Franny i Zooey

Per

Editor: Labutxaca

4.1
(1638)

Language: Català | Number of Pàgines: 192 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Japanese , German , French , Italian , Spanish , Dutch , Czech

Isbn-10: 8499301169 | Isbn-13: 9788499301167 | Data publicació: 

També disponible com: Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Religion & Spirituality

Do you like Franny i Zooey ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Amb la conversa com a vehicle conductor, aquesta obra aprofundeix en les inquietuds de la petita Franny, membre de la omnipresent família Glass. Serà en Zooey, el seu germà, el que tracti d’ajudar-la a eludir la crisi existencial en la qual es veu sotmesa. Pel camí, amb Dostoievki a l’horitzó, el lector trobarà les més subtils reflexions sobre l’art i la religió.
Sorting by
  • 3

    Primo approccio a Salinger

    Non sono partito da "Il giovane Holden" perchè mi è stato consigliato di partire da questo romanzo per approcciarmi all'autore americano.
    Parto subito dalla scrittura, coinvolgente e sicuramente ben f ...continua

    Non sono partito da "Il giovane Holden" perchè mi è stato consigliato di partire da questo romanzo per approcciarmi all'autore americano.
    Parto subito dalla scrittura, coinvolgente e sicuramente ben formulata, si vede che siamo di fronte a un mostro della letteratura di tutti i tempi. Sebbene qualche spazio temporale lascia adito a dialoghi leggermente prolissi è un bel romanzo.

    La famiglia Glass è benestante, ricca, quasi aristocratica, ma allo stesso tempo anche "disastrata". Dei 7 fratelli,Franny e Zooey sono i più piccoli, la prima è una ragazza con una crisi mistica-teologica, il secondo è un attore che cerca di consolarla. E il romanzo, sostanzialmente è tutto qua, un dialogo sui generis fra questi due fratelli che avviene a ritmo spezzettato da colloqui strambi, in compagnia di una madre ex-soubrette, un fratello che vive lontano dalla società e senza telefono, il ricordo del fratello maggiore morto suicida che riempie i dialoghi di estrema tristezza e persino del gatto grasso di famiglia di nome Bloomberg.

    La famiglia in poche parole è strana, grottesca, surreale.... ma in ogni caso riusciamo quasi tutti a immedesimarci nei Glass degli anni '50.

    Si apprezza veramente tanto nel romanzo la "esaltazione della normalità" cosa che ho ritrovato in un romanzo più recente di J.E. Williams, Stoner.
    Diciamo che non mi ha lasciato a bocca aperta, ma comunque è una buona lettura, ripeto è scritto magnificamente e penso che potrò apprezzare meglio i suoi due altri lavori che mi sono prefissato di leggere, "Nove racconti" e "Il giovane Holden".

    Leggermente irriverente, riflessivo e tenace, un romanzo che non teme il passare del tempo. Consigliato.

    dit a 

  • 2

    Un romanzo che racconta le vicende e i drammi della famiglia Glass, Franny e Zooey sono i due figli più piccoli.
    La storia racconta dei sette problematici fratelli che hanno tutti partecipato ad un ...continua

    Un romanzo che racconta le vicende e i drammi della famiglia Glass, Franny e Zooey sono i due figli più piccoli.
    La storia racconta dei sette problematici fratelli che hanno tutti partecipato ad un programma radiofonico “Ecco un bambino eccezionale” per giovani forniti di una intelligenza superiore.
    Franny è una ragazza in crisi in cerca di una religiosità capace di darle risposte e Zooey un fratello che tenta di aiutarla a superare la frustrazione per un mondo malfatto.
    Una trama che non scorre, non cattura, ricca di dialoghi lunghi e un po' noiosi.

    dit a 

  • 5

    Soprattutto per chi ha almeno un fratello e sa cosa significa

    Bello, bellissimo. Piacere puro. Voglio pensare che ci sia sempre un altro libro così che non ho ancora letto; ed è per quello che continuo a leggere all'impazzata.

    dit a 

  • 5

    "Lord Jesus Christ, have mercy on me"

    Non sarei mai stata la persona che sono oggi se, circa un anno fa, non mi fossi cimentata nella lettura in lingua originale di questo libro. Perché in "Franny and Zooey" ci sono tutti o quasi tutti gl ...continua

    Non sarei mai stata la persona che sono oggi se, circa un anno fa, non mi fossi cimentata nella lettura in lingua originale di questo libro. Perché in "Franny and Zooey" ci sono tutti o quasi tutti gli insegnamenti che c'è bisogno di ricevere nel corso della vita: dalla riflessione circa il fatto che in ognuno di noi è nascosta "una signora grassa" e che quindi bisogna lucidarsi le scarpe anche soltanto per lei, alla "Jesus's prayer" che va recitando e male interpretando una disperatissima Franny, passando per i fantasmi dei nostri cari che, da vivi come da morti, continuano a elargirci preziosi consigli - perché in fondo sono proprio i loro consigli, seppure "retroattivi", seppure impliciti invece che espliciti e cioè impartiti tramite il loro comportamento in vita (che notiamo solo una volta che ci hanno lasciato), a mantenerli nella nostra memoria. Credo che molti libri non sarebbero stati scritti, peraltro, se Salinger non avesse prima scritto questo: per esempio, lo splendido "La trama del matrimonio" di Jeffrey Eugenides.

    dit a 

  • 3

    Alcuni pezzi, alcuni pensieri, alcuni dialoghi sono davvero meravigliosi. Non dico di aver sottolineato a raffica ma quasi. (Sul kindle eh, non sottolineo mai i cartacei.) E non ho fatto alcuna fatica ...continua

    Alcuni pezzi, alcuni pensieri, alcuni dialoghi sono davvero meravigliosi. Non dico di aver sottolineato a raffica ma quasi. (Sul kindle eh, non sottolineo mai i cartacei.) E non ho fatto alcuna fatica ad andare avanti, nonostante non succeda praticamente niente. Eppure non sono riuscita ad apprezzarlo del tutto. Franny e Zooey sono due personaggi strepitosi, ciascuno con la propria profondità e le proprie idiosincrasie, due fratelli diversi ma accomunati da un'infanzia impegnativa e dalla mancanza dei fratelli maggiori, soprattutto di Seymour, il più grande di tutti.
    La storia è molto semplice: assistiamo a una crisi di Franny, che improvvisamente ha voglia di criticare tutto e tutti e comincia a mormorare incessantemente una preghiera, e nella seconda parte del libro suo fratello cerca di farla ragionare. Tutto qui. Salinger è certamente un maestro della scrittura, e non posso dire che il libro non mi sia piaciuto, ma per amarlo avrei avuto bisogno di qualcosa in più.

    dit a 

  • 4

    "Ho apprezzato maggiormente questo rispetto a Il giovane Holden..."

    Recensione completa su http://bookshelf54.blogspot.it/2016/01/jd-salinger-franny-e-zooey.html

    dit a 

  • 4

    Salinger fa subito venire in mente il giovane Holden, questo libro, invece mi ha riportato indietro negli anni, ad una canzone di de Gregori, "niente da capire". E infatti scorrendo le pagine si giung ...continua

    Salinger fa subito venire in mente il giovane Holden, questo libro, invece mi ha riportato indietro negli anni, ad una canzone di de Gregori, "niente da capire". E infatti scorrendo le pagine si giunge alla fine con la sensazione di struggimento di Franny che cerca delle risposte per la sua esistenza e di Zooey che non riesce a staccarsi dalla famiglia e a non provare a capire...

    dit a 

Sorting by