Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Fulgrim

Visions of treachery

By

Publisher: Black Library

3.7
(23)

Language:English | Number of Pages: 510 | Format: Mass Market Paperback

Isbn-10: 1844164764 | Isbn-13: 9781844164769 | Publish date: 

Category: Science Fiction & Fantasy

Do you like Fulgrim ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
It is the 31st millennium, and humanity is at the peak of its powers. As the Great Crusade, led by Warmaster Horus, continues to conquer the galaxy, Fulgrim, Primarch of the Emperor's Children, leads his warriors into battle against a vile alien foe. From the blood of this campaign are sown the seeds that will lead this proud Legion to treachery, taking them down the darkest of paths of corruption. Leading up to the carnage of the Dropsite Massacre on Isstvan V, this is the tale of Fulgrim's tragic fall from grace.

Sorting by
  • 4

    Come il libro precedente, anche questo s'interseca col terzo: la prima parte e' un antefatto e la seconda e' il seguito di "Galaxy in flames" vissuto dagli Emperors Children. Molto spazio per tutto il libro e' dedicato al primarca (donde il titolo) e c'e' da chiedersi se in seguito scriveranno co ...continue

    Come il libro precedente, anche questo s'interseca col terzo: la prima parte e' un antefatto e la seconda e' il seguito di "Galaxy in flames" vissuto dagli Emperors Children. Molto spazio per tutto il libro e' dedicato al primarca (donde il titolo) e c'e' da chiedersi se in seguito scriveranno cose analoghe sullo sfuggente Magnus o quel bruto di Angron. Ad ogni modo, assistiamo alla notoria caduta di Fulgrim ed alla corruzione della sua legione. Come nei primi libri ricompare la sbavatura dei Remembracers, ma diversamente dai quattro precedenti non viene narrato un punto di vista privilegiato. Per cui invece di un Loken od un Garro, impotenti osservatori del declino in atto, abbiamo una narrazione piu' corale da parte di diversi comprimari. Fulgrim non e' una figura divinizzata come Horus o Mortarion prima di lui, anzi, e' fin troppo non-sovrumano nel soccombere. Cio' nonostante e' pur sempre un primarca, ed a dispetto della sua condotta da cicisbeo, e' in grado di prendere a calci un Avatar e sconfiggere per ben due volte un alto primarca. Quanto alle figure di spicco della sua legione, ne' nel bene, ne' nel male, emerge qualcuno quanto a spessore. Forse Lucius, ma si tratta di continuita' col resto della saga. Anzi, da questo punto di vista Tarvitz e' molto piu' vivo nei libri precedenti rispetto a questo dedicato per l'appunto alla sua legione. Infine, degna di nota e' la mega-battaglia finale. Non male.

    said on