Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fucking Berlin

Di

Editore: Rizzoli

2.8
(46)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Sloveno

Isbn-10: 8817030414 | Isbn-13: 9788817030410 | Data di pubblicazione: 

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Fucking Berlin?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Troppo chiusa e sterile la scrittura di Sonia Rossi. Interessante la storia, poco il contenuto in cui viene posto al lettore come qualcosa di inerme, resta lì e non va oltre. Privo di emozioni Fucking Berlin.

    ha scritto il 

  • 2

    Non mi stancherò mai di ripeterlo: avere una storia da raccontare non significa necessariamente che si è in grado di farlo. Nonostante Fucking Berlin si elevi, se non per i contenuti, almeno per forma rispetto agli altri suoi "fratelli" cartacei più o meno conosciuti, infatti, rimane sempr ...continua

    Non mi stancherò mai di ripeterlo: avere una storia da raccontare non significa necessariamente che si è in grado di farlo. Nonostante Fucking Berlin si elevi, se non per i contenuti, almeno per forma rispetto agli altri suoi "fratelli" cartacei più o meno conosciuti, infatti, rimane sempre a metà tra un mémoir non richiesto e un esercizio di stile, peraltro neanche troppo ben riuscito. Le prime pagine, poi, sono fastidiosamente permeate da un palpabile desiderio di piacere e di stupire il lettore con ricercatezze di varia natura, ma ben presto la prosa scivola in una granitica, assoluta, ottusa e uggiosa mediocrità, mettendo a nudo {è proprio il caso di dirlo} l'imperizia della Rossi e la ragion d'essere di questo libro con precisione chirurgica: vendere, vendere, vendere. E suscitare un caso letterario laddove non c'è assolutamente nulla di nuovo sotto il sole. Non dico che il tema non sia interessante, ma penso che l'epoca di testimonianze-diario in stile Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino sia finita da un pezzo.

    ha scritto il 

  • 1

    l'ho preso solo perchè è ambientato nella mia Berlino.
    da inserire nella categoria "libri inutili".
    ...un riassuntino da scuole medie che non riesce né ad eccitare né a disgustare tanto è insulso il modo in cui è scritto e le banalità che racconta...
    mi spiace solo averlo pagato ...continua

    l'ho preso solo perchè è ambientato nella mia Berlino.
    da inserire nella categoria "libri inutili".
    ...un riassuntino da scuole medie che non riesce né ad eccitare né a disgustare tanto è insulso il modo in cui è scritto e le banalità che racconta...
    mi spiace solo averlo pagato (quasi) a prezzo intero...

    ha scritto il 

  • 1

    Una cagata galattica! Forse il libro più brutto che abbia mai letto. Una giovane ragazza racconta le sue noiosissime peripezie di prostituta, lamentandosi continuamente di aver dovuto intraprendere la carriera per riuscire a mantenersi gli studi. Con uno stile piattissimo, da tema di scuola media ...continua

    Una cagata galattica! Forse il libro più brutto che abbia mai letto. Una giovane ragazza racconta le sue noiosissime peripezie di prostituta, lamentandosi continuamente di aver dovuto intraprendere la carriera per riuscire a mantenersi gli studi. Con uno stile piattissimo, da tema di scuola media.

    ha scritto il 

  • 2

    Veloce

    Si legge in fretta. La scrittura è scorrevole ma la sensazione che lascia è quella di una storia già sentita senza il pregio di essere raccontata in modo originale.

    ha scritto il 

  • 2

    Dove sta la novità?

    Ogni volta che sento parlare di casi letterari divento diffidente.
    Il libro in Germania ha riscosso un certo successo. Così si dice.
    Mah! La storia della ragazza che si prostituisce per mantenersi gli studi non mi sorprende. Il fatto che alla fine del libro trovi l'amore e smetta di f ...continua

    Ogni volta che sento parlare di casi letterari divento diffidente.
    Il libro in Germania ha riscosso un certo successo. Così si dice.
    Mah! La storia della ragazza che si prostituisce per mantenersi gli studi non mi sorprende. Il fatto che alla fine del libro trovi l'amore e smetta di fare quella vita, nemmeno. Anzi, mi è sembrato un libro della Casati Modignani.
    Non ho capito dove sta la novità.
    In attesa di illuminazioni continuo a diffidare dei libri presentati come casi letterari.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Con tutta la buona volontà, abbandonato più o meno a pagina 80. Attirata dalla copertina e dal fatto che era ambientato a Berlino (città che amo) l'avevo preso impulsivamente ma.. si è rivelata una delusione e una noia! Principalmente perchè ripercorrere le tappe della protagonista una volta arri ...continua

    Con tutta la buona volontà, abbandonato più o meno a pagina 80. Attirata dalla copertina e dal fatto che era ambientato a Berlino (città che amo) l'avevo preso impulsivamente ma.. si è rivelata una delusione e una noia! Principalmente perchè ripercorrere le tappe della protagonista una volta arrivata a Berlino, tipo l'incontro con quel vagabondo polacco, non è per niente interessante (o forse è il modo in qui vengono descritti gli avvenimenti, piatto e vuoto, a far perdere interesse nel lettore). L'ho trovato banale e frettoloso (guarda caso poi con il polacco ci va a vivere instantaneamente) e la trafila dove parla delle sue esperienze sessuali/lavorative l'ho trovata squallida per come viene esposta. Certi argomenti e vicissitudini si possono esporre in maniera decisamente migliore e più elegante, qui vengono descritti in modo scialbo e squallido. Libro piatto, senza un briciolo di emozioni e nemmeno un minimo accenno di introspezione psicologica con personaggi dello spessore di una cannuccia. In poche parole inutile.

    ha scritto il 

  • 3

    hanno scritto che è un libro che dà una scossa. a me non l'ha data. è la storia di sonia, che dall'italia si trasferisce a berlino, si dà alla prostituzione per mancanza di denaro, sposa uno smidollato, pensa e ripensa alla sua situazione, fino a quando la vita le fa un regalo...
    si legge i ...continua

    hanno scritto che è un libro che dà una scossa. a me non l'ha data. è la storia di sonia, che dall'italia si trasferisce a berlino, si dà alla prostituzione per mancanza di denaro, sposa uno smidollato, pensa e ripensa alla sua situazione, fino a quando la vita le fa un regalo...
    si legge in fretta, a tratti è piacevole, a tratti è irritante.

    ha scritto il