivi non erano male, ma ora come ora non ne conservo già più grande memoria semplicemente per il fatto che mi ha colpito troppo quello di apertura.
    Un gusto strano e insolito che sono certo molti (anche se non tutti) potranno gradire.

    Is this helpful?

    Consulenze Editoriali said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La potenza dello stile

    Questa piccola antologia che Urania Collezione propone conferma la grande capacità di Ian McDonald di imporsi sia per le idee, sia (ma oserei dire, soprattutto) per uno stile espressivo capace di mettersi al servizio della storia e di farsi sentire s ...(continue)

    Questa piccola antologia che Urania Collezione propone conferma la grande capacità di Ian McDonald di imporsi sia per le idee, sia (ma oserei dire, soprattutto) per uno stile espressivo capace di mettersi al servizio della storia e di farsi sentire sempre a voce alta.
    Il primo dei racconti è in realtà un romanzo breve, dove le influenze cyberpunk sono stemperate in una storia di redenzione, cercata e forse trovata, che mette l'accento sui mutamenti prossimi venturi di un Giappone inquieto. Si tratta di un'opera degli anni 90 e si sente, ma l'alternanza dei punti di vista, il rapporto passato/presente e la prosa moderna lo conservano benissimo. Più o meno dello stesso periodo sono gli altri tre racconti: una strana invasione aliena che profuma di Africa e nostalgia, una bizzarra storia di santità su un pianeta Marte finalmente terraformato e un fantasy moderno che sconfina nella poesia. Un volume scorrevole, ma per nulla scontato e decisamente consigliato.

    Is this helpful?

    Zio Gio said on Aug 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Avveniristico

    Libro non facile, proiettato su un futuro nemmeno troppo lontano con metafore che si rincorrono una dietro l'altra, per arrivare a porre domande, sempre attuali, sul come possa essere la società migliore. Fondamentale, eh sì, la postfazione

    Is this helpful?

    Pierlues said on May 30, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ian McDonald ci porta in pellegrinaggio tra i templi del buddhismo del Daishi assieme a Ethan Ring, in un Giappone cyberpunk diviso tra bande di ribelli akira e agenzie di sicurezza iperorganizzate. Ethan è un grafico che ha visto Dio - o il Male - i ...(continue)

    Ian McDonald ci porta in pellegrinaggio tra i templi del buddhismo del Daishi assieme a Ethan Ring, in un Giappone cyberpunk diviso tra bande di ribelli akira e agenzie di sicurezza iperorganizzate. Ethan è un grafico che ha visto Dio - o il Male - in dei font (i frattori) che hanno il potere di manipolare, piegare e controllare la volontà di chi li guarda. Un potere enorme e tutto concentrato nelle mani di una sola persona. Mr Ring è un pellegrino sulla via della dannazione.

    http://www.fantascienza.com/blog/drownedword/2010/09/06…

    Is this helpful?

    Fernando Fazzari said on Oct 9, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Abbandonato sul regionale delle 14:18 Bologna - Ferrara.
    Non il mio genere.

    Is this helpful?

    Alberto Tonelli said on Mar 18, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (149)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 144 Pages
  • ISBN-10: 8806145649
  • ISBN-13: 9788806145644
  • Publisher: Einaudi (Einaudi tascabili 469)
  • Publish date: 1997-01-01
  • Also available as: Paperback
  • In other languages: other languages English Books , Deutsche Bücher
Improve_data of this book