"Tanto per cominciare, Zooey era un giovanotto piccolo, dal corpo estremamenteesile. Da dietro (soprattutto dove gli si vedevano le vertebre) sarebbe quasipotuto passare per uno di quegli sparuti bambini di città che ogni estatevengono spediti alle c ...Continua
Caboto
Ha scritto il 02/08/18
Capolavoro a metà

La prima parte è assolutamente da urlo. Il miglior Salinger di sempre. La seconda invece si perde in un labirinto di bizzosi dialoghi a sfondo para-religioso che stroncherebbero un mulo.

Angiemela
Ha scritto il 19/06/18
Le prime 130 pagine di questo romanzo meno noto di Salinger sono dense e complesse, a tratti farraginose...però ampiamente riscattate dalle ultime venti pagine che danno davvero i brividi. Un Salinger quasi mistico, quello che ci racconta della stram...Continua
Morgana
Ha scritto il 19/06/18
"Accidenti, ce ne sono di cose belle al mondo. E quando dico belle intendo belle. Siamo degli idioti a svicolare sempre dalle cose. Sempre, sempre, sempre lì ad annotare tutti gli accidenti che capitano al nostro piccolo e schifoso io."
Franny & Zooey non è il romanzo più famoso di Salinger, ma ho deciso di iniziare da questo perchè mi ha sempre ispirato di più rispetto a Il giovane Holden. Il romanzo racconta la storia di due componenti della famiglia Glass, in particolare dei due...Continua
Angebet
Ha scritto il 13/12/17
Ingredienti: due giornate newyorkesi nell’inverno del 1955, due fratelli ventenni acuti e litigiosi, pochi dialoghi in forma di lunghi monologhi, uno scontro tra saggezza e felicità, spiritualità e materialismo, isolamento e socialità. Consigliato: a...Continua
Albertozeta
Ha scritto il 05/12/17
Tecnicamente parliamo di un gran romanzo. I personaggi sono quadrati, la scrittura è elegante e avvolgente, gli ambienti ben ricreati, uno di quei libri in cui l'autore mostra al lettore la parte visibile dell'iceberg ma gli fa intuire le dimensioni...Continua

Elly Chan10
Ha scritto il Jun 17, 2015, 19:13
I fatti parlano da sé, si dice, ma i fatti che ci toccano da vicino parlano, mi pare, una lingua un po' più volgare degli altri.
Vittoria F.
Ha scritto il May 27, 2015, 12:34
Non capisco proprio a cosa serva sapere tante cose ed essere tanto intelligenti e così via, se non riuscite a essere felici (Bessie)
Pag. 91
Giuseppe Gerbino
Ha scritto il Apr 26, 2015, 17:37
- Davvero? E come parla un supplente, di grazia? Franny vide che era irritato, e anche molto, ma in quel momento, divisa com'era tra l'autodisapprovazione e la malizia, le venne voglia di dire quel che pensava. - Be', non so come siano da queste part...Continua
Pag. 13
Giuseppe Gerbino
Ha scritto il Apr 26, 2015, 17:34
Dopo l'interruzione dell'ovliva, un breve silenzio cadde sul tavolo; e quando Lane lo ruppe fu perché non era tipo da tenere per sé per troppo tempo la conclusione d'un racconto. [...]
Pag. 13
Giuseppe Gerbino
Ha scritto il Apr 26, 2015, 17:31
Franny tornò a schiarirsci la gola. Era evidente che la condanna che s'era autoinflitta, di fare con onestà la parte della buona ascoltatrice, era stata scontata pienamente. - Perché? - chiese. Lane parve vagamente interrotto. - Perché cosa? - Perché...Continua
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi