Forte come l'onda è il mio amore

Di

Editore: Fazi

4.2
(51)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 607 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8864115846 | Isbn-13: 9788864115849 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Forte come l'onda è il mio amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Buttato sulla sabbia, accecato dal fulgore di un paradiso perduto, le palpebre incollate dal sale. Riapro gli occhi. La mia mente è vuota: nessun ricordo, nessuna parola. Una tabula rasa. Non posso formulare un pensiero. Non so più distinguere i miei sentimenti, dare ordine alle mie percezioni. Qualcosa che non conosco ha annientato la mia vita. È un sogno a salvarmi: il viso luminoso di una donna. Impossibile per me riconoscerla, o ricordare il suo nome. Ma quel sorriso mi riscuote dall'oblio, diventa l'unica ragione per sopravvivere e fuggire. A guidarmi è un libro, trascinato sulla spiaggia dalla mareggiata di un tifone. Tra le sue pagine distrutte si è salvata solo una misteriosa poesia. E sembra parlare di me. Attraverserò il mondo per sapere chi sei. Vestirò nuove identità per ritrovarti. Cavalcherò un'onda paurosa per scoprire cosa nasconde il suo cono d'ombra: il nostro ultimo segreto, cancellato dall'amnesia. E alla fine sapremo solo una cosa, la più grande. Forte come quest'onda che nessuno può cavalcare fino in fondo.
Ordina per
  • 1

    Noioso

    Lo stile di quest'autore non fa proprio per me. Lo trovo piatto, senza scosse. Non riesce a trasmettermi le emozioni necessarie per coinvolgermi nella sua storia. Prolisso, decisamente troppo. Ho salt ...continua

    Lo stile di quest'autore non fa proprio per me. Lo trovo piatto, senza scosse. Non riesce a trasmettermi le emozioni necessarie per coinvolgermi nella sua storia. Prolisso, decisamente troppo. Ho saltato manciate di pagine e anche così la storia mi è sembrata sempre troppo noiosa.

    ha scritto il 

  • 4

    In queste pagine è racchiusa la storia di un amore potente, sospeso tra cielo e terra, tra vita e morte.
    È la storia del lungo viaggio alla scoperta di se stessi, di ciò che conta davvero nel breve pa ...continua

    In queste pagine è racchiusa la storia di un amore potente, sospeso tra cielo e terra, tra vita e morte.
    È la storia del lungo viaggio alla scoperta di se stessi, di ciò che conta davvero nel breve passaggio sulla Terra, e di quei doni che possiamo ricevere inconsapevolmente dalla vita.
    Una parabola filosofica e mistica intrisa di umana sensibilità e fortissime emozioni.
    È la storia di un uomo senza memoria che si ritroverà ad avere tre nomi e a vivere tre vite, ed ogni nome, così come ogni vita, sarà legato a delle persone speciali che intrecceranno con lui il proprio cammino/destino.
    In sottofondo a tutta la vicenda un libro gracchiante, come una vecchia radio d'epoca, sussurra versi del celeberrimo poeta gallese Dylan Thomas, ad un profondo oceano blu.
    Il viaggio sarà lungo, estenuante e doloroso e andrà incontro a paradisi e inferni muovendo da isole sperdute nel Pacifico, Okinawa, il Galles, per poi giungere fino in America. Un cerchio perfetto che si richiuderà su due vite e due destini che si sfiorano di continuo senza incontrarsi mai. Un romanzo potente sia per la storia che per lo stile artificioso, onirico, carico di simbolismi.
    Davvero un'ottima prova per questo giovane scrittore di cui non conoscevo l'esistenza.
    Lieta di essermici imbattuta.

    ha scritto il 

  • 4

    Inaspettato regalo di Natale, rimango affascinata dalla copertina e un po' preoccupata per le 606 pagine che chissà quando riuscirò a leggere. Come spesso faccio inizio a leggere le prime righe e qua ...continua

    Inaspettato regalo di Natale, rimango affascinata dalla copertina e un po' preoccupata per le 606 pagine che chissà quando riuscirò a leggere. Come spesso faccio inizio a leggere le prime righe e quando finisco mi accorgo che sono arrivata a pag. 100; impossibile non rimanerne affascinati. Originale la storia, ben scritta e ben strutturata e che dire poi di tutti i personaggi che la popolano? Nessuno è dato per scontato! Ogni personaggio ti lascia dentro qualcosa. A fine libro chi proprio non potrai scordare sono i protagonisti stessi Demian e Karin.

    ha scritto il 

  • 5

    http://franniescafe.blogspot.it/2013/08/recensione-forte-come-londa-e-il-mio.html

    E’ impensabile cosa si può essere disposti a fare per amore, un amore forte come un’onda in grado di stravolgere e som ...continua

    http://franniescafe.blogspot.it/2013/08/recensione-forte-come-londa-e-il-mio.html

    E’ impensabile cosa si può essere disposti a fare per amore, un amore forte come un’onda in grado di stravolgere e sommergere qualsiasi cosa al suo passaggio; un amore capace di vincere ogni barriera, ogni limite di spazio e di tempo; un amore che riesce a resistere persino all’amnesia, allo smarrimento di sé stessi. Un amore che guida e dà speranza anche quando sembra che tutto sia perduto. Se riuscissi a vivere e provare anche solo la metà di un amore del genere, ne sarei sopraffatta.

