Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Frenchman's Creek

By

Publisher: Ulverscroft Large Print

3.7
(44)

Language:English | Number of Pages: 461 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) French , Italian , Czech

Isbn-10: 0854567097 | Isbn-13: 9780854567096 | Publish date:  | Edition Large Prnt

Also available as: Paperback , Mass Market Paperback , Audio Cassette , eBook

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Do you like Frenchman's Creek ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Frenchman's Creek, set in 17th-century England, is an absorbing tale of adventure, danger and passion. Lady St. Columb is bored with fashionable life at Court so she sets off for the peace and freedom of her husband's Cornwall estate. Quite unexpectedly, she stumbles on the mooring place of the white-sailed ship belonging to the daring Frenchman who plunders the shores of Cornwall. It is only a question of time before this philosopher-pirate captures the heart of the lovely Lady St. Columb. Satisfying, romantic, swashbuckling action. A Cover to Cover Unabridged Classic. 6 cassettes.
Sorting by
  • 3

    Buon libro, ma la Du Maurier ne ha scritti di migliori (anche se qualche lampo di classe comunque c'è); quello che è veramente memorabile sono i dialoghi tra la protagonista e il (finto) maggiordomo, brillanti e ricchi di humour inglese.

    said on 

  • 4

    Questa traduzione italiana è datata 1962 e la patina del tempo si avverte tutta, ma forse anche in questo risiede parte del fascino del libriccino.
    Frenchman's creek è il titolo originale della storia narrata dalla Du Maurier, ambientata fra le coste frastagliate della Cornovaglia su ...continue

    Questa traduzione italiana è datata 1962 e la patina del tempo si avverte tutta, ma forse anche in questo risiede parte del fascino del libriccino.
    Frenchman's creek è il titolo originale della storia narrata dalla Du Maurier, ambientata fra le coste frastagliate della Cornovaglia sul finire del XVII secolo. Lady Dona Saint Columb è fuggita dalla mondanità londinese per rifugiarsi nel maniero di Navron, vicino ad Helford. Qui si imbatte nel "francese", uno strano pirata bretone con il quale è subito evidente, oltre ad un'affinità di amorosi sensi, un comune e più profondo sentire nei riguardi della vita e delle cose del mondo. Dona anela una libertà che non riuscirà a raggiungere, stretta fra l'amore e i vincoli familiari ingiunti ad una donna. Dopo un breve periodo di avventura (quasi una specie di sogno di una notte di mezza estate), Dona sceglierà di sottostare alla sua realtà, mantenendo però un ricordo prezioso ed incancellabile.

    said on 

  • 1

    non l'ha scritto lei, l'ha scritto miss harmony.

    è esattamente quello che credete che sia, non ci sono misteri, situazioni da brivido, personaggi interessanti niente niente niente

    said on 

  • 2

    2e1/2

    Quando una scrittrice ti fa innamorare del suo stile e dei suoi romanzi, come la Du Maurier ha fatto con Mia cugina Rachele e Rebecca la prima moglie, credo che ci si aspetti sempre qualcosa dello stesso livello.
    Donna a bordo si rivela invece un romanzo ben diverso: innanzitutto prevedibil ...continue

    Quando una scrittrice ti fa innamorare del suo stile e dei suoi romanzi, come la Du Maurier ha fatto con Mia cugina Rachele e Rebecca la prima moglie, credo che ci si aspetti sempre qualcosa dello stesso livello.
    Donna a bordo si rivela invece un romanzo ben diverso: innanzitutto prevedibilissimo, appena viene nominata la figura del pirata, e poi assume le tinte dle romanzo rosa...
    Non è noioso ma non è neanche emozionante o coinvolgente.
    Già si sa tutto ciò che accadrà, e anche il finale non da favola, viene accettato senza amarezza dal lettore: in fondo, è giusto così. (io tifo sempre per le donne che scelgono i figli!!)

    said on 

  • 4

    Per essere un libro che descrive una fuga verso la libertà è stranamente angosciante. Per essere un romanzo che ha tutte le caratteristiche per essere romantico è... amarognolo.

    said on 

  • 4

    La du Maurier ha sempre detestato l'appellativo di "scrittrice romantica" che alcuni critici le avevano affibbiato, ed a ragione dico io. Non perchè consideri il genere romance inferiore o degradante per una scrittrice , anzi, ma piuttosto perchè la maggiorparte delle sue opere si discosta notevo ...continue

    La du Maurier ha sempre detestato l'appellativo di "scrittrice romantica" che alcuni critici le avevano affibbiato, ed a ragione dico io. Non perchè consideri il genere romance inferiore o degradante per una scrittrice , anzi, ma piuttosto perchè la maggiorparte delle sue opere si discosta notevolmente da esso. Unica eccezione è proprio questo Franchman's Creek , che non si può definire in altro modo se non un romance avventuroso di squisita fattura.
    Dona, una donna sposata con figli, in seguito ad un evento spiacevole decide di abbandonare la vita mondana e vacua di Londra per ritirarsi in una villa in campagna. Qui avviene il fatale incontro con un bellissimo pirata Francese che le ruberà il cuore e l'aiuterà a dare un nuovo senso alla sua esistenza. La protagonista , che da tempo si era rassegnata all'interpretazione perpetua di una Dona artefatta e ben lontana dal suo vero essere si abbandonerà completamente a questo amore, anche se è ben conscia che sarà costretta prima o poi, a tornare alla sua vecchia vita.
    La lettura, piacevolissima, fila veloce e appassionante, fra dialoghi brillanti e divertenti (peccato per la traduzione un pò vetusta) e avventure picaresche, fino al malinconico finale.
    In definitiva, un libro da leggere e riscoprire.
    Sarebbero tre stelline e mezza, ma ne ho messe quattro.

    said on