Franny i Zooey

Per

Editor: Labutxaca

4.1
(1622)

Language: Català | Number of Pàgines: 192 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Japanese , German , French , Italian , Spanish , Dutch , Czech

Isbn-10: 8499301169 | Isbn-13: 9788499301167 | Data publicació: 

També disponible com: Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Religion & Spirituality

Do you like Franny i Zooey ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Amb la conversa com a vehicle conductor, aquesta obra aprofundeix en les inquietuds de la petita Franny, membre de la omnipresent família Glass. Serà en Zooey, el seu germà, el que tracti d’ajudar-la a eludir la crisi existencial en la qual es veu sotmesa. Pel camí, amb Dostoievki a l’horitzó, el lector trobarà les més subtils reflexions sobre l’art i la religió.
Sorting by
  • 2

    Un romanzo che racconta le vicende e i drammi della famiglia Glass, Franny e Zooey sono i due figli più piccoli.
    La storia racconta dei sette problematici fratelli che hanno tutti partecipato ad un ...continua

    Un romanzo che racconta le vicende e i drammi della famiglia Glass, Franny e Zooey sono i due figli più piccoli.
    La storia racconta dei sette problematici fratelli che hanno tutti partecipato ad un programma radiofonico “Ecco un bambino eccezionale” per giovani forniti di una intelligenza superiore.
    Franny è una ragazza in crisi in cerca di una religiosità capace di darle risposte e Zooey un fratello che tenta di aiutarla a superare la frustrazione per un mondo malfatto.
    Una trama che non scorre, non cattura, ricca di dialoghi lunghi e un po' noiosi.

    dit a 

  • 5

    Soprattutto per chi ha almeno un fratello e sa cosa significa

    Bello, bellissimo. Piacere puro. Voglio pensare che ci sia sempre un altro libro così che non ho ancora letto; ed è per quello che continuo a leggere all'impazzata.

    dit a 

  • 5

    "Lord Jesus Christ, have mercy on me"

    Non sarei mai stata la persona che sono oggi se, circa un anno fa, non mi fossi cimentata nella lettura in lingua originale di questo libro. Perché in "Franny and Zooey" ci sono tutti o quasi tutti gl ...continua

    Non sarei mai stata la persona che sono oggi se, circa un anno fa, non mi fossi cimentata nella lettura in lingua originale di questo libro. Perché in "Franny and Zooey" ci sono tutti o quasi tutti gli insegnamenti che c'è bisogno di ricevere nel corso della vita: dalla riflessione circa il fatto che in ognuno di noi è nascosta "una signora grassa" e che quindi bisogna lucidarsi le scarpe anche soltanto per lei, alla "Jesus's prayer" che va recitando e male interpretando una disperatissima Franny, passando per i fantasmi dei nostri cari che, da vivi come da morti, continuano a elargirci preziosi consigli - perché in fondo sono proprio i loro consigli, seppure "retroattivi", seppure impliciti invece che espliciti e cioè impartiti tramite il loro comportamento in vita (che notiamo solo una volta che ci hanno lasciato), a mantenerli nella nostra memoria. Credo che molti libri non sarebbero stati scritti, peraltro, se Salinger non avesse prima scritto questo: per esempio, lo splendido "La trama del matrimonio" di Jeffrey Eugenides.

    dit a 

  • 3

    Alcuni pezzi, alcuni pensieri, alcuni dialoghi sono davvero meravigliosi. Non dico di aver sottolineato a raffica ma quasi. (Sul kindle eh, non sottolineo mai i cartacei.) E non ho fatto alcuna fatica ...continua

    Alcuni pezzi, alcuni pensieri, alcuni dialoghi sono davvero meravigliosi. Non dico di aver sottolineato a raffica ma quasi. (Sul kindle eh, non sottolineo mai i cartacei.) E non ho fatto alcuna fatica ad andare avanti, nonostante non succeda praticamente niente. Eppure non sono riuscita ad apprezzarlo del tutto. Franny e Zooey sono due personaggi strepitosi, ciascuno con la propria profondità e le proprie idiosincrasie, due fratelli diversi ma accomunati da un'infanzia impegnativa e dalla mancanza dei fratelli maggiori, soprattutto di Seymour, il più grande di tutti.
    La storia è molto semplice: assistiamo a una crisi di Franny, che improvvisamente ha voglia di criticare tutto e tutti e comincia a mormorare incessantemente una preghiera, e nella seconda parte del libro suo fratello cerca di farla ragionare. Tutto qui. Salinger è certamente un maestro della scrittura, e non posso dire che il libro non mi sia piaciuto, ma per amarlo avrei avuto bisogno di qualcosa in più.

    dit a 

  • 4

    "Ho apprezzato maggiormente questo rispetto a Il giovane Holden..."

