Frankenstein

L'immortale

Di

Editore: Sperling & Kupfer (Pandora)

3.8
(121)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 339 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8820051648 | Isbn-13: 9788820051648 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Frankenstein?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Sono passati duecento anni dalla sua prima creazione, e Victor von Frankenstein, divenuto immortale grazie alla sua folle scienza, ha deciso di creare, avvalendosi dei progressi della genetica e della biologia molecolare, una razza superiore che obbedisce solo al suo creatore. E che è destinata a distruggere il genere umano... Ma, a New Orleans, il vero Frankenstein è ancora vivo. Quello che due secoli fa era un mostro, oggi si chiama Deucalion, ed è diventato un mortale. E questa è la sua occasione per salvare l'umanità.
Ordina per
  • 5

    Idealmente un proseguo dell'originale di Mary Shelley, in versione "telefilm" ambientato ai giorni nostri: appassionante, capitoli brevi, storia veloce e piuttosto elaborata, ma non mancano spunti di ...continua

    Idealmente un proseguo dell'originale di Mary Shelley, in versione "telefilm" ambientato ai giorni nostri: appassionante, capitoli brevi, storia veloce e piuttosto elaborata, ma non mancano spunti di riflessione, soprattutto sul dottor Frankenstein, che crea dopo 200 anni dalla sua prima opera una serie di esseri senza i difetti tipici della "Vecchia Razza" umana, inclusa la moglie perfetta... ma la perfezione raggiunta, non lo soddisfa e lo fa tornare al lavoro per nuovi progetti. Passo immediatamente al capitolo successivo!

    ha scritto il 

  • 3

    Questa volta ho trovato un Koontz inizialmente poco maturo, con una bella ripresa sul finale ma per due terzi il libro non mi ha convinto. Mancava quella spinta che ho trovato negli altri suoi libri. ...continua

    Questa volta ho trovato un Koontz inizialmente poco maturo, con una bella ripresa sul finale ma per due terzi il libro non mi ha convinto. Mancava quella spinta che ho trovato negli altri suoi libri. Mi ha dato l'impressione di voler scrivere una storia tirata per i capelli, poco convincente.
    Ammetto però di non essermi annoiato a leggere questa reinterpretazione moderna del romanzo di Mary Shelley, fino ad esserci dentro fino al collo nel finale. E' proprio questo che mi porterà a comprare la seconda parte.
    Frankenstein per Koontz è uno scienziato che ha trovato il modo di combattere le imperfezioni della razza umana e creare una nuova generazione di mostri. Belli, coraggiosi, ai quali è sconosciuta la paura e il dolore, ma soprattutto devoti a lui, il suo creatore. Ne produce a centinaia e sotto i suoi comandi si inseriscono nella nostra società. Solo che col tempo le loro barriere cedono. A poco a poco un sacerdote della nuova razza trova il credo religioso. Una bella donna creata per essere una moglie servile si appassiona di letteratura e scopre la compassione, la pietà, l'amore.
    E diventano più umani.
    Ma non tutti. Ed è proprio contro questi che O'Connor e Madison devono combattere.
    Bello quindi, ma solo da metà in poi, quel tanto che basta per proseguire con la serie.

    ha scritto il 

  • 3

    E' un primo di serie quindi la vicenda principale resta incompleta, la parte giallo/investigativa in realtà non c'è perché noi lettori sappiamo chi è chi e chi a fatto cosa, quindi è un fantasy gotic ...continua

    E' un primo di serie quindi la vicenda principale resta incompleta, la parte giallo/investigativa in realtà non c'è perché noi lettori sappiamo chi è chi e chi a fatto cosa, quindi è un fantasy gotico con una storia a divenire...
    Non è male, un pò un'americanata, un pò già visto , ma i personaggi son piacevoli e ben caratterizzati... se mi capita l'e-book a 1.99 euro anche del secondo episodio lo prendo e proseguo volentieri.. intrattiene piacevolmente, suscita reazioni...

    ha scritto il 

  • 3

    Originale, sono curioso di vedere come proseguirà

    L'idea non è male ed il libro è scritto bene, c'è una suspance crescente man mano che si va avanti nella lettura, ed il finale lascia varie cose in sospeso che fanno venire voglia di leggere immediata ...continua

    L'idea non è male ed il libro è scritto bene, c'è una suspance crescente man mano che si va avanti nella lettura, ed il finale lascia varie cose in sospeso che fanno venire voglia di leggere immediatamente o quasi il secondo capitolo della trilogia.
    Ho dato 3 stelle e non 4 perchè, essendo il primo capitolo, il finale lascia un po' l'amaro in bocca, nel senso che come ogni primo capitolo di una serie la fine non è una vera e propria fine, però secondo me le basi per un secondo e terzo capitolo degni di nota ci sono tutte!
    Come ho scritto nel titolo sono curioso di vedere come proseguirà perchè la storia mi ha davvero coinvolto, l'ho finito ieri sera e stamattina ho già fatto l'ordine on-line per il secondo libro della serie...

    ha scritto il 

  • 4

    FBI contro Frankenstein

    L'impressione iniziale è quella di essere capitati in mezzo a qualche filmone di serie B dei decenni passati, qualcosa del tipo "Zorro contro Maciste" perché, in realtà, il sottotitolo di questa serie ...continua

    L'impressione iniziale è quella di essere capitati in mezzo a qualche filmone di serie B dei decenni passati, qualcosa del tipo "Zorro contro Maciste" perché, in realtà, il sottotitolo di questa serie di Koontz potrebbe essere qualcosa del tipo "L'FBI contro Frankenstein". Storia del tutto improbabile che veiene però trattata da Koontz col solito mestiere e riesce ad essere, alla fine, anche divertente. Passatempo, nulla più, ma niente di meno.

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante

    Primo capitolo di quella che dovrebbe essere un'interessante trilogia che riprende coraggiosamente il mostro creato dalla Shelley. Lo stile tipico di Koontz rende la lettura di questo thriller (a meta ...continua

    Primo capitolo di quella che dovrebbe essere un'interessante trilogia che riprende coraggiosamente il mostro creato dalla Shelley. Lo stile tipico di Koontz rende la lettura di questo thriller (a meta' strada tra horror e fantascienza) molto agevole e piacevole. La fine e' molto aperta, si resta quindi in attesa del secondo capitolo.

    ha scritto il 

  • 1

    Se devo leggere 200 pagine perché qualcosa ingrani, un po' mi annoio.
    Se devo leggere per 200 pagine e più "oh quanto sono bello, oh quanto sono bravo", mi rompo.
    Se devo leggere la parodia di una sto ...continua

    Se devo leggere 200 pagine perché qualcosa ingrani, un po' mi annoio.
    Se devo leggere per 200 pagine e più "oh quanto sono bello, oh quanto sono bravo", mi rompo.
    Se devo leggere la parodia di una storia che non solo ha fatto la storia del genere horror, ma che è stato presa come riferimento anche di certi discorsi sociologici, allora mi scelgo una parodia che faccia ridere e non dormire.
    Saltati pezzi, frasi perché ripetitive e ridondanti.
    Facevo a meno, ma ho rischiato.
    Il seguito? Non mi avrà!

    ha scritto il 

  • 4

    Bello!

    Adoro Dean Koontz, quindi forse mi lascio trasportare. Ma l'idea di ambientare Frankenstein in America, ai giorni nostri, condirlo di tutti gli ingredienti soliti di Koontz... bhè la trovo un'ottima i ...continua

    Adoro Dean Koontz, quindi forse mi lascio trasportare. Ma l'idea di ambientare Frankenstein in America, ai giorni nostri, condirlo di tutti gli ingredienti soliti di Koontz... bhè la trovo un'ottima idea.
    Il libro scorre con la sua solita scrittura fluida, semplice.
    Consigliato a chi adora Koonz e anche, perchè no, a chi vuole un pò di fantasia. Non vedo l'ora di leggere gli altri!
    Non gli do 5 stelle, come detto non sono affidabile quando si parla di DK :)

    ha scritto il 

  • 4

    bella rivisitazione del classico Frankestein che offre ancora spunti.
    Dean Koontz riesce ad intrigare e attualizzare un personaggio come Frankestein attualizzandolo e collocandolo in un thriller teso ...continua

    bella rivisitazione del classico Frankestein che offre ancora spunti.
    Dean Koontz riesce ad intrigare e attualizzare un personaggio come Frankestein attualizzandolo e collocandolo in un thriller teso e ben strutturato.

    ha scritto il 

Ordina per