    Lo stile di Zingoni è melodioso, poetico, ammaliante come il canto di una sirena.

    Ho letto questo libro sulla spiaggia. Volevo sentire il rumore delle onde, sentire l’odore della salsedine ed il sapore del sale sulle labbra, osservare il mare a partire dalla battigia sino all’orizzonte. Volevo farlo perché il mare è un po’ un “secondo protagonista”: una forza della natura incontrollabile ed imprevedibile; può essere calmo e limpido, lambire dolcemente la sabbia già bagnata dando un impressione di tranquillità, piccolezza, semplicità; può trasformarsi in una tempesta dalla potenza distruttiva, una forza della natura che l’uomo può solo temere dal momento che non è in grado di domarla.

    Il finale è… particolare. Mi ci è voluto un po’ di tempo per capirlo, come se palesasse una verità troppo grande e difficile per essere pienamente afferrata e accettata. Mi ha lasciato di stucco e ancora non sono in grado di dire se mi sia piaciuta o meno, tuttavia non riuscirei ad immaginare una diversa conclusione. Doveva andare così.

    Forte come l'onda è il mio amore è uno di quei libri che si conquista quasi con prepotenza un posto nel cuore di chi lo legge, affonda le sue radici e resta impresso nella mente. Indimenticabile.

    ha scritto il 

  • 3

    Ma sono io che sono strana? Tutti lì a dire che è una storia d'amore bellissima... Dove? Dove la vedete la storia d'amore? Allora c'è questo smemorato, Demian, peraltro antipaticissimo, che sente di a ...continua

    Ma sono io che sono strana? Tutti lì a dire che è una storia d'amore bellissima... Dove? Dove la vedete la storia d'amore? Allora c'è questo smemorato, Demian, peraltro antipaticissimo, che sente di amare una donna e la cerca per tutto il mondo. Sente di amarla solo perché ha i capelli lunghi e un bel corpo abbronzato? Per 600 pagine non c'è nemmeno l'ombra di questo sentimento oltre a frasi del tipo "sento che devo trovarti" "non posso immaginare la mia vita senza di te"!
    E poi perché tutto quel corsivo, a sottolineare, indifferentemente, citazioni, parole poù importanti di altre, cambi di punti di vista e quant'altro? Non rende le cose più chiare ed appesantisce la lettura.
    Ora, fin qui, sembra che sia da buttar via e non è così.
    1. Belle le ambientazioni, suggestive e ben descritte; più di una volta viene da pensare: "mollo tutto e mi faccio una vacanza nel Pacifico";
    2. La storia scorre, ti prende fino all'ultimo momento per conoscere le sorti dei personaggi (tutti);
    3. Ottima scelta inserire un poeta come Dylan Thomas. La terza stella è anche merito suo!

    ha scritto il 

  • 5

    Un viaggio meraviglioso

    Non è mai facile mettere insieme le giuste parole, quando si vuole parlare di un libro che si è particolarmente amato, e così ho deciso di scrivere d'impulso, come piace a me, senza pensare troppo a q ...continua

    Non è mai facile mettere insieme le giuste parole, quando si vuole parlare di un libro che si è particolarmente amato, e così ho deciso di scrivere d'impulso, come piace a me, senza pensare troppo a quello che sto mettendo nero su bianco.

    Seicento pagine, lette in una settimana, non ho letto questo libro, l’ho letteralmente divorato.

    Ho solcato le onde con i suoi protagonisti, ho percepito il loro amore, i loro respiri, la loro paura.
    Di questo amore mi sono nutrita, e adesso che il libro è finito mi sento smarrita e confusa.
    E' stato un viaggio indimenticabile quello vissuto vicino a loro e ringrazio l'autore per avermi donato un così grande regalo.

    Ho finito la lettura durante la notte, con le guance solcate dalle lacrime, circondata dal rumore dei grilli, che entrava dalla finestra spalancata.

    Un libro particolare "Forte come l'onda è il mio amore", un libro che lascia il segno, nel bene e nel male. Potrete amarlo infinitamente, come è successo a me, o trovarlo particolarmente strano e a tratti leggermente lacunoso. Eppure vi lascerà qualcosa dentro, a me ha lasciato tanto amore, speranza e una forza unica, come quella dell'onda che tutto distrugge ma che alla fine crea.

    So che questo libro, così come i suoi protagonisti, mi accompagnerà per sempre. Ognuno di loro mi ha regalato qualcosa. Questa mattina, non contenta delle lacrime versate durante la notte, mi sono alzata barcollando, mi sono preparata per uscire e poi sono tornata in camera.
    Ho preso libro, lì dove lo avevo lasciato questa notte, e ho riletto le ultime pagine.. ancora e ancora.. e di nuovo ho percepito quella forte emozione, quella che dice che l’amore può tutto.
    Inutile dirvi che i miei occhi erano di nuovo pieni di lacrime.

    Ci sono libri che entrano dentro di noi come un pugno, ci sono autori che parlano direttamente al nostro cuore, e credo che Zingoni sia riuscito a fare breccia nel mio.

    Vi chiedo di aprire le vostre menti e di lasciarvi cullare dalle onde calme dell’oceano.
    Questa storia vi porterà in alto, e poi vi farà precipitare in un mare oscuro, vi donerà gioia e dolore, ma alla fine tutte le tessere del puzzle troveranno la loro giusta sede e la luce dell’alba rischiarerà ogni cosa.

    ha scritto il 

  • 5

    Alla ricerca dell'amore perduto

    Non è facile fare una recensione di questo romanzo. Prima di tutto mi hanno detto che l’autore si considera un sandonatese anche se vive a Milano, e qui il mio spirito campanilista inizia a lavorare. ...continua

    Non è facile fare una recensione di questo romanzo. Prima di tutto mi hanno detto che l’autore si considera un sandonatese anche se vive a Milano, e qui il mio spirito campanilista inizia a lavorare. Poi sono andato a sentire la presentazione il 18 gennaio scorso in un posto che sembrava un luogo di ritrovo per carbonari, in quel di Rogoredo. Nell’occasione ho conosciuto l’autore, che, devo confessarvi, mi ha colpito molto. Tenace come il protagonista del libro.

    La genesi del libro è questa: qualche anno fa Francesco ha avuto l’idea per il romanzo, l’ha scritto, impiegandoci due anni, e quando ha iniziato a farlo leggere agli amici e parenti tutti hanno iniziato a dirgli “che bello, pubblicalo”. Inutile dire che nessuna casa editrice l’ha considerato. E lui allora che fa? Si inventa una casa editrice, si stampa il romanzo e va a convincere i librai milanesi che vale la pena metterlo in esposizione e venderlo. Non ci crederete, ma la cosa ha funzionato. Il libro è piaciuto. E’ attraverso altre numerose peripezie che il romanzo arriva all’editore Fazi che decide di pubblicarlo, non prima di una cura dimagrante. Altre presentazioni, altro successo. Ora lo vogliono persino pubblicare in Germania. Ecco, già questo non sembra straordinario?

    Del romanzo, quindi esistono due versioni. La prima, più lunga, e la seconda pubblicata da Fazi. Io ho letto la seconda, ovviamente. Il nuovo editore ha voluto cambiare il titolo al romanzo. Ecco, a me il nuovo titolo non piace per nulla. E’ troppo melenso e troppo lungo. E anche la copertina non mi piace affatto, preferivo la prima.

    Poi il tema trattato: è un romanzo d’amore. Tanto amore. E’ il racconto di una perdita e di un ritrovamento. Lui si ritrova sperduto su un’isola del Pacifico senza memoria e senza riuscire a parlare. Ha dimenticato tutto. Un sogno, il sogno di Lei, riuscirà a fargli riacquistare la parola e i pensieri. Da questo posto sperduto nel mare Lui inizia la ricerca della sua identità, dei suoi ricordi e di Lei. Non sarà facile. Lui non si fermerà fino a quando tutto non sarà chiaro, fino a quando non riavrà tutti i suoi ricordi e la sua amata. Il lettore lo seguirà per tutte le sue peripezie.

    Il finale, ovviamente, non posso svelarvelo e voi non avete speranza di indovinarlo. Posso solo dirvi che nella parte finale ho avuto difficoltà a seguire tutti gli eventi, ma insomma, si arriva alla fine che il cuore batte forte.

    E’ un romanzo che pone domande esistenziali: come affrontare una perdita? Che significato hanno i legami d’amore? Cosa è possibile aspettarsi dal proprio amato? (A saperle, le risposte…) E’ un romanzo onirico: i sogni avranno un ruolo importante in tutte le vicende del romanzo. E’ un romanzo pieno di poesia, le poesie di Dylan Thomas.

    Per essere un esordiente Francesco Zingoni di carne al fuoco ne ha messa parecchia. Speriamo che abbia un’altra idea per un altro romanzo e che sia bello almeno come questo.

    Buona lettura!

    ha scritto il