    Recensione completa su http://bookshelf54.blogspot.it/2016/01/jd-salinger-franny-e-zooey.html

    dit a 

  • 4

    Salinger fa subito venire in mente il giovane Holden, questo libro, invece mi ha riportato indietro negli anni, ad una canzone di de Gregori, "niente da capire". E infatti scorrendo le pagine si giung ...continua

    Salinger fa subito venire in mente il giovane Holden, questo libro, invece mi ha riportato indietro negli anni, ad una canzone di de Gregori, "niente da capire". E infatti scorrendo le pagine si giunge alla fine con la sensazione di struggimento di Franny che cerca delle risposte per la sua esistenza e di Zooey che non riesce a staccarsi dalla famiglia e a non provare a capire...

    dit a 

  • 3

    Libro che continua la mia vena misticheggiante, suggeritomi niente di meno che da Emanuele Carrere ne Il Regno, come in un gioco di scatole cinesi o di piccole Matrioske avviene che un libro rimandi a ...continua

    Libro che continua la mia vena misticheggiante, suggeritomi niente di meno che da Emanuele Carrere ne Il Regno, come in un gioco di scatole cinesi o di piccole Matrioske avviene che un libro rimandi ad un altro o in maniera implicita o in maniera spudoratamente esplicita, e noi lettori ci appuntiamo da bravini sul memo del nostro cellulare il titolo e come diligenti scolaretti accogliamo il consiglio e corriamo a comprarlo.
    Così io ho fatto e mi diverte immaginare che, se un forte lettore sottoponesse ad uno psicoanalista freudiano o anche junghiano, alla fine della sua vita, l’elenco cronologico delle proprie letture emergerebbe qualcosa di assai interessante, poiché noi pensiamo di scegliere i libri che leggiamo invece spesso sono loro a scegliere noi, imponendosi arrogantemente al nostro tirannico inconscio letterario.

    Dopo questo preambolo inutile dirò invece del libro: sono due dialoghi che intercorrono il primo tra Franny e il suo fidanzato, il secondo tra Franny e il fratello Zoe il quale, su indicazione della madre alquanto preoccupata, cerca di convincere la sorella, rimasta affascinata e irretita in un fervore religioso quasi maniacale con richiami alle tecniche ascetiche orientali e cristiane a seguito ( e qui torna il tema del mio ampio preambolo) della lettura di un libro di un anonimo pellegrino russo (libro che esiste per davvero Racconti di un pellegrino russo) che nel secolo scorso vagò per l’immensa steppa del nord, di villaggio in villaggio alla ricerca di qualche padre spirituale che gli insegnasse una tecnica di preghiera ininterrotta e purificatrice.
    Riuscirà non riuscirà il fratello a restituire a Franny la svagata innocenza che compete, a buon diritto, ad una giovane studentessa universitaria, americana, elegante, bella, di classe medio borghese, e per lo più velatamente snob? Questo non lo si afferra pienamente, perché il finale risulta essere abbastanza aperto e, per chi non conosce gli antefatti come accadde a me prima di leggere questo Salinger, i due racconti in questione dell’autore americano sono altrettanti episodi della saga della variopinta famiglia Glass che compare in altre sue opere.
    Insomma Salinger non ha scritto solo Il giovane Holden, rimane un autore decisamente stitico in quanto a pubblicazioni e che decise precocemente di eclissarsi dal mondo editoriale e dalla visibilità pubblica, un vero peccato perché i suoi personaggi, i dialoghi, le sue analisi psicologiche denotano una fine conoscenza dell’animo umano soprattutto nell’età d’oro del periodo adolescenziale.

    dit a 

Sorting by