Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fuggevole turchese

Di

Editore: Mondadori

3.4
(313)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 248 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8804505184 | Isbn-13: 9788804505181 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace Fuggevole turchese?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Chi è quella ragazza che non abbiamo mai visto in volto, che sale su un tramproprio quando stiamo per raggiungerla? Di lei ci resta soltanto la visione diun sedere ben tornito, inguainato in pantaloni turchesi. Che non sia per casola morte? Una morte estiva (non autunnale), turchese (non nera) che, dopo averabbandonato Milano, vive tra Alassio e Laigueglia, dove operano i Rimarginati,una confraternita di ex criminali, riabilitati da un ambiguo guru.
Ordina per
  • 4

    Senso della frase popolare

    Caratterizzato dalla ricerca di frasi a effetto che cercano, di solito riuscendoci, a rendere la lettura non banale, Pinketts richiama i padri nobile della letteratura popolare; da Salgari con il cont ...continua

    Caratterizzato dalla ricerca di frasi a effetto che cercano, di solito riuscendoci, a rendere la lettura non banale, Pinketts richiama i padri nobile della letteratura popolare; da Salgari con il continuo succedersi di colpi di scena a volte caotici, a Tex per il giustizialismo di fondo e la fede negli amici (i pards i Bonelli), la scena della gara di bevute al bar con scazzottata oltre che ai sollon di Tex, ricorda anche bud Spencer e Ternce Hill di "Altrimenti ci arrabbiamo". La mancanza di cinismo e la vittoria dei buoni lo rendo poi un po' un caso a parte nel noir.

    ha scritto il 

  • 4

    Lazzaro Santandrea

    "Non ci sono mai andato in vacanza in vita mia. Del resto, in un certo senso, non ho nemmeno mai lavorato in vita mia. E' capitato che partissi con qualche mia fidanzata o che la raggiungessi col tren ...continua

    "Non ci sono mai andato in vacanza in vita mia. Del resto, in un certo senso, non ho nemmeno mai lavorato in vita mia. E' capitato che partissi con qualche mia fidanzata o che la raggiungessi col treno dei desideri di una canzone resa celebre da Adriano Celentano ma più che vacanse le consideravo holiday on ice. I miei amori erano sottilissime lastre di ghiaccio della consistenza di un'ostia e allora sudavo freddo cercando di rendermi leggerissimo per paura di infrangerle e precipitare nel gelo."

    ha scritto il 

Ordina per