Frêney 1961

Un viaggio senza fine

Voto medio di 132
| 18 contributi totali di cui 17 recensioni , 1 citazione , 0 immagini , 0 note , 0 video
14 luglio 1961, a Courmayeur scatta l'allarme. Sul pilastro più estremo del Monte Bianco, il Pilone Centrale del Frêney, sono dispersi sette alpinisti guidati da Walter Bonatti e Pierre Mazeaud. Pioggia, neve, temporali a catena, una perturbazione ... Continua
Ha scritto il 21/02/16
"Bonatti lo guardò negli occhi e solo allora capì veramente che era tornato nell'altra metà del mondo. «Mazeaud mi ha detto che Oggioni è morto...» disse piangendo.«Come mai vi siete salvati solo voi?»Tutti gli occhi della gente erano ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 04/02/16
Una ricostruzione appassionante
Premetto che il lettore dev'essere interessato all'alpinismo.Quello di Ferrari è un romanzo appassionante in cui viene ricostruita la tragedia accaduta sul Pilone Centrale del Freney nel luglio del 1961.La storia è nota, le polemiche successive ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 27/07/12
Bel libro per appassionati di montagna ma con tutte le caratteristiche del giallo e quindi avvincente non solo per questi. Si legge tutto d'un fiato e si medita sulla sfida dell'uomo con la natura, comprendendo la unicità di un uomo come Walter B.
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 12/06/12
Non sapevo niente di questa storia....
....e piano piano leggendo questo libro di Marco Ferrari mi sono ritrovata anch'io sul Pilone Centrale del Frêney, al fianco di Walter Bonatti, i suoi 2 cari amici e i 4 francesi a lottare per la salvezza!!!!! Un libro che si legge tutto d'un ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/05/12
tragedia vintage
documentario della tragedia avvenuta sulla vetta del monte bianco nel 1961, quando gli alpinisti erano coloro che toccavano il cielo più alto perchè l'uomo non era ancora arrivato sulla luna.
  • Rispondi

Ha scritto il Feb 17, 2016, 14:04
I sette arrampicavano in quest'ordine: Mazeaud, Kohlmann, Vieille, Guillaume; più in basso Bonatti, Gallieni e ultimo, a recuperare il materiale, Oggioni. Salivano inconsciamente attratti dalla nostalgia di un momento che tutti conoscevano bene: ... Continua...
Pag. 113
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi