Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Frammenti

Di

Editore: Giunti Demetra (Acquarelli - Poesia)

4.4
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 80 | Formato: Altri

Isbn-10: 8844016249 | Isbn-13: 9788844016241 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Ti piace Frammenti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La poesia di Saffo, vissuta tra il VII e il VI secolo a.C. nell'isola di Lesbo, una perla dell'Egeo prossima alla costa anatolica, ci è nota solo attraverso pochi componimenti interi e un più consistente numero di frammenti, in generale brevi e lacunosi. Il tema dominante è quello dell'Amore e, poichè la poetessa si rivolge quasi esclusivamente a delle fanciulle, la natura di questo amore ha fatto scorrere fiumi di inchiostro. La questione, come il lettore di questo libro avrà il modo di constatare, è irrilevante: ciò che invece è sorprendente è la possibilità di accostarsi, a distanza di migliaia di anni e nell'espressione di una poesia sublime, all'anima femminile nella sua specificità, che non ha spazio nè tempo perchè rappresenterà sempre, sulla terra, "l'altra metà del cielo".
Ordina per
  • 4

    Saffo, Frammenti

    "La poesia di Saffo, vissuta tra il VII e il VI secolo a.C. nell'isola di Lesbo, una perla dell'Egeo prossima alla costa anatolica, ci è nota solo attraverso pochi componimenti interi e un più consistente numero di frammenti, in generale brevi e lacunosi. Il tema dominante è quello dell'Amore ...continua

    "La poesia di Saffo, vissuta tra il VII e il VI secolo a.C. nell'isola di Lesbo, una perla dell'Egeo prossima alla costa anatolica, ci è nota solo attraverso pochi componimenti interi e un più consistente numero di frammenti, in generale brevi e lacunosi. Il tema dominante è quello dell'Amore e, poichè la poetessa si rivolge quasi esclusivamente a delle fanciulle, la natura di questo amore ha fatto scorrere fiumi di inchiostro. La questione, come il lettore di questo libro avrà il modo di constatare, è irrilevante: ciò che invece è sorprendente è la possibilità di accostarsi, a distanza di migliaia di anni e nell'espressione di una poesia sublime, all'anima femminile nella sua specificità, che non ha spazio nè tempo perchè rappresenterà sempre, sulla terra, "l'altra metà del cielo".
    Cosi' in 4° di copertina.

    Dalla rete:
    "Dolce-ridente Saffo coronata di viole" la chiamò Alceo di Mitilene che ebbe la fortuna di conoscerla. A tutt'oggi, a duemila e settecento anni di distanza, Saffo continua a incantare l'umanità. Perché la poetessa di Lesbo cantò i più delicati e sottili moti dell'anima, l'enigma dell'innamoramento, la forza struggente della passione, il distacco, la nostalgia, la melanconia; fu la prima voce a parlare di sé stessa della letteratura greca e dunque dell'intera letteratura occidentale. Pochi frammenti sono pervenuti della sua opera ma la loro forza è immensa. Quella di Saffo fu una figura straordinaria, anche se troppo a lungo si è insistito, forse con eccessiva malizia, sul tiaso da lei fondato per educare le fanciulle al culto delle Muse e sugli strani dolci amori che là fiorivano. Ma non bisogna dimenticare che proprio in quel luogo privilegiato nasceva un nuovo modo d'intendere la poesia. Una poesia struggente e di rara bellezza, capace di piegare piegare l'esperienza eroica di Omero all'impeto dei sentimenti. Solo il cuore di una donna poteva arrivare a tanto e sfiorare l'Assoluto nei suoi versi d'amore.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Saffo

    http://www.la-poesia.it/antichi/greci/greci-saffo.htm

    http://web.tiscali.it/angolodidario/sprazzidipoesia/saffo.html

    http://it.wikipedia.org/wiki/File:Sappho_and_Alcaeus.jpg

    http://www.grecotour.com/mapa-grecia/mapas-de-grecia/mapa-egeo-norte-lesvos.gif


    Gli astri intorno alla luna
    bella
    celano il chiaro viso
    quando, colma di lume, piu' dilaga
    sopra la terra

    Libretto della Demetra, collana Acquarelli, bellissima.

    ha scritto il 

  • 5

    Che delizia la lettura di questi frammenti poetici che, come tessere di antico mosaico che emerge da uno scavo archeologico, fanno intuire un'antica civiltà ormai perduta, un mondo misterioso, lontano migliaia di anni, nel quale le fanciulle si muovono leggere nel tiaso (la scuola delle fanciulle ...continua

    Che delizia la lettura di questi frammenti poetici che, come tessere di antico mosaico che emerge da uno scavo archeologico, fanno intuire un'antica civiltà ormai perduta, un mondo misterioso, lontano migliaia di anni, nel quale le fanciulle si muovono leggere nel tiaso (la scuola delle fanciulle). Ma se quel mondo è passato per sempre, l'eco che ne resta, con i sentimenti che vi albergavano, rimane immortale come la freschezza di quelle fanciulle e della loro educatrice, capace di esprimere con la poesia sentimenti eterni.

    ha scritto il 

  • 0

    come si riporta in copertina.... ma azzecatissimo!!!!</p><p>La poesia di saffo, vissuta tra il VII e il Vi secolo a.C. nell'isola di Lesbo, una perla dell'Egeo prossima alla costa anatolica, ci è nota solo attraverso pochi componimenti interi e un più consistente numero di frammenti, ...continua

    come si riporta in copertina.... ma azzecatissimo!!!!</p><p>La poesia di saffo, vissuta tra il VII e il Vi secolo a.C. nell'isola di Lesbo, una perla dell'Egeo prossima alla costa anatolica, ci è nota solo attraverso pochi componimenti interi e un più consistente numero di frammenti, in generale brevi e lacunosi. Il tema dominante è quello dell'Amore e, poichè la poetessa si rivolge quasi esclusivamente a dell fanciulle, la natura di questo amore ha fatto scorrere fiumi di inchiostro. La questione, come il lettore di questo libro avrà il modo di constatare, è irrilevante: ciò che invece è sorprendente è la possibilità di accostarsi, a distanza di migliaia di anni e nell'espressione di una poesia sublime, all'anima femminile nella sua specificità, che non ha spazio nè tempo perchè RAPPRESENTA SEMPRE, SULLA TERRA, "L'ALTRA META' DEL CIELO".

    ha scritto il 

Ordina per