Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fuga nel futuro

Fantascienza Sovietica 1

Di ,

Editore: FER

3.6
(8)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 205 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000024885 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Renata Derossi ; Illustrazione di copertina: Giulio Italiani

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Fuga nel futuro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Contiene anche: La mummia purpurea // Anatolij DNEPROV
Ordina per
  • 3

    Già l'appellativo "fantascienza sovietica" aggiunge un fascino mistico al libro. Mi è piaciuto molto il modo di narrare, anche se ho trovato molte incertezze nella traduzione (e nella mia edizione anche qualche stupido refuso).
    La trama è sostanziosa e il dilemma filosofico intrigante, eppure no ...continua

    Già l'appellativo "fantascienza sovietica" aggiunge un fascino mistico al libro. Mi è piaciuto molto il modo di narrare, anche se ho trovato molte incertezze nella traduzione (e nella mia edizione anche qualche stupido refuso). La trama è sostanziosa e il dilemma filosofico intrigante, eppure non ci ho capito una mazza. O meglio, proprio non ho capito la figura di Saul, come è arrivato nel tempo di Vadim e Anton, cosa voleva, il perché delle sue decisioni. Per il resto mi è piaciuta molto l'ambientazione sia fisica che "psicologica" di questa lontana epoca.

    ha scritto il 

  • 4

    Un romanzo breve ben strutturato e avvincente, anche se le premesse sci-fi perché il tutto si realizzi, rivelate nel finale, sono praticamente assenti.


    La cosa davvero divertente di questo romanzo pessimista e a tratti angosciante è uno degli eroi: non è un militare, né un reietto, né uno ...continua

    Un romanzo breve ben strutturato e avvincente, anche se le premesse sci-fi perché il tutto si realizzi, rivelate nel finale, sono praticamente assenti.

    La cosa davvero divertente di questo romanzo pessimista e a tratti angosciante è uno degli eroi: non è un militare, né un reietto, né uno scienziato né un poliziotto col trauma, figure tanto care ai topoi narrativi a cui ci hanno abituati gli statunitensi. No, qui siamo in un romanzo sovietico, per cui la parte del leone la fa il mitico LINGUISTA STRUTTURALE. lol!

    In coda al volume è incluso (anche se non segnalato) il racconto "La mummia rossa", piuttosto confusionario ma godibile.

    ha scritto il